Succose, zuccherine e ricche di benefici per la nostra salute, le pesche sono tra i frutti più amati e apprezzati durante i caldi mesi estivi. Gialle, bianche, nettarine o "percoche", le pesche sono ricche di sali minerali, proteine e fibre, aiutano la salute di pelle e occhi e hanno un effetto depurativo e saziante. Non solo in ricche e fresche macedonie, le pesche possono essere gustate in modi diversi in cucina, per preparare dessert e piatti sfiziosi e golosi. Scopriamo insieme tutti i segreti di questi frutti estivi, come riconoscerli e gustarli al meglio.

Proprietà delle pesche

Le pesche sono ricche di acqua (circa il 90%) e povere di calorie (appena 28 per 100 gr), motivo per cui sono considerate un frutto adatto alle diete dimagranti. Sono ricche di sali minerali tra cui potassio, fosforo, ferro, magnesio e calcio e non mancano le vitamine, in particolare la vitamina C (una pesca al giorno permette di coprire fino al 15% del fabbisogno del nostro corpo), vitamina B, K e vitamina E. Le pesche sono ricche di fibre e contengono una buona quantità di betacarotene, sostanza che il nostro corpo trasforma in vitamina A e che aiuta non solo la pelle, ma anche la salute degli occhi. La varietà a polpa bianca, più delle altre, contiene un buon quantitativo di iodio, sostanza utile al funzionamento della tiroide.

Benefici

Le pesche, grazie alle loro proprietà nutrizionali, apportano molti benefici al nostro corpo, soprattutto se consumate nella stagione giusta, quella estiva. Fra i più importanti troviamo:

  • La massiccia presenza di acqua e di fibre rendono le pesche diuretiche e drenanti, considerate per questo motivo ottime per chi segue una dieta dimagrante o per chi vuole eliminare i liquidi in eccesso;
  • la vitamina C aiuta e stimola la naturale funzione del sistema immunitario e aiuta l'assorbimento del ferro;
  • il potere diuretico delle pesche le rende ottime alleate dei reni e della vescica;
  • la presenza di betacarotene, sostanza che il nostro corpo trasforma in vitamina A, rende le pesche ottime per la salute della nostra pelle e dei nostri occhi;
  • abbassano il colesterolo grazie alle fibre e, per lo stesso motivo, aiutano la regolarità intestinale: le pesche sono infatti indicate per chi soffre di stipsi o problemi intestinali di natura più generale;
  • il selenio contenuto nelle pesche svolge un'azione protettiva delle nostre cellule e dei tessuti;
  • i sali minerali che contengono aiutano il nostro corpo a mantenersi idratato e in equilibrio: in particolare, il potassio svolge un effetto ricostituente e aiuta a regolare il battito cardiaco. Sono perfette quindi nei mesi più caldi, quando a causa delle alte temperature perdiamo molti liquidi sotto forma di sudore;
  • le pesche, in particolare quelle a pasta bianca, contengono iodio, una micronutriente che aiuta il funzionamento della tiroide e per questo motivo sono indicate per chi soffre di ipotiroidismo;
  • le pesche sono indicate anche per contrastare forme lievi di cefalea, grazie all'effetto drenante che aiuta a decongestionare il micro circolo cerebrale.

Usi in cucina

Con o senza buccia a seconda dei gusti e delle varietà, le pesche possono essere gustate in diversi modi: da una semplice macedonia fresca per una merenda estiva, a una delicata marmellata fatta in casa per colazioni salutari.

Se non volete rinunciare al sapore delle pesche durante il resto dell'anno, potete sciropparle e averle così sempre a disposizione; altrimenti potete cimentarvi in una deliziosa torta alle pesche (assolutamente da provare la variante con il cioccolato bianco) o, perché no, in una sfiziosa cheesecake, una ricetta senza cottura che stupirà i vostri amici e commensali.

Per un classico intramontabile invece, vi consigliamo la crostata di pesche e amaretti, un incredibile equilibrio di gusti e consistenze. Infine, se volete festeggiare una ricorrenza importante con una bevanda estiva potete provare la celebre sangria con le pesche: la cosa importante è che, oltre alle pesche fresche, scegliate un vino di qualità.