Di ritorno dalle vacanze avete deciso di buttare giù qualche chilo di troppo e state compilando la lista degli ingredienti che potete gustare senza preoccuparvi di grassi e calorie? Vi state chiedendo quale pesce potete portare sulle vostre tavole e magari qualche ricetta sfiziosa per non rinunciare al gusto di un piatto che profumi di mare?

Forse non tutti sanno che, in base al diverso apporto lipidico possiamo distinguere i pesci in "grassi" (con lipidi superiori al 10%), "semigrassi" e "magri": questi ultimi hanno un contenuto lipidico che oscilla tra l'% e il 3% e sono perfetti per chi segue un'alimentazione e una dieta sana ed equilibrata. I pesci magri sono particolarmente indicati nelle diete ipocaloriche e dimagranti perché a fronte di un ottimo apporto di proteine e vitamine, risultano poveri di grassi e calorie, facilmente digeribili e sazianti. Orate, merluzzi, sogliole e branzini: ecco i pesci magri da mangiare se siete a dieta. Vediamoli nel dettaglio.

1. Merluzzo

Merluzzo gratinato in forno

Il merluzzo è un pesce osseo di acqua salata economico e dal sapore delicato, facile da acquistare sia fresco sia congelato. Ricco di omega-3, sali minerali e vitamina B e povero di calorie, il merluzzo è un prodotto del mare molto semplice da cucinare e incredibilmente digeribile: forse il più conosciuto, sicuramente il più amato anche dai piccoli. Se cercate pesci magri da aggiungere alla vostra dieta ipocalorica o dimagrante, con il merluzzo andrete a colpo sicuro: noi ve lo consigliamo gratinato alla salvia con zucchine e menta, per una cena completa e genuina.

2. Sogliola

Particolarmente povera di calorie e grassi, la sogliola è un pesce di acqua salata dalle carni tenere e dal sapore delicato, caratteristiche che lo rendono incredibilmente versatile e facile da cucinare. Con il nome sogliola indichiamo diverse specie di pesci appartenenti alla famiglia dei Soleidi e dei Pleuronecticidi, accomunati da una caratteristica forma appiattita ed elissoidale. Apprezzata da grandi e piccini, la sogliola non può mancare nella nostra alimentazione se ci affidiamo a un regime ipocalorico e dimagrante: ottima alla mugnaia, con burro e succo di limone oppure al forno, per un secondo piatto semplice e genuino.

3. Platessa

polpette di platessa

La platessa è un pesce piatto della famiglia delle Pleuronectidae, un esemplare diffuso nelle fredde acque dell'oceano Atlantico e del Mar Baltico: ricca di sali minerali, proteine e vitamina B, la platessa rientra senza se e senza ma nella lista dei pesci magri ed è particolarmente amata da chi predilige un'alimentazione sana e completa. Fresca o surgelata in filetti, la platessa è considerata un pesce "povero" e per questo anche è anche un prodotto ittico economico e facile da trovare in commercio: ottima al forno, per un secondo equilibrato e gustoso o in sfiziose e profumate polpette, da mangiare rigorosamente con le mani.

4. Nasello

Altamente digeribile e ricco di acidi grassi omega-3, il nasello è un pesce adatto a ogni tipo di dieta e alimentazione perché povero di lipidi e incredibilmente ipocalorico (appena 80 kcal per 100 grammi). Simile al merluzzo, il nasello predilige fondali bassi e sabbiosi e viene pescato principalmente nel Mar Mediterraneo. Come gustarlo al meglio? Il nostro consiglio è di esaltarlo con i sapori e i profumi della tradizione: pomodorini, olive e prezzemolo tritato e il nasello in padella conquisterà grandi e piccini.

5. Branzino

Ricco di proteine e povero di lipidi, il branzino è un pesce magro caratterizzato da carni delicate e altamente digeribili. Conosciuto anche come spigola, il branzino appartiene alla famiglia dei Moronidi, è un pesce colonizzatore diffuso nel Mar Mediterraneo, nel Mar Nero e nell'oceano Atlantico, ha una forma allungata e riconoscibili scaglie argentate sui fianchi. Consigliato nelle diete ipocaloriche e dimagranti, il branzino si presta bene a ogni tipo di cottura: amatissimo al cartoccio o alla griglia, può dare il meglio di se alla brace o all'acqua pazza, ideale per una cena all'insegna del gusto e leggerezza.

6. Orata

orata-all-arancia

Pesce pregiato appartenente alla famiglia Sparidae, da gustare al forno o profumata all'arancia: l'orata rientra senza alcun dubbio nella lista dei pesci magri, digeribili e ipocalorici, oltre che particolarmente versatili. Morfologicamente, l'orata si presenta tozza, di medie dimensioni e poco affusolata, con carni tenere e dal sapore amabile e una inconfondibile macchia dorata sulla fronte: è ricca di acidi grassi omega-3, vitamine e sali minerali, utili per sostenere il sistema nervoso e cardiocircolatorio.

7. Polpo

Polpo alla siciliana

Lo stavate aspettando e infatti eccolo qui: tra i "pesci magri", perché tecnicamente non è un pesce, non poteva certo mancare il polpo, prodotto del mare tra i più apprezzati sulle nostre tavole. Mollusco cefalopode appartenente alla famiglia Octopodidae, conosciuto anche come piovra, il polpo è un prodotto ittico ampiamente diffuso nel Mediterraneo e nell'oceano Atlantico e ricco di benefici: tenero e dal sapore inconfondibile, presenta carni magre e facili da digerire, oltre che particolarmente nutrienti e versatili. Come gustare il polpo (occhio a non chiamarlo polipo)? Avete solo l'imbarazzo della scelta: bollito, all'insalata o in piatti tradizionali, in ogni caso la vostra dieta sarà al sicuro.

8. Calamari

spiedini di calamari

Molluschi ricchi di sali minerali, vitamine e proteine, i calamari apportano pochissime calorie e, soprattutto, pochissimi grassi: rientrano infatti nei prodotti del mare considerati "magri" e non possono mancare nella lista della spesa di chi segue una dieta ipocalorica e dimagrante. Consigliati in particolar modo a chi pratica sport, i calamari possono essere utilizzati in ogni tipo di ricetta, se  però l'obiettivo è preparare pasti salutari e poco grassi, meglio optare per un piatto di sfiziosi spiedini di calamari e lasciar stare la frittura.