11 Dicembre 2021 13:00

Malanni di stagione: cosa mangiare per riprendersi dall’influenza

Con l'arrivo dei primi freddi, influenze e malanni di stagione sono dietro l'angolo: tosse, raffreddore e mal di gola, come contrastarle a tavola? Ecco cosa mangiare per combattere e riprendersi dall'influenza.

A cura di Rossella Croce
182
Immagine

Tosse, raffreddore, mal di gola e dolori alle ossa: per quanti di noi inverno fa rima con malanni di stagione? Capita anche voi di sentire arrivare l'influenza con l'avanzare dei primi freddi? Non solo con medicine e antinfiammatori, l'influenza e i malanni di stagione si combattono anche in cucina e nel periodo in cui questi sono proprio dietro l'angolo, è importante scegliere alimenti nutrienti, poveri di grassi ma ricchi di vitamine e sali minerali. Quali? Ecco 7 tipologie di ingredienti che, con l'arrivo dell'inverno, non possono mancare nelle vostra dispensa non solo per rafforzare il nostro sistema immunitario ma anche per velocizzare i tempi di ripresa e guarigione in caso di febbre e influenza. Vediamoli nel dettaglio, con qualche idea per impiegarli in piatti gustosi.

1. Verdure di stagione

Immagine

La prima regola in cucina è seguire la stagionalità dei prodotti: ormai è facile trovare tutto in ogni momento dell'anno ma siete davvero sicuri che le melanzane acquistate a dicembre siano proprio di stagione? Non a caso, quello natalizio è il mese più generoso dell'anno e ci regala i frutti e gli ortaggi più benefici di tutti, perfetti per contrastare i malanni che sono sempre dietro l'angolo: broccoli di ogni tipo, verze, cavolfiore, carciofi, zucca, finocchi e cicoria solo per citarne alcuni, tutti alimenti ricchi di proprietà antiossidanti e antibatteriche, portatori "sani" di vitamine e sali minerali, essenziali nei mesi più freddi. Tra novembre e dicembre, ogni volta che andate a fare la spesa, ricordate che l'influenza si combatte anche a tavola e che con la verdura invernale potete davvero sbizzarrirvi in cucina.

2. Spezie

Immagine

Utili non solo per insaporire e donare profumo ai vostri piatti, le spezie sono da sempre considerate delle vere e proprie medicine naturali. Curcuma, cumino e cannella hanno proprietà antibatteriche, antiossidanti e antinfiammatorie: provate a iniziare la giornata con una tazza di golden milk e dite addio a raffreddore e malanni di stagione. E lo zenzero, come usarlo? Con questa radice bitorzoluta avete solo l'imbarazzo della scelta e andrete sempre sul sicuro: è un antibiotico naturale, perfetto per contrastare stati influenzali, tosse e raffreddore, stimola circolazione e facilita le funzioni digestivi, insomma un vero e proprio rimedio della nonna da avere sempre in dispensa; può essere l'ingrediente vincente per minestre e zuppe e perché no, con carne e pesce.

3. Le proteine giuste

Immagine

Non solo vitamine e sali minerali, per stare in forma e riprendersi da una brutta influenza, il nostro corpo necessita anche di un buon quantitativo di proteine, in particolare derivanti da alimenti poveri di grassi e ricchi di amminoacidi essenziali. Quali scegliere? Senza dubbio carne bianca: pollo e tacchino fra tutti, meglio se con cotture leggere, non devono mancare nel nostro menù antinfluenzale perché pur essendo molto proteiche sono più magre rispetto alla carne rossa e non affaticano il nostro corpo durante la digestione. Pesce? Assolutamente sì: tonno (possibilmente al naturale), alici, orata, branzino, merluzzo e sgombro sono ricchi di proteine, leggeri e incredibilmente nutrienti. Seguite una dieta vegetariana o vegana o preferite alternative valide alle proteine animali? Allora, per riprendervi dai malanni di stagione preparate la vostra dispensa con legumi, frutta secca e pseudo cereali come quinoa o grano saraceno.

4. Miele

Immagine

Utilizzato fin dall'antichità come antibatterico e antinfiammatorio naturale, il miele è un vero e proprio super food, così ricco di proprietà benefiche da essere considerato un "elisir di lunga vita" dal filosofo Pitagora. Facile intuire perché non dovrebbe mancare nella nostra dispensa, in particolare nei mesi più freddi: è ricco di sali minerali, vitamina B, vitamina C, ha straordinarie proprietà antiossidanti ed energetiche e, in particolare il millefiori, ha un effetto depurativo e disintossicante del fegato. Per reintegrare i nutrienti necessari e riprenderci da una brutta influenza, il miele è non è importante, è assolutamente fondamentale.

5. Brodi e vellutate

Immagine

Fuori piove, le temperature si abbassano e il freddo incalza: cosa c'è di meglio di una vellutata di verdure calda e fumante? Non solo buone e ricche di gusto, vellutate e minestre sono decisamente utili per contrastare influenza e forme di raffreddamento: ricche di sali minerali e vitamine, scaldano il cuore e lo stomaco e ci aiutano a reintegrare i nutrienti necessari. Questione brodo: alzi la mano chi, al primo starnuto, non corre dal macellaio di fiducia ad acquistare del pollo per preparare un delizioso brodo? Da gustare assoluto, con una porzione di passatelli o di tortellini, il brodo di pollo è una certezza contro raffreddore, tosse, mal di gola e influenza.

6. Acqua, tanta acqua

Immagine

L'acqua è l'elemento naturale senza il quale non potremmo sopravvivere e, soprattutto in caso di stati influenzali o febbre, può rivelarsi fondamentale per riprenderci e tornare in forma. Con la febbre, in particolare, il nostro corpo tende a perdere liquidi e, con essi, sali minerali e vitamine: reintegrare i liquidi è quindi essenziale per scongiurare pericolose disidratazioni e contrastare i malanni stagionali. Il nostro consiglio è bere tanta acqua (più di due litri al giorno) e diversificare l'assunzione di liquidi: via libera a tè e tisane ma anche a ricche spremute di arancia (vere e proprie alleate della nostra salute) e centrifughe di frutta.

7. Vitamine contro i malanni di stagione

Immagine

In fase di ripresa da una fastidiosa influenza, è importante fare il carico di vitamine. Per stimolare e proteggere il sistema immunitario, debilitato dai malanni stagionali, la vitamina C è quello che fa al caso vostro: arance, limoni, rucola, broccoli e cavolfiore ne sono ricchissimi, proprio come spinaci e uva. Forse non tutti sanno che oltre alla vitamina C, ci sono altre vitamine che possono venire in nostro soccorso per riprenderci da tosse, raffreddore e spossatezza, in particolare la vitamina B6 e vitamina B12. Dove trovarle? Uova, latte e derivati, spinaci, lenticchie, pollame, tonno e salmone.

182
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
182