ingredienti
  • Pesce spada 600 gr
  • Pane raffermo 120 gr • 79 kcal
  • Capperi 25 gr • 25 kcal
  • Olive nere 60 gr • 79 kcal
  • Olio extravergine di oliva Q.B. • 0 kcal
  • Pepe nero Q.B. • 79 kcal
  • Pangrattato 40 gr • 0 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Gli involtini di pesce spada sono un secondo piatto di pesce della tradizione siciliana e si prepara con pesce spada, pane, olive, capperi e menta. Otterrete così delle bracioline preparate con fette di pesce spada avvolte da una gratinatura golosa, che potrete rendere più croccante aggiungendo una granella di nocciole, mandorle o pistacchi. Il ripieno può cambiare se seguiamo la variante trapanese o messinese ma la ricetta, in sostanza, è la stessa. Se preferite un gusto più agrumato, aggiungete anche la scorza grattugiata di un limone o di un'arancia.

Ottimi per un pranzo o una cena mediterranea, gli involtini di spada si preparano in poco tempo e sono adatti ad ogni stagione dell'anno.

Come si preparano gli involtini di pesce spada

Spellate, lavate ed asciugate il pesce spada, assottigliando lo spessore con l'aiuto di un batticarne ad uno spessore di circa 5 millimetri (1). In un mixer versate il pane raffermo, i capperi, le olive, il pan grattato e la menta (2). Lavorate ad alta velocità, aggiungendo quindi un filo d'olio e regolandovi con il pan grattato per ottenere la giusta consistenza per la farcia. Distribuitela sulla superficie del pesce spada e formate i rotolini senza fare pressione in modo che questi non si rompano in cottura. Cospargete con il resto della farcia sistemandoli su una teglia rivestita di carta da forno. Infornate quindi a 200°C per circa 10 minuti a modalità grill (3).

Conservazione

Gli involtini di pesce spada devono essere consumati subito dopo la loro preparazione.

Consigli

Non scegliete fette di pesce spada troppo spesse: il consiglio è di chiedere di averlo tagliato già sottile o, in alternativa, tagliate le fette in due, per il senso della lunghezza. Quando assottigliate le fette fatelo con delicatezza, perché il pesce tende a sfaldarsi facilmente.

Non superate i dieci minuti di cottura in modo da evitare che il pesce spada si secchi ed ottenendo quindi allo stesso tempo una crosticina perfetta sulla superficie.