La salviaè una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Lamiacea: in realtà si tratta di vari tipi di piante che ricadono in questo insieme, all'interno del quale troviamo varietà sia annuali sia perenni, utilizzate per scopi alimentari o terapeutici. In cucina, dove viene utilizzata la varietà officinalis (Salvia officinalis L.), la salvia è una delle erbe aromatiche più amate, grazie al suo profumo intenso in grado di rendere speciale ogni tipo di ricetta e preparazione.

Secca o fresca, la salvia vanta proprietà antibatteriche, antisettiche, diuretiche e antinfiammatorie ed è considerata fin dall'antichità una pianta medicinale, di qui il suo nome dal latino "salvo" cioè salvare. Diffusa in tutti i paesi a clima mite, la salvia si presenta in forma cespugliosa con un fusto prima verde e poi legnoso, con foglie di colore grigio – verde e la parte superiore leggermente vellutata. Ecco tutto quello che dovete sapere sulla salvia: proprietà, benefici e come usarla al meglio in cucina.

Proprietà della salvia

La salvia è una pianta officinale a cui, fin dall'antichità, vengono riconosciute proprietà medicinali e quasi magiche e, a ben guardare il suo profilo nutritivo, non c'è da stupirsi. Le foglie di salvia sono ricche di sostanze antiossidanti e antibatteriche: contengono infatti flavonoidi, sostanze amare e acidi fenolici, in particolare acido caffeico, vanillico e rosmarinico. L'olio essenziale contenuto nella salvia a cui vengono riconosciute la maggior parte delle proprietà benefiche della pianta, è ricco di chetoni, acetato di borneolo, pinene e canfora; nelle foglie è discreta la presenza di vitamine e sali minerali (tra cui spicca il sodio), mentre sono irrilevanti le quantità di proteine, grassi e zuccheri.

Benefici

Antiossidante, antibatterica, utile in caso di cattiva digestione e alleata preziosa contro tosse e malanni di stagione: davvero una pianta così piccola può fare tutto questo? Assolutamente sì, vediamo tutti i benefici della salvia nel dettaglio:

  • Digestiva e antispasmodica: la salvia viene da sempre utilizzata per contrastare i dolori da intestino irritabile e cattiva digestione;
  • olio essenziale e flavonoidi contenuti nella salvia svolgono un'azione estrogenica: sono utili in caso di dolori mestruali, sindrome premestruale e amenorrea;
  • l'acido carnosico e i triterpeni hanno un effetto antinfiammatorio e diuretico, per questo motivo la salvia è consigliata in caso di ritenzione idrica, lievi forme di mal di testa e reumatismi;
  • la salvia è considerata una valida alleata non solo contro i disturbi digestivi ma anche in caso di perdita dell'appetito;
  • antisettica e balsamica: decotti e preparati a base di salvia sono efficaci contro tosse, bronchite, raffreddore e malanni di stagione;
  • salvia amica della salute dentale: la parte superiore delle foglie di salvia, se strofinata sui denti, ha un effetto sbiancante e purificante dell'alito;
  • azione ipoglicemizzante: la salvia abbassa i livelli di glicemia nel sangue ed è utile in caso di diabete;
  • la salvia ha un effetto tonico ed energizzante ed è in grado di contrastare forme di eccessiva o abbondante sudorazione;
  • la salvia viene impiegata per trattare disturbi gastrointestinali come diarrea e flatulenza;
  • la salvia è considerata uno dei migliori rimedi naturali per combattere l'insonnia.

Usi in cucina

Come usare la salvia in cucina? Potrà sembrarvi quanto meno curioso, ma con questa incredibile pianta potremmo cucinare un intero menù e no, non stiamo scherzando. Tutti conoscono i saltimbocca alla romana e i tortellini burro e salvia, grandi classici della nostra tradizione culinaria, intramontabili perché semplicemente squisiti.

Vorremmo però portarvi a esplorare diversi sentieri culinari e giocare con la salvia in modi nuovi: mai pensato di cucinarla in pastella e portare in tavola un antipasto decisamente alternativo? E se vi dicessimo che può facilmente diventare l'ingrediente di una marinatura fresca, magari da usare con del merluzzo per una cena genuina ed equilibrata?Per gli appassionati di piatti autunnali, consigliamo i ravioli di burro, zucca e salvia, per un primo piatto della domenica con cui stupire i vostri commensali.

Ultimo ma non per importanza, per combattere insonnia e cattiva digestione, preparate un infuso a base di salvia: vi basterà far bollire qualche foglia per due minuti e poi lasciare a riposare per altri dieci minuti, prima di filtrare e gustare un profumato e salutare decotto.