8 Marzo 2022 15:00

Erbe aromatiche sott’olio: dal prezzemolo alla maggiorana, come preparare le conserve

Se hai comprato una quantità eccessiva di erbe aromatiche, sappi che puoi conservarle sott'olio, ottenendo così un condimento sempre pronto all'uso. Ecco come fare.

A cura di Redazione Cucina
739
Immagine

Le erbe aromatiche sono un ingrediente importantissimo in cucina, non solo perché riescono a donare un tocco aromatico unico alle ricette che prepariamo, ma anche perché ognuna di loro vanta benefici importanti per il benessere fisico. Spesso però capita di comprarne in grandi quantità e di non riuscire a consumarle tutte: ci sono diversi metodi per conservarle al meglio, dall'essiccazione al congelamento. Oggi però parleremo di una specialità che è a metà fra la conserva e la ricetta: le erbe aromatiche sott'olio. Dal prezzemolo all'origano, infatti, è possibile conservare le erbe aromatiche anche sott'olio, così da averle a disposizione per diversi mesi.

Erbe aromatiche sott'olio singole: prezzemolo, basilico e maggiorana

Potete conservare erbe aromatiche sott'olio a patto che siano fresche: erbe come l'origano o l'alloro, vanno semplicemente seccate in modo naturale, perché così si esprimeranno al meglio. Altre erbe come prezzemolo, basilico, maggiorana, aneto, coriandolo e così via possono invece essere tagliata e messe sott'olio.

Immagine

Per preparare un sott'olio con il prezzemolo lava le sue foglie e asciugale bene; su un tagliere taglia a prezzi grossi un aglio e poi le foglie del prezzemolo, senza gambi, più sottilmente (ma senza esagerare). Metti il tutto in un barattolo pulito e asciutto, possibilmente sterilizzato, e copri il tutto di olio extravergine d'oliva. Chiudi bene il tutto e conservalo in frigo: quando ti servirà del prezzemolo potrete prelevarne una parte, usarlo insieme all'olio, e rimettere il barattolo in frigo, assicurandoti di chiuderlo bene. Stesso procedimento puoi attuare con altre erbe come maggiorana, timo fresco, rosmarino fresco, aneto, erba cipollina, coriandolo e così via, ma anche con spezie come il peperoncino fresco, indicatissimo per preparare il così detto l'olio santo.

Quale olio usare? Noi ti suggeriamo l'extravergine, così che il mix olio ed erbe aromatiche dia un sapore intenso al piatto, ma se preferisci un sapore più leggero, puoi optare per un olio di semi di buona qualità.

Erbe aromatiche sott'olio: le ricette

Se non hai voglia di preparare diversi barattoli di erbe aromatiche, puoi preparare una conserva unica: ricorda però che questa conserva avrà il profumo di tutte le erbe aromatiche inserite. Ti lasciamo qui un esempio di un olio aromatizzato con olio, aglio, rosmarino e ginepro, preparazione molto versatile, e qualche altra ricetta che può rivelarsi molto utile in cucina.

1. Come preparare l’olio aromatizzato con aglio, rosmarino e bacche di ginepro
Olio aromatizzato

L’olio aromatizzato è un ottimo condimento da tenere sempre a portata di mano in cucina, per condire e insaporire in maniera sana e gustosa le pietanze più disparate: una ricetta facile e veloce, che vi darà grandi soddisfazioni per settimane. Per farlo non serve granché: naturalmente un olio extravergine di qualità, le vostre erbe preferite e un insaporitore come l'aglio; ma potete farlo anche con le erbe aromatiche e basta, per un condimento più delicato, o inserendo del peperoncino, per una versione piccante. Inoltre, avrete bisogno di barattoli da chiudere e conservare al buio per 2-3 settimane e di un colino per filtrare il tutto. Provate questa preparazione e diteci cosa ne pensate.

Leggi tutta la ricetta
2. Olio al basilico: la ricetta del condimento aromatizzato
Immagine

L‘olio al basilico è un'idea gustosissima per arricchire i vostri piatti, in particolare d'estate quando abbiamo voglia di sapori freschi e delicati. Potete utilizzare l'olio al basilico come alternativa al classico olio da cucina, oppure usarlo per esaltare i sapori mediterranei dei vostri piatti.

Leggi tutta la ricetta
3. Peperoncini piccanti sott’olio: la ricetta per prepararli croccanti con semplici passaggi
Immagine

I peperoncini sott'olio sono una conserva facile e veloce da preparare. Per realizzarli croccanti e senza muffe, evitando anche il rischio botulino, vi occorreranno semplici consigli e pochi ingredienti: peperoncini piccanti freschi, sale, aceto, olio extravergine d'oliva e vasetti sterilizzati.  Seguendo tutti i passaggi alla perfezione otterrete una conserva squisita, proprio come quella preparata dalle nostre mamme e dalle nostre nonne: i vostri peperoncini piccanti saranno così croccanti, e non correrete il rischio di trovarli mollicci e ammuffiti.  Una volta pronti, conservate i vostri peperoncini piccanti sott'olio e utilizzateli come condimento per pasta, bruschette, o per le ricette a cui volete donare un sapore forte e deciso. Inoltre potete utilizzare l'olio piccante dei peperoncini, chiamato anche olio santo, per insaporire e aromatizzare le vostre pietanze.

Leggi tutta la ricetta
739
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
739