La vitamina A è una particolarmente vitamina importante, soprattutto durante la bella stagione: insieme ad altre vitamine come C ed E, sali minerali come il selenio, è deputata alla tutela della pelle, oltre a favorire un'abbronzatura regolare e sana. Una vitamina essenziale da assumere attraverso il cibo: la possiamo trovare in alimenti come la carne, in particolare, nel fegato, ma anche nelle uova, nel latte e nei suoi derivati. Molti alimenti di origine vegetale contengono invece carotenoidi, dei precursori della vitamina A: fra questi tutta la frutta e verdura di colore rosso e arancione.

Oltre alla protezione della pelle, la vitamina A concorre alla salute degli occhi e al buon funzionamento della vista, rinforza il sistema immunitario, le unghie e i denti, e contribuisce ad allontanare le infezioni. Ecco quali sono gli alimenti di stagione ricchi di vitamina A, da non farsi mancare mai soprattutto nei mesi estivi.

1. Pomodori

Come già detto, il colore rosso o arancione è quasi sempre sinonimo di elevati livelli di carotenoidi: il pomodoro ne contiene 833 ui: fra le varie componenti appartenenti al gruppo dei carotenoidi, spicca in questo caso il licopene, potente antiossidante in grado di rallentare l'invecchiamento cellulare. Inoltre, i pomodori contengono anche 13 mg di vitamina C, che contribuisce alla salute della pelle, fra le altre cose. In estate, dunque, fare incetta di pomodori è davvero importante.

2. Carote

Le carote sono radici una grande fonte di betacarotene, apportano un discreto quantitativo di fibresali minerali importanti, tra cui ferro, calcio, magnesio, zinco, potassio e rame; contengono molta acqua e poche calorie, le carote ricche di nutrimeti e ci aiutano ad abbronzare la pelle gradualmente, proteggendola dai raggi UV che potrebbero danneggiarla.

3. Albicocche

Ottima fonte di sali minerali, soprattutto potassio, le albicocche contengono elevati livelli di vitamina C e carotenoidi, che insieme garantiscono un'abbronzatura naturale, sana e uniforme. Importantissime d'estate per i loro benefici, sono ricche di fibre e contrastano stanchezza e ritenzione grazie al potassio.

4. Peperoni

Un ingrediente immancabile nei mesi estivi, i peperoni apportano molti benefici alla nostra dieta: sono ricchi di vitamina C, carotenoidi, presenti in particolare nei peperoni rossi, e sali minerali come fosforo, potassio, calcio e magnesio. Importantissimi per la salute della pelle, i peperoni aiutano a drenare liquidi e tossine, ma anche a regolarizzare l'intestino grazie alle fibre. Se non li digerite, niente paura: oltre a eliminare semi e filamenti, abbiate cura di spellarli e diventeranno molto più leggeri.

5. Anguria

Dissetante, rinfrescante e dolcissima, l'anguria è uno dei simboli dell'estate. E non potrebbe essere altrimenti, grazie a nutrimenti importanti come betacarotene, vitamina C e potassio. Ricca di acqua e incredibilmente povera di calorie è un frutto piuttosto zuccherino, da consumare lontano dai pasti: la quantità di acqua, unita alla povertà di sodio, può renderlo indigesto e provocare un po' di classico gonfiore.

6. Pesche

Tipiche della bella stagione, le pesche sono una frutta dolce, golosa e ricca di benefici: un vero e proprio concentrato di vitamine, come la C, la K e la E. Contengono un ottimo livello di carotenoidi, ma anche fibre e sali minerali come potassio, fosforo, ferro, magnesio e calcio.

7. Ciliegie

Frutta dal grande potere saziante e ricca di antisossidanti, fra cui naturalmente carotenoidi: parliamo di ciliegie, altro prodotto tipico dei mesi più caldi. Depurative e diuretiche, le ciliegie hanno capacità antinfiammatorie e migliorano la salute del'epidermide. Inoltre, grazie al contenuto di melatonina favoriscono la qualità e durata del sonno.

8. Mango

Fra i frutti esotici più consumati al mondo, il mango è ricco di betacarotene, ma contiene anche molte altre vitamine come le  vitamine del gruppo B, la vitamina C,  la D, la K e la J. Inoltre, contribuisce a migliorare il sistema immunitario, vanta proprietà diuretiche e lassative, oltre a essere indicato stanchezza e stress.