21 Agosto 2023 14:00

Dolci italiani: 25 capolavori della pasticceria italiana da provare

Dal tiramisù al babà, passando per gianduiotti, cannoli e maritozzi, fino alle torte da credenza come la paradiso: ecco tante delizie della pasticceria italiana tutte da sperimentare.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Cookist
A cura di Redazione Cucina
104
Immagine

La pasticceria italiana custodisce un patrimonio di ricette immenso: torte da credenza e da frigo, ciambelle e lievitati dolci, dessert monoporzione, biscotti e tartellette, tanto che è praticamente impossibile fare un elenco. Si tratta di una vera e propria forma d’arte che annovera alcune fra le preparazioni più celebri al mondo, protagoniste a volte anche della narrativa e o dei racconti cinematografici.

Partiamo da una ricetta fra le più contese, il tiramisù, uno di quei dolci a cui ci si appassiona già da bambini e che, per qualcuno, diventa la nota dolce per tutta la vita: una vera delizia ormai prodotta in mille varianti. Benché le sue origini non siano ancora chiarissime, si tratta di uno di quei dessert che si mangiano su tutto il territorio nazionale, come la torta paradiso, la diplomatica o il celebre pan di Spagna, probabilmente creazione di un pasticciere genovese alla corte spagnola. Un'altra torta diffusa su tutta la Penisola è la torta mimosa, dedicata alla ricorrenza dell'8 marzo, così come la margherita.

Moltissime le specialità regionali, fra cui spiccano quelle siciliane – con la cassata e i cannoli in testa – e quelle napoletane, che annovera capolavori come la pastiera, le sfogliatelle ricce o frolle, il babà.  Sempre per il capitolo pasticceria del Sud Italia, da non perdere la ricetta del pasticciotto leccese. Diversi comunque anche i dolci che vengono dal Nord e che raccolgono le influenze europee, come i gianduiotti e la torta gianduiotto, celebri preparazioni della pasticceria piemontese, lo strudel, che si serve un po' in tutta Europa, la tenerina pavese e la sbrisolona mantonava. Anche il Centro Italia annovera tanti dolci deliziosi, come il maritozzo romano o le seadas sarde, una sorta crêpes fritte che racchiudono un cuore di formaggio filante. Non ti resta che scegliere le ricette dei tuoi dolci italiani preferiti e metterti subito all'opera.

1. Tiramisù classico: la ricetta originale del dolce italiano più conosciuto
Tiramisù

Mascarpone e savoiardi inzuppati nel caffè della moka compongono il tiramisù, il dolce più iconico della pasticceria italiana, il dessert al cucchiaio freddo tra i più conosciuti e realizzati anche all'estero.

Leggi tutta la ricetta
2. Cannoli siciliani: la ricetta originale del dolce simbolo della pasticceria siciliana
cannoli-siciliani

I cannoli siciliani sono uno dei dolci simbolo della pasticceria siciliana, tra i più conosciuti e amati al mondo insieme alla cassata, alle paste di mandorla e alle iris. Si tratta di sottili cialde di pasta fresca all'uovo, aromatizzata al marsala, avvolte negli appositi cilindri di acciaio e fritte in abbondante olio di semi (oppure nello strutto, come esige la tradizione più rigorosa). Quando le cialde saranno ben dorate e avranno sprigionato in cottura le caratteristiche bolle, si scolano, si farciscono con una crema di ricotta arricchita con gocce di cioccolato fondente e poi si guarniscono con canditi, granella di pistacchi e altre gocce di cioccolato. Venivano preparati tradizionalmente per il Carnevale, ma oggi è possibile gustarli in qualunque momento dell'anno e in tutte le occasioni di convivialità.

Leggi tutta la ricetta
3. Cassata siciliana: la ricetta semplice del celebre dolce siciliano
Cassata siciliana

La cassata siciliana è un grande classico della pasticceria siciliana, in particolare di quella palermitana, e, insieme a cannoli e brioche, uno dei dolci della tradizione regionale più amati e conosciuti. Originariamente preparata in occasione della Pasqua, ma oggi molto diffusa anche in altri periodi dell'anno e soprattutto a Natale, è a base di pan di Spagna, ricotta di pecora zuccherata, gocce di cioccolato e pasta reale, ma ciò che la rende immediatamente riconoscibile – e la distingue dalla più semplice versione al forno – è la sontuosa decorazione realizzata con glassa di zucchero e frutta candita, talvolta impreziosita da disegni e ghirigori di ispirazione barocca.

