Le erbe aromatiche sono uno degli ingredienti più interessanti da usare in cucina: basta un trito di menta per dare al piatto un tocco balsamico, qualche fogliolina di basilico per preparare un sugo a regola d'arte, il prezzemolo sulle verdure grigliate per aumentarne la freschezza. Il metodo  migliore, per usarle al meglio, è quello di coltivarle a casa: anche chi non ha un giardino può farlo, perché basta un piccolo balcone o un davanzale assolato. Ma quando non sono di stagione, come fare ad averle sempre a disposizione? Ecco dei semplici trucchi per conservare al meglio le vostre erbe aromatiche e poterle così usare tutto l'anno.

1. Metterle a seccare

Il metodo più semplice e anche il più usato è quello di far seccare le erbe aromatiche e poi metterle in barattoli di vetro, per averle sempre a disposizione. Per seccarle a casa basta appendere un mazzo di erbe fresche a testa in giù in una stanza ariosa, per circa una settimana. In alternativa, potete seccarle anche in forno: basterà distribuire foglie rametti su una teglia e asciugarle a 100 °C per 3 ore. Terzo metodo, il più veloce, è quello di seccarle al microonde: posizionate le erbe tra due strati di carta assorbente e cuocetele al massimo della potenza per 1-2 minuti. Se non sono ancora asciutte, cuocetele ancora nel microonde con intervalli di 30 secondi finché non avranno perso tutta la loro acqua. Una volta seccate le erbe, basterà metterle in un barattolo a chiusura ermetica e, se possibile, conservarle in un luogo fresco e asciutto, lontano da fonti di calore.

Non tutte le erbe aromatiche però danno il meglio se secche: questi metodi sono ideali per salvia, rosmarino, timo, origano, meno efficaci per erbe come basilico, prezzemolo, menta, che generalmente si usano fresche.

2. Congelarle

Secondo metodo più usato è quello del congelamento: il vostro freezer vi aiuterà ad averle a disposizione tutto l'anno. Tritate le erbe fresche e mettetele negli scomparti vuoti di una vaschetta per il ghiaccio, quindi versate l'acqua in ogni scomparto e mettete le vaschette nel congelatore. In questo modo, basterà staccarne un cubetto all'occorrenza: usando questo metodo, inoltre, potete anche creare dei mix di erbe per piatti specifici. Ideale per erbe che di solito si usano da fresche come menta, erba cipollina, basilico, prezzemolo, maggiorana, coriandolo.

3. L'olio aromatizzato con le erbe

Non molti sanno che le erbe possono essere usate per creare degli oli aromatici da usare direttamente sui piatti, a crudo, ma anche per cuocere degli alimenti (evitando però di scaldare troppo l'olio). Un metodo semplicissimo, ideale per qualsiasi tipo di erba, per cui vi occorrono solo dei barattoli di vetro puliti e sterilizzati, un olio extravergine d'oliva di qualità e le erbe che amate di più: anche in questo caso è possibile creare composizioni, i cosiddetti blend, aggiungendo, oltre alle erbe aromatiche, anche aglio, peperoncino, capperi e così via.

4. Sotto sale

Anche la conservazione sotto sale può essere usata per avere a disposizione le vostre erbe anche fuori stagione. Per farlo basterà lavare e asciugare le erbe, quindi metterle in un barattolo di vetro alternando strati di sale marino e erbe. Potete decidere se usare il sale grosso o quello fino: nel primo caso userete solo le erbe, nel secondo caso potrete usare anche il sale come condimento. Ideale per ogni tipologia di erba, questo metodo dà il meglio di sé con prodotti come salvia, timo e rosmarino.

5. Sott’aceto

Così come con l'olio, anche l'aceto è utilissimo a conservare le erbe aromatiche con il vantaggio, anche in questo caso, di creare anche un condimento pronto all'uso. Conservare le erbe aromatiche sott'aceto, infatti, è semplicissimo: per prima cosa lavatele, asciugatele e lasciatele per qualche ora stese su un panno di cotone, ben distanziate, in modo che perdano l'umidità; poi sfregatele leggermente per far uscire un po' di aroma, sistematele sul fondo di un barattolo di vetro e copritele con l'aceto: noi consigliamo l'aceto di mele, più delicato, oppure quello di vino bianco. Con questo metodo potete conservare al meglio erbe come alloro, maggiorana, aneto, salvia, timo, rosmarino e origano.