ingredienti
  • Farina tipo 00 300 gr • 750 kcal
  • Uova 220 gr • 380 kcal
  • Zucchero vanigliato 100 gr
  • Burro 80 gr • 380 kcal
  • Olio di semi 500 ml • 690 kcal
  • Lievito di birra fresco 15 gr • 750 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

I krapfen sono un dolce tipico austriaco lievitato a base di farina, lievito, uova e zucchero. Ha la forma di una palla schiacciata, si presenta molto soffice e può essere farcita sia con creme che con confetture. La ricetta originale prevede un ripieno di marmellata di albicocche, da aggiungere prima della frittura ed è uno dei dolci di Carnevale più apprezzati in Austria e in Germania. In Italia sono conosciuti come bomboloni o bombe e, in Germania del Nord, sono chiamati "Berliner Pfannkuchen".

Come si preparano i krapfen

Mescolate le uova in una ciotola capiente fino ad ottenere un composto spumoso (1). Versate la farina setacciata in una planetaria e aggiungete lo zucchero vanigliato ed il lievito sbriciolato (2). Lavorate l'impasto versando una prima metà delle uova e facendola assorbire. Aggiungete la seconda metà ottenendo un composto molto umido a cui unirete pezzetti di burro a temperatura ambiente (3).

Fate assorbire completamente il burro ottenendo un composto liscio e trasferitelo su un ripiano infarinato per terminarne la lavorazione e formare una sfera (4). Avvolgete l'impasto all'interno di un foglio di pellicola e lasciate riposare in frigorifero per almeno un'ora. Recuperate l'impasto e stendetelo con un mattarello su un piano infarinato fino ad ottenere uno spessore di circa due centimetri ricavandone le forme con un coppapasta (5). Lasciate riposare i krapfen per ancora almeno mezz'ora e cuoceteli in olio profondo a 160°C fino a completa doratura prima di servirli cosparsi di zucchero vanigliato (6).

Consigli di preparazione

  • Utilizzate le uova a temperatura ambiente e mescolatele per almeno un minuto in modo che incorporino più aria possibile favorendone la lievitazione.
  • Setacciate la farina in modo da evitare la formazione di grumi all'interno dell'impasto.
  • Aggiungete il burro ammorbidito a temperatura ambiente in modo che si amalgami facilmente all'impasto ed evitare una lavorazione eccessiva dello stesso.
  • Aggiungete il pizzico di sale solo alla fine: il sale infatti potrebbe rompere la maglia glutinica che si forma per rendere l'impasto elastico.
  • Terminate la lavorazione dell'impasto su un ripiano infarinato ma evitate di aggiungere troppa farina che lo renderebbe duro.
  • Se intendete farcire i krapfen potete stendere l'impasto ottenendo  uno spessore di due centimetri e farcirli con sac a poche a fine cottura o stenderli ottenendo uno spessore di un centimetro, farcire il centro e richiudere con un secondo disco di impasto per poi richiudere utilizzando un po' d'acqua per far aderire i due strati e procedere alla cottura.
  • Fate attenzione alla temperatura dell'olio, che dovrà aggirarsi intorno ai 160°C, o rischierete di ottenere dei krapfen molto colorati all'esterno ma completamente crudi all'interno.

Conservazione

I krapfen vanno consumati subito e non vanno congelati.