Leggi tutta la ricetta
4. Sfogliatelle ricce napoletane: la ricetta del grande classico da fare a casa
Sfogliatelle ricce

Le sfogliatelle ricce sono, insieme alla sua versione liscia, il dolce più tipico della pasticciera napoletana. Se le sfogliatelle frolle hanno una preparazione più semplice, secondo cui il tradizionale ripieno di semolino e ricotta è racchiuso in un guscio di pasta friabile, quelle ricce si caratterizzano per il procedimento più lungo e laborioso: la sfoglia, sottile e dalla consistenza tenace, viene cosparsa con lo strutto e poi avvolta su stessa, fino a formare un rotolo molto stretto da tagliare a rondelle. Le fette ottenute, i cosiddetti tappi, vengono lavorate con i polpastrelli unti di strutto e confezionate a forma di cono, da farcire con il classico ripieno. Le sfogliatelle così formate si cuociono in forno ad alta temperatura, così da divenire dorate e croccanti. Fragranti e golose, sono perfette per qualunque occasione: dalla colazione al dessert con cui concludere il pranzo della domenica. Se il vostro sogno è sempre stato quello di prepararle con le vostre mani, seguite la nostra ricetta e non ve ne pentirete.

Leggi tutta la ricetta
5. Sfogliatelle frolle: la ricetta originale del dolce tradizionale napoletano
Sfogliatelle frolle

Le sfogliatelle frolle sono uno dei dolci più famosi della tradizione napoletana, varianti delle classica sfogliatelle ricce: golosi scrigni di frolla ripieni di una crema a base di semolino, ricotta e arancia candita. Qualcuno aggiunge la cannella, qualcuno aggiunge acqua di fiori d’arancio: come tutte le ricette tradizionali, ogni famiglia e pasticcere apporta piccole varianti alla preparazione. Oggi vi raccontiamo come fare questa specialità famosa in tutto il mondo: seguite la ricetta passo passo e diteci cosa ne pensate.

Leggi tutta la ricetta
6. Pastiera napoletana: la ricetta originale con trucchi e consigli per farla in casa
Pastiera

La pastiera napoletana è un dolce tipico della tradizione partenopea e campana in generale che si prepara solitamente in occasione della Pasqua. Costituita da un croccante guscio di pasta frolla che racchiude un ripieno cremoso e profumato a base di ricottagrano cotto, uova, zucchero, latte, aroma di fiori d'arancio e canditi, la pastiera viene guarnita in superficie con strisce di pasta frolla, che secondo la consuetudine devono essere rigorosamente sette, e poi cotta in forno nel tradizionale stampo in alluminio svasato fino a leggera doratura, per un risultato finale davvero irresistibile.

Leggi tutta la ricetta
7. Panna cotta: la ricetta classica dell’intramontabile dessert italiano
Panna cotta

La panna cotta è un grande classico della tradizione italiana, un dolce al cucchiaio semplice e scenografico a base di panna fresca, zucchero e gelatina (colla di pesce), che ricorda nella consistenza il classico budino. Di origini piemontesi – pare infatti sia nata agli inizi del Novecento nelle Langhe – si tratta di un dessert al profumo di vaniglia ideale da servire a fine pasto, in occasione di festività, cene in compagnia e ricorrenze speciali, o da gustare a merenda, per una pausa golosa.

