video suggerito
video suggerito

Le 4 migliori impastatrici planetarie del 2024: classifica e quale scegliere

La planetaria è un'impastatrice domestica utile per impastare composti per ricette dolci e salate. Ormai non è più uno strumento utilizzato solo dagli chef ma anche da chi ama cucinare a casa. Non sapete quale scegliere? Ecco alcuni suggerimenti.

A cura di Quale Compro Team
8

La nostra top 4

Immagine

L'impastatrice planetaria è un robot da cucina che impasta, monta e mescola ingredienti di vario tipo, sia solidi che liquidi. Inizialmente destinata alle cucine professionali, ad oggi è presente in quasi tutte le case. Può essere utilizzata per preparare ricette sia dolci che salate: dalla pizza al pane, passando per le torte, le mousse e le creme.

Il suo funzionamento è determinato dal doppio movimento delle fruste che, mosse dal braccio, seguono una traiettoria simile a quella dei pianeti e miscelano gli ingredienti in maniera uniforme.

Che sia a uso domestico o una planetaria professionale, in commercio sono disponibili diversi modelli prodotti da importanti marchi di grandi elettrodomestici come Kenwood, Kitchenaid, Klarstein e Bosch. Per aiutarvi nella scelta, abbiamo stilato una classifica con le migliori planetarie disponibili attualmente in commercio su Amazon.

1. Kenwood KMX750RD

L'impastatrice planetaria più venduta

Immagine

Consigliato per chi cerca un'impastatrice planetaria: compatta; efficiente; robusta

Potenza: 1000 watt

Pro: gli utenti Amazon ritengono questa planetaria molto robusta e poco ingombrante.

Contro: la planetaria potrebbe muoversi in fase di lavorazione, per cui consigliamo di agire sulla brugola di regolazione per far sì che sia ben salda.

Quando si deve acquistare un nuovo elettrodomestico, oltre a leggerne la scheda tecnica, è bene dare un'occhiata alle recensioni di chi ha già fatto l'acquisto. Tra le meglio recensite e più vendute del momento, ad esempio, c'è la planetaria Kenwood KMX750RD realizzata in metallo pressofuso dal design elegante perfetta per le cucine moderne. Grazie al motore da 1000 watt e al recipiente in acciaio inox da 5 L, la planetaria è in grado di impastare, amalgamare e miscelare qualsiasi ingrediente per realizzare gli impasti per pane, pizza e torte. Inclusi con l'impastatrice ci sono 3 accessori: la frusta K per lavorare gli ingredienti secchi, il gancio impastatore per facilitare la lavorazione di pane, pizza e focacce e la frusta a filo per preparare soffici composti spugnosi.

Altre soluzioni consigliate di impastatrici planetarie particolarmente apprezzate dagli utenti:

2. Klarsteinstein Bella

La migliore impastatrice planetaria per rapporto qualità/prezzo

Immagine

Consigliata per chi cerca un'impastatrice planetaria: facile da utilizzare; professionale; robusta

Potenza: 1000 watt

Pro: gli utenti sottolineano la facilità d'uso della planetaria, non solo a uso domestico ma anche professionale.

Contro: il motore tende a surriscaldarsi più velocemente alle alte velocità, per cui consigliamo di prestare attenzione in fase di lavorazione e di scegliere cotture più brevi, se è necessario velocizzare il movimento delle fruste.

Un'impastatrice planetaria può avere un costo elevato. Se ne stai cercando una dalle elevate prestazioni e dal prezzo contenuto, ti segnaliamo il modelloBella di Klarsteinstein; questa impastatrice è dotata di un motore molto potente da 1200 watt he lavora in maniera molto efficiente ma silenziosa. Offre la possibilità di scegliere tra 6 velocità differenti per impastare, passare, sbattere, mantecare e mescolare gli ingredienti in modo da aver impasti lavorati alla perfezione. Oltre alla frusta e un gancio a spirale, è compresa nella spedizione una terrina in acciaio inossidabile da 5,2 L. Si tratta di un robot da cucina facile da utilizzare grazie un sistema di apertura intuitivo. La base dotata di ventose, inoltre, garantisce un alto grado di stabilità dell'elettrodomestico in fase di lavorazione.

Altre soluzioni consigliate di impastatrici planetarie con un buon rapporto qualità/prezzo:

3. Homlee SM-1508

L'impastatrice planetaria più potente

Immagine

Consigliata per chi cerca un'impastatrice planetaria: veloce; con una ciotola capiente; economica

Potenza: 1800 watt

Pro: i commenti positivi riguardano principalmente la capienza della ciotola, molto apprezzata e anche il prezzo, considerato conveniente.

