ricetta

Cestini di polenta con fonduta ai formaggi: la ricetta dell’antipasto super goloso

Preparazione: 60 Min
Difficoltà: Media
Dosi per: 4 persone
A cura di Gooduria lab
629
Immagine
ingredienti
Media
Polenta istantanea
90 gr
Acqua
380 ml
Provolone dolce
35 gr
Pecorino romano
35 gr
Parmigiano grattugiato
15 gr
Latte intero
250 gr
Gherigli di noci
4
Timo fresco
q.b.
Sale
q.b.
pepe
q.b.
Burro
q.b.

I cestini di polenta con fonduta ai formaggi sono un antipasto ricco, goloso e che vi regalerà grandi soddisfazioni. Semplici e super veloci, vengono realizzati con una polenta a cottura rapida che, giusto per l'occasione, si trasforma nello scrigno prezioso di una farcia morbida e avvolgente a base di formaggi. La decorazione finale con i gherigli di noce e le foglioline di timo darà alla preparazione una piacevole nota croccante e una straordinaria fragranza. Uno sfizio che solleticherà alla perfezione l'appetito dei vostri commensali, ideale da servire come entrée in occasione di una cena o un buffet in piedi o come finger food per un aperitivo più informale. Scoprite come realizzarli passo passo con la nostra ricetta.

Come preparare i cestini di polenta con fonduta ai formaggi

Versate l'acqua in una casseruola, mettete sul fuoco e portate a ebollizione, quindi aggiungete la polenta, setacciandola attraverso un colino 1.

Portate a cottura la polenta mescolando energicamente con una frusta per evitare la formazione di grumi: al termine dovrà essere morbida e non troppo soda 2.

Versate la polenta ancora calda e morbida nei pirottini imburrati (da 8 cm di diametro), riempiendoli per due terzi 3, e poi compattatela per bene.

Con un cucchiaio inumidito di acqua, schiacciate delicatamente la polenta e formate un incavo al centro dei pirottini 4. Lasciate intiepidire.

Fate scaldare il latte in un pentolino a fuoco basso e, poco prima che raggiunga il bollore, aggiungete i formaggi sminuzzati e il parmigiano 5. Profumate con una macinata di pepe e fate sciogliere i formaggi, sempre a fuoco dolce, fino a ottenere una crema densa e omogenea.

Aiutandovi con un cucchiaio, distribuite la fonduta nei cestini di polenta fino a raggiungere il livello del bordo 6.

Profumate con un'altra macinata di pepe e distribuite in superficie i gherigli di noce, tritati grossolanamente, e qualche fogliolina di timo 7. Infornate i cestini a 200 °C e fate cuocere per circa 20 minuti.

Quando la superficie sarà dorata, sfornate i cestini, sformateli delicatamente e serviteli immediatamente 8.

Consigli

Se desiderate ottenere una fonduta più cremosa, potete aggiungere un cucchiaio di amido di mais al latte, oppure provate a sostituire il latte intero con la panna fresca, per una crema più ricca, ma anche più calorica. Potete variare anche i formaggi: se preferite un piatto più delicato, scegliete dei formaggi più dolci come una scamorza, un caciocavallo o una toma fresca. Per una polenta più rustica, acquistate quella a base di farina di mais integrale.

Versatili e dal sapore delicato, i cestini di polenta si prestano ad accogliere diverse farciture: in sostituzione della fonduta, potete aggiungere un cucchiaio di gorgonzola o di un altro formaggio a piacere, completare con qualche listerella di speck o prosciutto crudo e rimettere in forno per una decina di minuti, giusto il tempo che il formaggio si sciolga. A cottura ultimata, profumate con un po' di erba cipollina e servite fumanti.

Se vi è piaciuta questa ricetta sfiziosa e originale, provate anche gli spiedini di polenta e salsiccia e i crostoni di polenta con porcini e taleggio.

Conservazione

È preferibile consumare immediatamente i cestini di polenta con fonduta, appena sfornati e ancora caldi. Nel caso in cui dovessero avanzare, potete conservarli in frigorifero, sigillati con un foglio di pellicola trasparente, per massimo 1-2 giorni. Al momento di consumarli, riscaldateli in forno (in alternativa, potete anche metterli in freezer e infornarli, ancora congelati, poco prima di portarli in tavola).

629
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Antipasti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
629