Capita di fare una spesa più importante del necessario o che, dopo un periodo di festeggiamenti, il nostro frigo sia pieno di prodotti in scadenza, avanzi dei pranzi passati, ingredienti quasi a fine vita. Buttarli sarebbe uno spreco inaccettabile, anche perché in cucina tutto – o quasi – può essere riutilizzato, per dare vita a nuovi piatti golosi e decisamente meno dispendiosi. Ecco alcuni consigli e suggerimenti per riutilizzare gli avanzi che languiscono nel vostro frigo, quei rimasugli di verdure nel cesto in basso o quelle confezioni che sono quasi in scadenza.

1. Resti di verdure

Se avete lasciato in frigo dei resti di verdure che non configurano un vero e proprio pasto, sappiate che sono una delle cose più facili da riutilizzare. Il metodo più veloce è quello di trasformarli in golose polpette vegetariane, o frittelle, da cuocere in padella, oppure al forno. Ma se volete, potete anche realizzare un brodo vegetale con cui tirare un risotto o come base per una gustosa zuppa. Infine, se i resti delle verdure hanno perso la loro consistenza, con la gran parte di esse si possono creare degli stuzzicanti e originali purè.

2. Pomodori

Se avete in frigo dei pomodori che stanno perdendo la loro consistenza, potete trasformarli in un gazpacho, oppure in un intingolo delizioso, come ad esempio un chutney o una salsa ranchera, con cui accompagnare crackers, grissini e crostini di vario tipo.

3. Latte

Prima che il latte diventi acido, si possono realizzare diverse cose, come ad esempio una besciamella, da mettere nel congelatore in modo da usarla in un'occasione futura. In alternativa, si può preparare anche una crema pasticcera utile a farcire torte e bignè. Ma se avete poco tempo e volete evitare di sprecare il latte, potete creare dei frullati o dei frappè, ideali per una colazione alternativa e invitante. Un'idea utile è quella di congelarlo, magari in diversi barattolini, e riutilizzarlo al momento giusto: vogliamo sfatare infatti il mito che dice che il latte non si può congelare.

4. Pollo, manzo, maiale

Se avete avanzi di arrosti o preparazioni simili non è mai troppo tardi per creare un bel panino, o un club sandwich, da portare con voi al lavoro. Con il pollo, inoltre, si può preparare una stuzzicante insalata di pollo, o anche delle invitanti polpette, cosa che vale anche per maiale e manzo o, ancora, per il ripieno dei ravioli. Non buttate mai le ossa del pollo crude: potete realizzare un golosissimo brodo da usare sia come base per un piatto di pasta, sia come supporto per una calda e corroborante zuppa.

5. Pane duro

pane e pomdoro

Con il pane duro si può fare davvero di tutto: la prima idea è naturalmente quello di tostarlo e frullarlo, in modo da ottenere un pangrattato dalla consistenza casalinga. Ma se volete realizzare un piatto da servire a tavola, vi suggeriamo l'idea della panzanella, che vi aiuterà a smaltire anche altri eventuali resti abbandonati in frigo. Infine, per gli amanti delle idee super creative, potete fare una pizza di pane, una parmigiana di pane o, ancora, una vera propria torta.

6. Pesce e crostacei

Il pesce non è un alimento da tenere troppo a lungo in frigorifero: se avete dei resti di pesce e non sapete come usarli, fare un brodo è la cosa migliore. Anche con teste e carapaci di gamberi, ad esempio, si può realizzare un delizioso fumetto da congelare e usare poi per insaporire risotti, zuppe o altre preparazioni. Se non si tratta di resti ma di veri e propri pezzi, potete creare delle polpette o delle frittelle: accompagnandole con un'insalata fresca e una salsina allo yogurt avrete creato una nuova idea per la cena.