Contro: il coperchio paraschizzi risulta spesso difficile da istallare, ma è possibile ovviare al problema seguendo le indicazioni del manuale di istruzioni.

Più una planetaria è potente, più velocemente potrà lavorare; tra le migliori in circolazione in tal senso c'è la Homlee SM-1508, con un motore da 1800 watt. Realizzata in acciaio inossidabile resistente e durevole sul lungo termine, questa planetaria si caratterizza per la possibilità di scegliere tra 6 velocità differenti a seconda dell'impasto che vogliamo ottenere. Difatti, è possibile realizzare non solo torte e dolci, ma anche pane, pizza e tante altre ricette. La ciotola, anch'essa realizzata in acciaio inossidabile, ha una capienza di 7,2 litri, dotata di maniglia e coperchio apribile. Questo robot da cucina professionale è facilmente lavabile in lavastoviglie: nella confezione sono presenti anche 3 fruste classiche per impastare o montare e una spatola in silicone.

Altre soluzioni consigliate di impastatrici planetarie potenti:

4. Electrolux Ekm5550

L'impastatrice planetaria più professionale

Immagine

Consigliata a chi cerca un'impastatrice planetaria: veloce; multifunzione; pluriaccessoriata

Potenza: 1200 watt

Pro: la maggior parte dei commenti positivi si concentra sulla robustezza e stabilità dell'elettrodomestico. Anche gli accessori in dotazione sono molto apprezzati.

Contro: il grado di silenziosità non è molto alto, specie alle velocità più avanzate, ma non è comunque insopportabile

L'impastatrice planetaria proposta da Electrolux è realizzata in acciaio inox con un motore da 1200 watt e la possibilità di scegliere tra 10 livelli di velocità differenti. Si tratta di un elettrodomestico professionale multifunzione che, grazie ad accessori come la frusta in silicone SoftEdge o il coperchio per la lievitazione PerfectRise, assicura una facile preparazione di pane, pizza, pasta sfoglia o impasti per dolci. Versatile e intuitiva, è dotata di due ciotole da 2,9 lt e 4,8 lt e di un set di accessori che comprende: un gancio impastatore, la frusta piatta in metallo e la frusta piatta in silicone, una frusta a filo e due recipienti con paraschizzi e coperchio.

Altre soluzioni consigliate di impastatrici planetarie professionali: 

Cos'è e a cosa serve un'impastatrice planetaria

L'impastatrice planetaria fa parte della categoria dei robot da cucina ed è in grado di impastare ed amalgamare perfettamente tutti gli ingredienti per la lavorazione di impasti duri.

La sua struttura è formata dal motore, il braccio a cui attaccare i vari accessori ed una ciotola, solitamente in acciaio inox o plastica, dove vengono lavorati gli ingredienti.

Come funziona la planetaria

A differenza di un robot da cucina, la planetaria non è configurata per tritare, emulsionare e, sono il alcuni casi, può cuocere i cibi. Utilizzare una planetaria non è difficile, basta solo un po' di esperienza per prendere dimestichezza con i tempi, le velocità di lavorazione degli differenti impasti e i vari accessori. In genere, in quasi tutte le lavorazioni si parte con una velocità bassa per poi aumentarla man mano che si procede con la lavorazione. Quello che è importante sapere, invece, è a cosa servono le diverse fruste così da usarle nel modo giusto. Proprio per questo, nella guida all'acquisto abbiamo specificato quali tipi di frusta esistono e a cosa serve ognuno di loro.

Le sue performance sono dovute proprio al doppio movimento che svolge il braccio:

  • rotatorio: il braccio fa ruotare su sé stessi gli accessori che sono in uso in quel momento (le fruste, i ganci o la paletta);
  • circolare: oltre a girare su sé stessi, gli accessori svolgono anche un movimento circolare all'interno della ciotola. Grazie a questo movimento, anche gli ingredienti che generalmente restano attaccati ai bordi della ciotola vengono richiamati e amalgamati alla perfezione.

Come scegliere la migliore impastatrice planetaria

Quale planetaria scegliere? Rispondere a questa domanda non è facile, perché in commercio ne esistono tantissime ed è importante analizzarne a fondo tutte le caratteristiche. Tra i fattori più importanti da tenere in considerazione c'è sicuramente la versatilità, la potenza, le funzioni, la marca e, ovviamente, il prezzo.

