ricetta

Castagnole ripiene: la ricetta (fritta e al forno) della variante farcita con crema pasticciera

Preparazione: 50 Min
Cottura: 20 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Cookist
A cura di Raffaella Caucci
46
Immagine

Le castagnole ripiene sono dei dolci tipici di Carnevale, una variante delle classiche castagnole, morbide palline fritte dalle dimensioni simili a quelle di una castagna, farcite con crema pasticciera e ricoperte di zucchero semolato.

Conosciute anche come "favette", le castagnole sono sfiziosi dolcetti dorati, croccanti fuori e dal cuore soffice e scioglievole, realizzati con un impasto a base di farina, zucchero, uova e burro: sono tra i dolci fritti di Carnevale più amati ed apprezzati, insieme alle graffe, alle chiacchiere e alle bombe fritte, che possono essere preparati anche nella golosa variante al cacao.

Facili e veloci da realizzare, le castagnole ripiene sono molto simili per ingredienti e preparazione alla versione tradizionale, ma si differenziano da quest'ultima per la dimensione delle castagnole, che sono più grandi, proprio per accogliere la golosa farcitura.

Per realizzare delle castagnole ripiene morbide e ariose all'interno, il segreto è utilizzare burro ammorbidito e uova a temperatura ambiente: una volta preparato l'impasto, si formano dei filoncini e poi delle piccole palline, che saranno fritte o cotte in forno, passate nello zucchero e poi farcite. Noi abbiamo scelto una crema pasticciera densa e corposa, ottima per riempire questi dolcetti fritti senza colare, ma puoi sostituirla con la crema al cioccolato, la crema spalmabile alle nocciole, la crema al mascarpone, la marmellata o realizzarle nella versione farcita al pistacchio.

Scopri come preparare le castagnole ripiene e, se questa ricetta ti piace, prova anche le castagnole di ricotta.

ingredienti
Per 25-30 castagnole
Farina tipo 00
220 gr
Zucchero semolato
50 gr
Burro morbido
40 gr
Uova a temperatura ambiente
2
anice (o altro liquore)
1 bicchierino
Lievito per dolci
1/2 bustina
Scorza di limone grattugiata
q.b.
Per la crema pasticciera
Latte intero
250 ml
Zucchero semolato
40 gr
Amido di mais
30 gr
Tuorli
2
Scorza di limone
q.b.
Per friggere e decorare
Olio di semi di arachide
q.b.
Zucchero semolato
q.b.
Ti servono inoltre
Sac à poche con bocchetta sottile
Termometro da cucina

Come preparare le castagnole ripiene

Con la nostra ricetta otterrai circa 30 castagnole. Prima di procedere con la preparazione, ti consigliamo di utilizzare tutti gli ingredienti a temperatura ambiente, uova comprese.

Se decidi di preparare le castagnole fritte come da ricetta, ti suggeriamo un olio di semi di arachide, particolarmente adatto alla frittura a immersione.

Per preparare le castagnole ripiene, inizia dalla crema pasticciera. Unisci l'amido, lo zucchero e i tuorli in un pentolino 1, quindi amalgamali con una frusta, a freddo, per evitare la formazione di grumi. In un pentolino a parte, scalda il latte insieme alla scorza del limone.

Versa il latte ben caldo a filo sui tuorli, amalgamando con la frusta, trasferisci sul fuoco basso e cuoci mescolando in continuazione, finché la crema non apparirà lucida e densa 2. Una volta pronta la crema pasticciera, metti subito in un piatto precedentemente refrigerato in freezer, stendila con una spatola, coprila con pellicola trasparente a contatto e falla raffreddare.

Nel frattempo, procedi con l'impasto delle castagnole: in una ciotola capiente, unisci la farina, il lievito e lo zucchero, quindi mescola. Aggiungi il burro a cubetti, le zeste di limone e le uova. Poi amalgama con una forchetta e cerca di incorporare il burro agli ingredienti secchi. Profuma il composto con l'anice e mescola 3.

Impasta schiacciando bene il burro, fino a ottenere un composto piuttosto omogeneo. Forma un panetto d'impasto, avvolgilo con pellicola trasparente 4 e fallo riposare in frigorifero per 30 minuti.

Una volta trascorso il tempo indicato, metti l'impasto su un piano infarinato e ricava dei cordoni spessi da 2 a 3 cm 5.

Taglia ogni cordone a tocchetti, poi roteali tra i palmi delle mani e forma delle palline delle dimensioni simili a una castagna 6.

A questo punto, puoi passare alla frittura. Riempi una padella con l'olio di semi, scaldalo per bene e utilizza un termometro da cucina per assicurarti che la temperatura sia sempre intorno ai 170 °C. Immergi nella padella poche castagnole per volta e girale di tanto in tanto per una doratura omogenea 7. Scola man mano le castagnole su carta assorbente da cucina in modo da eliminare l'olio in eccesso.

Quindi, passale nello zucchero semolato mentre sono ancora calde 8. A questo punto, riprendi la crema pasticciera e trasferisci la crema in un sac à poche con bocchetta metallica molto sottile.

Farcisci le castagnole esercitando una discreta pressione e lascia fuoriuscire un po' di crema per riconoscere il ripieno 9.

Le castagnole ripiene sono pronte per essere gustate 10.

Come preparare le castagnole ripiene al forno

Immagine

Se vuoi preparare delle castagnole ripiene più leggere puoi anche cuocerle in forno preriscaldato a 180 °C per 12-15 minuti. Dovranno risultare ancora chiare in superficie, per evitare che l'interno risulti troppo asciutto.

Una volta pronte, lasciale raffreddare e cospargile con zucchero semolato.

Consiglio

Per aromatizzare l'impasto, noi abbiamo scelto un goccio di anice ma puoi sostituirlo con il liquore che hai in casa, come ad esempio la grappa, il rum o il whisky. Anche la crema pasticciera si può aromatizzare come preferisci, con vaniglia, arancia o, se piace, un pizzico di cannella.

Conservazione

Le castagnole ripiene fritte si conservano a temperatura ambiente per qualche ora oppure in frigorifero per 1-2 giorni, chiuse in un apposito contenitore ermetico. Tuttavia, ti consigliamo di gustarle al momento per un sapore e una consistenza perfetti. Se le prepari al forno, puoi conservarle in frigo per 3-4 giorni, chiuse all'interno di un contenitore ermetico.

La crema pasticciera, invece, si conserva in frigo per 2 giorni, coperta con pellicola trasparente.

Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Dolci
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
46