Leggi tutta la ricetta
8. Pan di Spagna: la ricetta originale del pan di Spagna classico
Pan di spagna

Il pan di Spagna è una preparazione di base della pasticceria italiana, tra le più versatili e riprodotte in casa. Gli ingredienti sono pochi ed economici – farina, uova e zucchero – ma, nonostante l'apparente semplicità, può nascondere diverse insidie; basti pensare che la ricetta, temutissima da gran parte dei cuochi, compariva già nel 1855 nel severo programma d'esami per maestri pasticcieri della scuola di Berlino. Il pan di Spagna nasce a Madrid, ma per merito di un cuoco ligure, tale Giovan Battista Cabona, che, in occasione di un banchetto nella capitale spagnola, realizzò una torta leggera e soffice con gli stessi ingredienti del savoiardo piemontese: questa delizia piacque talmente tanto alla famiglia reale che in un primo momento fu chiamata "pan genovese", proprio in onore del suo artefice.

Leggi tutta la ricetta
9. Pasticciotti leccesi: la ricetta dei dolcetti di pasta frolla ripieni di crema
Pasticciotti leccesi

I pasticciotti leccesi sono dei dolcetti ovali a base di pasta frolla tipici della tradizione pugliese, in particolare delle città di Lecce e Galatina. Nella versione classica, sono degli scrigni di frolla farciti con crema pasticciera e amarene sciroppate. Golosi e friabili, i pasticciotti non mancano mai nelle pasticcerie di gran parte della Puglia e sono perfetti per una colazione o uno spuntino da leccarsi i baffi. Insieme a taralli e panzerotti sono uno dei simboli per eccellenza del tacco dello stivale.

Leggi tutta la ricetta
10. Maritozzi con la panna: la ricetta del lievitato dolce tipico romano
servire i maritozzi

I maritozzi con la panna sono delle brioche dolci tipiche della pasticceria romana, che si consumano generalmente per la colazione nei bar della Capitale. Si tratta di soffici panini dolci realizzati con un impasto lievitato a base di farina, uova, latte, zucchero, olio, miele e scorza di agrumi, come arancia e limone. Una volta cotti e ben gonfi, vengono tagliati nel senso della lunghezza e farciti con panna montata. Soffici e spugnosi, sono una specialità a cui è impossibile resistere.

Leggi tutta la ricetta
11. Seadas (sebadas): la ricetta originale dei dolci fritti della tradizione sarda
Immagine

Le seadas, o sebadas, sono dolcetti fritti a forma di raviolo tipici della cucina sarda, vero e proprio dolce simbolo della pasticceria regionale. Amate sia dai locali che dai turisti, sono costituite da una friabile sfoglia di semola che racchiude un saporito ripieno a base di pecorino sardo fresco, e da tradizione vengono servite calde con miele di castagno o di corbezzolo, un miele locale di colore scuro e dal sapore lievemente amarognolo.

Leggi tutta la ricetta
12. Torta caprese: la ricetta del classico dolce campano
Torta caprese

La torta caprese, così come lascia intendere il nome, è un dolce tipico dell'isola di Capri a base di cioccolato fondente e mandorle. Si tratta di uno dei capisaldi della pasticceria partenopea, conosciuto e molto amato in tutta la penisola per la sua irresistibile golosità. Ciò che la rende unica e immediatamente riconoscibile è l'intenso sapore di mandorle, unito a una consistenza interna umida e scioglievole.

Leggi tutta la ricetta
13. Zuppa inglese: la ricetta originale emiliana del goloso dolce al cucchiaio
zuppa-inglese

La zuppa inglese è un dolce al cucchiaio originario dell'Emilia Romagna ma ormai conosciuto e amato in tutta Italia, tanto da essere divenuto con il tempo uno dei simboli della pasticceria casalinga nostrana. Facile e veloce da preparare, la zuppa inglese conta ormai diverse varianti, anche se la versione originale, quella che ti presentiamo oggi, è costituita da strati di soffice pan di Spagna imbevuti nell'alchermes – a volte sostituito da rosolio o rum -, che conferisce loro la tipica colorazione rossa, e intervallati con crema pasticciera classica e al cioccolato.

Leggi tutta la ricetta
14. Torta paradiso: la ricetta originale della torta pavese soffice
torta paradiso

La torta paradiso è il dolce simbolo della tradizione lombarda e un grande classico della pasticceria italiana. Viene realizzata lavorando a lungo il burro morbido con lo zucchero a velo e poi le uova, fino a ottenere un composto gonfio e spumoso; la farina incorporata delicatamente, con movimenti dal basso verso l'alto, e la cottura in forno le conferiranno una consistenza super soffice, quasi impalpabile, e un gusto divino, che può ricordare la torta margherita. Viene poi servita e gustata al naturale, semplicemente spolverizzata con un po' di zucchero a velo per un risultato delicatissimo.