Marca

Tra i migliori marchi a cui affidarsi per acquistare degli elettrodomestici vi segnaliamo KitchenAid, Kenwood, Klarstein, Bosch, Electrolux, Moulinex, Clatronic e G3 Ferrari, che mettono a disposizione la scheda prodotto di ogni articolo in modo da avere a disposizione tutte le caratteristiche dell'impastatrice e scegliere quella più adatta alle proprie esigenze.

Versatilità

Il numero di funzioni di cui dispone una planetaria ne influenza la sua versatilità di lavorazione. In generale, tutte le impastartici planetarie sono in grado di montare, impastare, amalgamare ed alcune sono abilitate anche per tritare, cucinare e friggere. Oltre a queste funzioni relative alla preparazione dei cibi, ci sono altre funzioni altrettanto importanti che riguardano più direttamente il funzionamento dell'elettrodomestico come la funzione di blocco motore che blocca immediatamente il funzionamento della planetaria se questa viene spostata oppure se un accessorio viene toccato. Infine, c'è la funzione riposo che nel momento in cui percepisce che il motore potrebbe andare sotto affaticamento lo spegne e permettendogli di raffreddarsi.

Potenza

Innanzitutto, bisogna controllare la potenza della macchina. In particolare, dovete tenere conto di:

  • wattaggio, che non dovrebbe mai essere inferiore ai 250W e che può arrivare fino a 1100W per gli apparecchi dotati di funzione cottura;
  • velocità, che deve essere adatta all'utilizzo che ne volete fare. Per gli impasti semplici bastano poche velocità, mentre per le preparazioni più complesse esistono macchine con anche più di 20 velocità diverse;
  • tempo di lavoro, che deve sempre essere elevato, se non volete che l'apparecchio si surriscaldi dopo 20 minuti di utilizzo.

Capacità

Per quanto riguarda la capienza, tenete presente che se volete usare la planetaria per preparare impasti in grande quantità, la ciotola deve essere molto capiente. Questo parametro è misurato in litri e varia da un minimo di 500-600 grammi fino ad un massimo di 2 kg. Prima di scegliere una planetaria molto grande assicuratevi che sia in grado di lavorare la quantità minima di impasto che interessa a voi: se il vostro nucleo familiare è composto da poche persone, probabilmente, non vi servirà una planetaria con capienza di 2 kg.

La capacità incide anche sulla struttura dell'impastatrice e sul suo ingombro. Se avete a disposizione poco spazio e la cucina è di piccole dimensioni, meglio optare per un modello compatto che non soffochi l'ambiente.

Motore

La planetaria può avere due tipi di motori: a presa diretta o a trasmissione. Vediamo nel dettaglio la differenza:

  • a presa diretta: il motore è collegato direttamente al braccio, per cui non vi è dispersione di corrente. Proprio per questo, in questi modelli la potenza nominale indicata è più bassa ma, nella realtà, lavorano ad una potenza superiore. Generalmente, si tratta di modelli più compatti indicati principalmente per la lavorazione di impasti duri;
  • a trasmissione: il motore è posizionato nella parte bassa della planetaria ed è collegato al braccio tramite dei fili. La potenza nominale indicata sull'etichetta sarà più alta perché deve sopperire alla dispersione che c'è tra il motore ed il braccio. Questi modelli hanno una struttura più ingombrante ma offrono anche più funzione.

Stabilità

La stabilità della planetaria dipende direttamente dal suo peso. Il peso ideale per evitare che si muova eccessivamente è di 6 o 7 kg. Infatti, una planetaria con una struttura leggera rischia di cadere dal bancone dove è posizionata o emetterà delle vibrazioni molto accentuate che, oltre ad essere fastidiose, possono essere anche pericolose. In virtù di questo elemento, valutate la presenza di piedini antiscivolo posti sotto la planetaria che assicurino una maggiore stabilità.

Tipologia di fruste

È importante anche verificare la presenza di accessori. La planetaria ha bisogno di diverse fruste, ognuna adatta a un tipo di impasto. In alcuni casi sono incluse nella confezione, in altri vanno acquistati a parte. Quelle più importanti, che dovrebbero essere incluse nell'impastatrice che sceglierete, sono:

  • frusta K, la base, che sostituisce il cucchiaio di legno e le mani. Serve per lavorare gli impasti morbidi, come quelli delle torte;
  • frusta gommata, più delicata, utile ad esempio per unire la panna o gli albumi montati a neve a un impasto;
  • frusta a filo, che serve per montare e aggiungere aria a un composto, indispensabile per le meringhe e la panna montata;
  • frusta a uncino o gancio, per gli impasti più duri e lievitati, come quelli del pane e della pizza.

