ingredienti
  • Pesce spada a fette 8
  • Pangrattato 5 cucchiai • 21 kcal
  • Pecorino grattugiato 3 cucchiai
  • Uva passa 2 cucchiai
  • Prezzemolo fresco 1 mazzetto • 21 kcal
  • Limone 1 • 29 kcal
  • Spicchio di aglio 1 • 0 kcal
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 79 kcal
  • Pinoli q.b. • 595 kcal
  • Foglie di alloro q.b.
  • Sale q.b. • 0 kcal
  • pepe q.b. • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Gli involtini di pesce spada alla trapanese sono un secondo di mare saporito e aromatico, molto semplice da preparare. Direttamente dalla tradizione culinaria siciliana – fatta di profumi di agrumi, contrasti dolci e finiture con mollica di pane – questi involtini rispondono perfettamente ai sapori classici del territorio per un risultato che non potrebbe essere nient'altro che "siculo". Sono perfetti anche come piatto per una gita fuori porta, una giornata al mare o un pic-nic, se ben conservati, da freddi, in una borsa termica. Scoprite come prepararli alla perfezione seguendo la nostra ricetta.

Come preparare gli involtini di pesce spada alla trapanese

tritare aglio e prezzemolo

Mondate l'aglio e tritatelo finemente insieme al prezzemolo (1).

aggiungere la buccia di limone

Raccogliete il pangrattato in un piatto insieme al pecorino, una spolverizzata di pepe, un pizzico di sale, il prezzemolo e l'aglio tritati. Infine aggiungete la buccia grattugiata di limone (2).

aggiungere uvetta e pinoli

Aggiungete l'uvetta ammollata e strizzata, insieme a una manciata di pinoli (3). Mescolate e tenete da parte.

farcire le fettine di pesce spada

Distendete le fette di pesce spada e cospargete ognuna con un po' di ripieno. Poi condite con un giro di olio (4).

formare gli involtini di pesce

Avvolgete ogni fettina su se stessa ben stretta (5) e fermatela con uno stuzzicadenti.

riempire la pirofila

Ungete il fondo di una pirofila dalle dimensioni adeguate e sistemate sul fondo delle fette sottili di limone. Disponete poi gli involtini uno accanto all'altro (6).

Cuocere gli involtini di pesce spada

Distribuite sugli involtini il ripieno rimanente e qualche foglia di alloro da sistemare tra un involtino e un altro. Completate con un giro di olio (7).

Cuocere gli involtini

Cuocete in forno statico preriscaldato a 190 °C per 15-20 minuti, monitorando il livello di doratura. Poi sfornate e servite gli involtini ben caldi (8).

Consigli

Perché la formatura degli involtini avvenga con facilità, chiedete al vostro pescivendolo di fiducia di ricavare dal pesce spada delle fette sottili, spesse non più di 1/2 cm.

Se preferite, potete privare l'aglio della sua anima, cioè la parte verde centrale, in modo che risulti più digeribile.

Benché questa sia la preparazione tradizionale, potete arricchire la ricetta con le erbe aromatiche che amate di più, come la menta o il basilico freschi, oppure sostituendo la scorza di limone con quella di arancia. Anche lasicinel ripieno può variare: provate ad esempio ad aggiungere anche mandorle o noci.

Presentate questo goloso piatto come secondo, accompagnandolo con una fresca insalata o con un contorno tipico siciliano come una caponata di verdure.

Se amate le preparazioni con il pesce, provate la ricetta degli involtini di platessa gratinati.

Conservazione

Dato l'utilizzo di pesce fresco è consigliato consumare gli involtini di pesce spada subito dopo averli preparati. In alternativa potete conservarli comunque in frigorifero per 24 ore al massimo ben chiusi in un contenitore ermetico o coperti con della pellicola trasparente.