ingredienti
  • Farina di mais per polenta istantanea 160 gr
  • Acqua 730 ml • 0 kcal
  • Scamorza affumicata 80 gr
  • Uova 2 • 79 kcal
  • Pangrattato q.b. • 0 kcal
  • Olio di semi di arachide q.b. • 690 kcal
  • Sale q.b. • 0 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La polenta in carrozza è un antipasto goloso e semplicissimo da realizzare, la versione invernale della classica mozzarella in carrozza. Potete preparare la polenta da zero, come indicato in ricetta, ma anche riciclarne una porzione avanzata dal pranzo della domenica. Vi basterà tagliarla a fette, una volta ben fredda, e farcirla con la scamorza affumicata, quindi panarla e infine friggerla in olio bollente. Il risultato è una delizia dorata e dal cuore filante, ideale da servire calda come stuzzichino, aperitivo o piatto di una cena più sfiziosa e informale. Scoprite come realizzarla seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come preparare la polenta in carrozza

polenta in carrozza

Preparate la polenta: in un pentolino portate a ebollizione l’acqua salata e poi versate a pioggia la polenta (1).

polenta in carrozza

Mescolate energicamente con una frusta (2) e fate cuocere la polenta per il tempo indicato sulla confezione.

polenta in carrozza

Una volta cotta, versate la polenta in una teglia rettangolare e livellatela con il dorso di un cucchiaio (3). Lasciatela raffreddare completamente.

polenta in carrozza

Sformate la polenta su un tagliere e poi ritagliatela in 6-8 quadrotti (4). Aprite ciascun quadrotto a metà come fosse un panino.

polenta in carrozza

Tagliate la scamorza a fette sottili (5).

polenta in carrozza

Farcite le fette di polenta, a due a due, con la scamorza (6).

polenta in carrozza

Premete leggermente i bordi dei quadrotti, per sigillarli, e poi passateli nell’uovo sbattuto (7).

polenta in carrozza

Scolate i quadrotti di polenta e poi passateli nel pangrattato (8). Ripetete l’operazione per una seconda volta, sistemandoli man mano su una teglia o un piatto.

polenta in carrozza

Fate scaldare l'olio in una padella, portandolo a 175 °C; una volta arrivato a temperatura, tuffate i quadrotti di polenta (9) e friggeteli finché non saranno ben dorati su entrambi i lati.

polenta in carrozza

Scolate i quadrotti di polenta e fateli asciugare su un foglio di carta assorbente da cucina. Conditeli con un pizzico di sale e serviteli caldissimi (10).

Consigli

Per ottenere una panatura impeccabile, il consiglio è di passare le fette di polenta nell'uovo sbattuto e poi nel pangrattato, quindi ripetere l'operazione per una seconda volta.

Per la frittura scegliete l'olio di semi di arachide: caratterizzato da un punto di fumo che supera i 200 °C, è tra quegli oli che alterano meno il gusto dei cibi durante la frittura. La temperatura ottimale è tra i 170-180 °C (meglio munirsi di un termometro da cucina) ed è consigliabile friggere in una padella capiente o in un wok pochi pezzi per volta, proprio per evitare che la temperatura si abbassi troppo.

Quando la polenta in carrozza sarà ben dorata, scolatela per bene e lasciatela asciugare su un foglio di carta assorbente da cucina, senza coprirla per evitare la formazione di umidità. Servitela immediatamente, condendola con un pizzico di sale solo poco prima di portarla in tavola.

Il consiglio è di utilizzare un formaggio asciutto e poco umido; oltre alla scamorza affumicata, potete mettete la provola o la mozzarella per pizza. Potete aggiungere qualche filetto di alice sott'olio, per un gusto più deciso e, a piacere, profumate la polenta con aghi di rosmarino, pepe macinato o salvia tritata al momento.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche i crostoni di polenta con porcini e taleggio e i medaglioni di polenta.

Conservazione

Per assaporarne tutto il gusto e la fragranza, il consiglio è di friggere la polenta in carrozza e gustarla calda al momento; nel caso in cui vi fosse avanzata, conservatela in un contenitore ermetico per 1-2 giorni in frigorifero.