ricetta

Torta diplomatica: la ricetta del grande classico della pasticceria italiana

Preparazione: 120 Min
Difficoltà: Media
Dosi per: 4-6
A cura di Raffaella Caucci
3785
Immagine
ingredienti
per il pan di Spagna
Uova
4
Farina tipo 00
170 gr
Zucchero semolato
160 gr
per la crema pasticciera
Tuorli
5
Amido di mais
40 gr
Zucchero semolato
100 gr
Latte
400 gr
Scorza di limone
q.b.
per la bagna
Acqua
150 ml
Rum
30 ml
Zucchero semolato
1 cucchiaino
Per la chantilly
Panna fresca
200 ml
Zucchero a velo
2 cucchiai
vi servono inoltre
Pasta sfoglia rettangolare
1 rotolo
Zucchero a velo
q.b.

La torta diplomatica è un grande classico della pasticceria italiana. Si compone di due strati di pasta sfoglia, un cuore di pan di Spagna, imbevuto con una bagna al rum, per renderlo morbido e aromatico, e una deliziosa crema diplomatica, che nasce dall'unione tra crema pasticciera e chantilly. Il suo aspetto sontuoso la rende ideale per occasioni speciali, compleanni e feste. Nonostante le origini incerte, sembra sia stata realizzata per la prima volta nel Quattrocento, come dono inviato a Francesco Sforza, Duca di Milano, da parte di un diplomatico del Ducato di Parma. La torta diplomatica è un dolce elegante, dal gusto delicato, che potete servire cosparso semplicemente di zucchero a velo, oppure decorare con panna montata per una presentazione d'effetto. Può essere rettangolare o rotonda, così come la farcitura può essere arricchita con scaglie di cioccolato, pistacchi, pinoli… Scoprite come realizzare la versione originale seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come preparare la torta diplomatica

Stendete la pasta sfoglia, lasciandola sulla sua carta forno, e intagliatela ricavando 2 forme quadrate da 17,5 cm di lato 1.

Cospargete la sfoglia con un po' di zucchero a velo e punzecchiatela con i rebbi di una forchetta 2. Fate cuocere in forno statico a 200 °C per circa 15 minuti, o comunque fino a doratura.

Scaldate il latte con qualche scorzetta di limone. A parte, lavorate i tuorli con lo zucchero e l'amido, quindi versate il latte caldo e fate cuocere, mescolando in continuazione, fino a rassodamento 3. Fate raffreddare la crema coprendola con un foglio di pellicola trasparente a contatto.

Preparate il pan di Spagna: raccogliete le uova a temperatura ambiente in una ciotola, unite lo zucchero e montate fino a quadruplicarne il volume 4.

Incorporate la farina setacciata, mescolando delicatamente e con movimenti dal basso verso l'alto 5.

Versate l'impasto in una teglia bassa e larga, foderata con un foglio di carta forno 6. Fate cuocere in forno statico a 180 °C per circa 12 minuti (fate comunque la prova stecchino).

Trascorso il tempo di cottura, sfornate il pan di Spagna e fatelo raffreddare completamente, coperto con un canovaccio pulito. Poi tagliatelo e ricavate un quadrato delle stesse misure della sfoglia 7.

Montate la panna ben fredda con lo zucchero a velo; appena apparirà soda, incorporatela delicatamente alla crema pasticciera 8.

Sistemate uno strato di sfoglia in un piatto da portata e ricopritelo con un generoso strato di crema 9.

Preparate la bagna mescolando il rum, l'acqua e lo zucchero. Disponete lo strato di pan di Spagna sulla crema e inzuppatelo con la bagna 10.

Ricoprite il pan di Spagna con un altro strato di crema, chiudete con l'ultima sfoglia e pressate leggermente. Lisciate i bordi della torta, cospargete con un po' di zucchero a velo e servite 11.

Consigli

Per maggiore praticità, potete acquistare la pasta sfoglia già pronta (la trovate nel banco frigo del supermercato); in alternativa, potete anche realizzarla in casa.

Potete riutilizzare gli avanzi realizzando dei golosi tartufini: sbriciolate il pan di Spagna restante e amalgamatelo con un cucchiaio di bagna e la crema rimasti. Formate delle palline e passatele nel cacao amaro in polvere; disponetele man mano nei pirottini di carta e conservatele in frigo fino al momento di servire.

Con la pasta sfoglia avanzata, invece, potete preparare dei quadrotti alla crema, dei dolcetti velocissimi e super golosi.

Se non dovesse piacervi il rum, per la bagna, potete sostituirlo con un liquore a piacere (per esempio il limoncello).

Potete profumare la vostra crema pasticciera anche con un pizzico di vaniglia in polvere o di aroma in gocce; per un risultato ancora più goloso, potete arricchire la farcia anche con delle gocce di cioccolato fondente.

Conservazione

La torta diplomatica si conserva in frigorifero, coperta in superficie con un foglio di pellicola trasparente, per massimo 2-3 giorni. Potete anche congelarla e metterla in frigo, per farla scongelare completamente, il giorno prima di mangiarla.

3785
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Dolci
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
3785