Leggi tutta la ricetta
15. Strudel di mele: la ricetta tradizionale con trucchi e consigli
Strudel di mele

Lo strudel di mele è un dolce tipico della tradizione gastronomica sudtirolese, preparato con una sottilissima pasta arrotolatastrudel in tedesco significa proprio "vortice" – farcita con un delizioso ripieno di mele, uvetta, pinoli e cannella. Nonostante sia oggi considerato un dolce simbolo del Trentino Alto-Adige, sembra che lo strudel abbia origini turche: sarebbe infatti una variante dell’antica baklava, una specialità tipica della Turchia realizzata con strati di pasta fillo, frutta secca e miele. In seguito alle conquiste dei Turchi, il dolce arrivò dapprima in Ungheria intorno al diciassettesimo secolo, dove iniziò ad essere arrotolato e farcito con le mele. Da lì si diffuse in Austria e poi, complici le dominazioni austriache del 1800, nel Nord Italia e in particolare in Trentino Alto-Adige, dove ebbe grande successo grazie alle tantissime coltivazioni di mele tipiche della regione.

Leggi tutta la ricetta
16. Gianduiotti: la ricetta per preparare a casa i cioccolatini alla nocciola piemontesi
gianduiotti

I gianduiotti sono i famosi cioccolatini piemontesi a forma di barca rovesciata, golosissimi e scioglievoli in bocca. Il segreto del loro successo sta tutto nell’impiego della pregiata Nocciola tonda del Piemonte Igp, utilizzata in questa ricetta in pasta e miscelata con il cioccolato fondente fuso, che conferirà alla preparazione l’inconfondibile gusto gianduia.

Leggi tutta la ricetta
17. Torta gianduia: la ricetta del dolce tipico piemontese cremoso e senza glutine
Immagine

La torta gianduia è un dolce tipico della cucina piemontese, una torta golosa e semplice da realizzare, ideale per gli amanti del cioccolato e della nocciola. Si prepara senza farina e senza lievito, ed è quindi adatta a tutti coloro che soffrono di intolleranza al glutine. Grazie al suo morbido cuore fatto con un pan di Spagna al cioccolato, alla delicata glassa posta in cima e alla croccantezza delle nocciole risulterà un dessert non solo scenografico, ma davvero irresistibile. Servitela per un fine pasto domenicale o per un'occasione speciale. Ecco come realizzarla alla perfezione.

Leggi tutta la ricetta
18. Torta sbrisolona: la ricetta originale del dolce tipico mantovano
Torta sbrisolona

La torta sbrisolona è un dolce di origini mantovane, fortemente legato alla tradizione contadina. Il nome deriva dal termine dialettale sbrisa, che significa letteralmente "briciola": dalla consistenza croccante e molto friabile, la sbrisolona si sbriciola molto facilmente. La ricetta originale prevede l'utilizzo di pochi e semplici ingredienti: farina di mais, in aggiunta a quella di frumento, zucchero, mandorle, burro e strutto.

Leggi tutta la ricetta
19. Amaretti: la ricetta dei celebri biscottini secchi profumati e friabili
Immagine

Gli amaretti sono un grande classico della pasticceria italiana. Diffusi da nord a sud in tante varianti diverse, possono essere morbidi e dalla consistenza simile a quella del marzapane, come quelli liguri di Sassello, con una mandorla intera al centro e cosparsi di zucchero semolato, come i pasticcini sardi, o piccoli e dalla consistenza croccante e friabile, come quelli piemontesi e di Saronno. Noi ci siamo ispirati a quest’ultimi, e li abbiamo preparati con le mandorle pelate e armelline, che conferiranno ai biscotti il caratteristico retrogusto piacevolmente amarognolo da cui deriva, appunto, il nome amaretti.

