ingredienti
  • Patate 1 kg • 750 kcal
  • Olio extravergine di oliva 30 gr • 21 kcal
  • Rosmarino 2-3 rametti • 29 kcal
  • Sale marino q.b. • 0 kcal
  • Aglio 2 spicchi • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le patate al forno sono tra i contorni classici e veloci più amati dagli italiani e sono ideali per accompagnare un arrosto, il pollo allo spiedo o il pesce alla griglia. È una tipica ricetta della nonna, con i suoi piccoli trucchi da conoscere per avere in tavola delle perfette patate al forno. Innanzitutto bisogna scegliere le patate a pasta gialla, che sono più compatte e contengono meno amido rispetto a quelle bianche, più farinose e soffici. Nella nostra ricetta vi consigliamo di eliminare l’amido tramite un ammollo di mezz’ora, senza bollire le patate; se preferite, sbollentate le patate già tagliate per circa 5 minuti, scolatele bene e poi seguite il regolare procedimento. Se non volete bollirle prima, consigliamo di aggiungere 3 cucchiai d’acqua nella teglia prima di infornarle. Raccomandiamo sempre di non eccedere nei quantitativi d’olio, per ottenere un contorno light. Per alcuni, ad esempio, è necessaria una cottura in forno ventilato a 200 °C, per noi, invece, è importante cuocerle in forno statico per farle dorare in modo uniforme. Attenzione: è importante non sovrapporre gli spicchi, ma di distribuirli nella teglia. Potete anche decidere di cuocere le patate al forno con la buccia, ma solo dopo aver comprato patate biologiche e rimosso bene ogni residuo di terra. Troverete tutte le risposte alle vostre domande e scoprirete come preparare patate al forno sfiziose croccanti fuori e morbide dentro, una pietanza gustosa, insaporita con l'immancabile rosmarino, e che conquisterà grandi e piccini.

Le patate al forno sono anche un’ottima base per altre ricette: con l’aggiunta di un po’ di pangrattato prima della cottura, per esempio, diventano delle ottime patate sabbiose, caratteristiche per il sapore e la morbidezza. Sbizzarritevi con gli aromi per delle ottime patate al forno speziate, ideali come contorno di piatti di carne. E se siete in vena di sperimentazioni, vi consigliamo di provare il topinambur al forno, un tubero che somiglia alle patate per consistenza, ma che ricorda il carciofo nel sapore.

Come preparare le patate al forno

Lavate le patate sotto acqua fredda corrente, pelatele con l'apposito pelaverdure e tagliatele a spicchi cercando di creare spicchi delle stesse dimensioni. Chi preferisce può tagliarle a cubetti.

Mettete gli spicchi di patate in una ciotola con acqua fredda per almeno mezz'ora cambiando l'acqua fino a che non risulterà limpida: in questo modo si eliminerà l'amido.

Scolatele e asciugatele bene con un panno di cotone. Preriscaldate il forno a 180 °C tenendo all'interno la teglia che servirà per cuocere le patate: quando il forno avrà raggiunto la temperatura estraetela aiutandovi con delle presine.

Oliate bene la teglia e distribuite le patate sistemandole ben stese, in modo che non siano sovrapposte. Aggiungete i rametti di rosmarino, gli spicchi di aglio interi senza eliminare a buccia, un altro po' di olio, sale e mescolate: in questo modo distribuirete bene il condimento su tutti i lati degli spicchi di patate.

Cuocete in forno statico a 180 °C per 35 minuti alzando la temperatura a 200 °C negli ultimi 10 minuti di cottura. Ricordate di mescolare ogni tanto le patate durante la cottura, così da farle dorare in modo uniforme.

Terminata la cottura sfornate le vostre patate al forno, che saranno belle croccanti, togliete gli spicchi di aglio e servitele in tavola ben calde.

Conservazione

È consigliabile consumare subito le patate al forno per gustarle in tutta la loro croccantezza. Potete però conservare le patate avanzate in frigo, all'interno di un contenitore ermetico, per 1 giorno. Riscaldatele in forno prima di servirle.