Manutenzione e pulizia

Come tutti gli strumenti utilizzati in cucina per la preparazione di piatti o impasti è importante che siano lavati accuratamente dopo ogni utilizzo. Nel caso dell'impastatrice, ricordiamoci di svolgere tutte le operazioni di pulizia solo dopo aver staccato la spina dalla corrente per non correre rischi inutili. Generalmente, gli accessori e la terrina sono realizzati in acciaio inox e quindi possono essere inseriti direttamente in lavastoviglie, al contrario, la struttura dell'impastatrice dovrò essere pulita utilizzando un panno umido.

Marche

Com abbiamo visto le marche produttrici di impastatrici planetarie sono tante e molte sono anche già famose ed apprezzate per loro affidabilità. Kenwood è senza dubbio il top di gamma perché offre planetaria con molteplici funzioni ed alte prestazioni. Subito dopo c'è KitchenAid che, oltre all'efficienza, è molto attento anche al design dei suoi elettrodomestici ed è il brand perfetto per chi cerca una planetaria anche bella da mettere in mostra. Infine, ci sono Electrolux, Moulinex, Bosch, Klarstein, Ariete, Clatronic e G3 Ferrari, che offrono un buon compromesso tra efficienza e costi.

Prezzo

Purtroppo, le planetarie delle migliori marche e con più funzioni sono anche le più costose. Valutate attentamente, però, il rapporto qualità-prezzo, leggendo attentamente le recensioni di chi ha acquistato online l'impastatrice. Su siti come Amazon, ad esempio, nella categoria delle planetarie, è possibile filtrare i risultati per fascia di prezzo e recensioni. Se non dovete preparare impasti complessi e in grandi quantità, è possibile trovare delle soluzioni molto valide che costano tra i 200 ed i 500 euro.

Perché acquistare un'impastatrice planetaria

I motivi per cui conviene avere in cucina una planetaria sono diversi.

Per prima cosa, un elettrodomestico di questo tipo permette di risparmiare tempo: la planetaria è in grado di lavorare, miscelare ed amalgamare quantità di impasti maggiore rispetto ad un normale robot da cucina permettendo di risparmiare molto tempo. Ma non è tutto: la qualità delle lavorazioni ottenute con l'impastatrice planetaria è notevolmente più alta rispetto ad altri elettrodomestici simili. Inoltre, questo elettrodomestico è molto versatile, poiché consente di realizzare piatti dolci e salati in maniera facile e veloce, anche in grandi quantità.

Dove acquistare la planetaria

Le planetarie che vi abbiamo suggerito sono solo alcune delle migliori attualmente in commercio. Tutti i negozi di elettrodomestici vendono impastatrici, ma ovviamente la scelta è ridotta rispetto ai grandi siti di e-commerce, come Amazon, dove la categoria delle planetarie contiene decine di modelli, adatti a ogni esigenza e di tutte le fasce di prezzo.

Acquisti correlati – altri prodotti consigliati

Se hai deciso di acquistare un'impastatrice planetaria, potrebbero tornarti utili altri elettrodomestici da cucina utili a velocizzare e automatizzare le preparazioni: di seguito trovi qualche consiglio utile.

Frullatore a immersione

Per sminuzzare, amalgamare e polverizzare, puoi tornarti utile un frullatore a immersione di ultima generazione; ecco quali sono i migliori in circolazione:

Friggitrice ad aria

La friggitrice ad aria è un fornetto che permette di effettuare cotture simili alla frittura, ma più leggere e salutari, oltre che più veloci. Abbiamo raccolto per te i modelli più professionali in vendita online:

I contenuti Quale Compro sono redatti da un team di esperti, esterni alla redazione Cookist, che analizza, seleziona e descrive i migliori sconti, prodotti e servizi online in maniera affidabile ed indipendente. In alcune occasioni, viene percepita una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti nel testo, senza alcuna variazione del prezzo finale.

Per eventuali informazioni o segnalazioni scrivere a qualecompro@ciaopeople.com

Immagine
quale compro

La tua guida per lo shopping

Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
8
api url views