Leggi tutta la ricetta
20. Struffoli: la ricetta originale napoletana del dolce tipico delle feste
Immagine

Gli struffoli sono un dolce natalizio tipico della pasticceria napoletana, goloso e colorato. Si tratta di piccole palline d’impasto aromatizzate all’anice, a base di farina, burro, zucchero, uova e scorze di agrumi grattugiate, che vengono prima fritte in olio di semi bollente e quindi guarnite con il miele, leggermente sciolto sul fuoco, confettini di zucchero colorati e canditi a cubetti.

Leggi tutta la ricetta
21. Torta diplomatica: la ricetta del grande classico della pasticceria italiana
Torta diplomatica

La torta diplomatica è un grande classico della pasticceria italiana. Si compone di due strati di pasta sfoglia, un cuore di pan di Spagna, imbevuto con una bagna al rum, per renderlo morbido e aromatico, e una deliziosa crema diplomatica, che nasce dall'unione tra crema pasticciera e chantilly. Il suo aspetto sontuoso la rende ideale per occasioni speciali, compleanni e feste. Nonostante le origini incerte, sembra sia stata realizzata per la prima volta nel Quattrocento, come dono inviato a Francesco Sforza, Duca di Milano, da parte di un diplomatico del Ducato di Parma. La torta diplomatica è un dolce elegante, dal gusto delicato, che potete servire cosparso semplicemente di zucchero a velo, oppure decorare con panna montata per una presentazione d'effetto. Può essere rettangolare o rotonda, così come la farcitura può essere arricchita con scaglie di cioccolato, pistacchi, pinoli… Scoprite come realizzare la versione originale seguendo passo passo la nostra ricetta.

Leggi tutta la ricetta
22. Babà napoletano: la ricetta del grande classico di origine partenopea
Babà napoletano

Il babà napoletano è un dolce tipico della tradizione partenopea. Si tratta di un impasto lievitato e poco dolce, che viene cotto nel classico stampo scanalato del gugelhupf – oppure in singoli bicchierini di alluminio per la versione monoporzione – per poi essere generosamente imbevuto in una bagna al rum. Il risultato è un dessert soffice, umido, dal gusto marcatamente alcolico, che può essere completato con panna montata, crema pasticciera e frutta fresca.

Leggi tutta la ricetta
23. Torrone morbido: la ricetta tradizionale con i consigli per farlo in casa
Torrone di mandorle

Il torrone morbido è un grande classico della tradizione italiana e cremonese in particolare, un tipico dolce natalizio che deve il suo nome alla presenza nell'impasto di frutta secca tostata: sembra infatti che la parola "torrone" derivi dal verbo latino torrere, che significa "tostare, abbrustolire". A differenza del torrone dei morti napoletano a base di cioccolato, il torrone bianco si prepara con albumi, miele, zucchero e, appunto, frutta secca, in genere mandorle ma spesso anche nocciole o pistacchi. A racchiudere il tutto due fogli di ostia alimentare, la stessa che si utilizza per un'altra specialità di Natale, il panforte toscano.

Leggi tutta la ricetta
24. Torta mimosa: la ricetta classica per celebrare la festa della donna
Torta mimosa

La torta mimosa è il dolce per eccellenza della festa della donna che si celebra l'8 marzo e di cui la mimosa è, appunto, il fiore simbolo. Grazie alla presenza dei cubetti di pan di Spagna, disposti in superficie come decorazione, a simulare i grappoli della mimosa, la torta ricorda questo fiore primaverile sia nell'aspetto sia nel gusto fresco e delicato.

Leggi tutta la ricetta
25. Torta tenerina: la ricetta del dolce ferrarese dal cuore fondente
torta tenerina

La torta tenerina è un dolce tipico della città di Ferrara, una torta al cioccolato così chiamata per la consistenza scioglievole e il cuore tenero e fondente. La crosticina superiore croccante si crepa in cottura come una meringa, ed è la sua caratteristica più amata. Si tratta di una torta senza lievito, realizzata con pochissimi ingredienti, che ha la particolarità di rimanere bassa e morbida all'interno: è soprannominata dai ferraresi anche tacolenta che, in dialetto, significa "appiccicosa" per l'umidità interna dell'impasto.

Leggi tutta la ricetta
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
104