ricetta

Riso alla cantonese

Preparazione: 20 Min
Cottura: 20 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Redazione Cucina
20
Immagine

Il riso alla cantonese è un piatto tipico della cucina cinese. Conosciuto anche come "riso cantonese", è così chiamato in Italia perché onnipresente nei menu dei ristoranti cantonesi: facile da replicare, si prepara in pochi minuti con ingredienti semplici, spesso già disponibili in casa.

Nella cultura cinese è servito tradizionalmente come accompagnamento alle portate principali, quasi alla pari del pane. Realizzarlo è un gioco da ragazzi: il riso, cotto per assorbimento, viene saltato in padella – meglio ancora, nel wok – con tocchetti di frittata, prosciutto cotto a dadini, pisellini, salsa di soia e un fondo di olio di semi e di cipolla tritata.

Il risultato è un primo sostanzioso e ricco, perfetta da consumare per qualsiasi pranzo di famiglia o cena con gli amici. Per una serata in pieno stile Sol Levante, anticipalo da qualche jiaozi e un paio di involtini primavera, e fallo poi seguire da una porzione di maiale in agrodolce, terminando in dolcezza con il gelato fritto: riuscirai a sorprendere tutti i tuoi ospiti.

Naturalmente puoi personalizzare la ricetta come preferisci e sostituire gli ingredienti che ti piacciono di meno. Per una resa ottimale, ricorda di scegliere la varietà di riso più giusta: per capire qual è, dai un'occhiata ai nostri suggerimenti.

Scopri come preparare il riso alla cantonese seguendo passo passo procedimento e consigli. Se ti è piaciuta questa ricetta, prova anche gli xiao mai, il pollo alle mandorle e i noodles fritti alle verdure.

ingredienti

Riso basmati
300 gr
UOVA medie
3
Olio di semi
q.b.
Cipolla
1 piccola
pisellini surgelati
220 gr
Salsa di soia
35 ml
Prosciutto cotto a cubetti
120 gr
Sale
q.b.

Come preparare il riso alla cantonese

Per preparare il riso alla cantonese, inizia proprio dal riso: sciacqualo più volte in acqua fredda, facendogli rilasciare gran parte del suo amido, finché quest'ultima non diventerà traslucida, poi lessalo in acqua bollente salata secondo il tempo indicato sulla confezione 1, scolalo e tienilo da parte.

Sguscia le uova in una ciotola, sbattile con una forchetta, poi versa il composto omogeneo in una padella unta con un goccino di olio di semi di girasole o di arachide 2.

Cuocile a fiamma media fino a farle rassodare, quindi gira la frittata e, quando sarà cotta, spezzettala con una spatola 3 e mettila da parte.

In un altro tegame, versa un filo di olio di semi e lascia soffriggere la cipolla tritata grossolanamente per qualche istante, quindi aggiungi i pisellini surgelati 4 e mescola continuamente.

Quando i pisellini risulteranno ammorbiditi, condiscili con la salsa di soia 5 e prosegui la cottura, continuando a mescolare gli ingredienti.

A questo punto, aggiungi il prosciutto a cubetti 6.

Mescola ancora gli ingredienti, poi unisci il riso cotto e raffreddato 7.

Amalgama ancora per qualche istante, poi completa con la frittata 8 e un pizzico di sale.

Distribuisci per bene tutti i sapori, mescolando gli ingredienti per qualche altro minuto 9.

Il riso alla cantonese è pronto: impiattalo e gustalo in tutta la sua aromaticità 10.

Consigli

Le varietà di riso migliori da utilizzare per questa ricetta sono il basmati e il ribe (Originario): i chicchi vanno prima sciacquati abbondantemente sotto l'acqua corrente fresca, così da perdere amido e non rischiare di sfaldarsi in cottura, risultando compatti e al dente.

Noi abbiamo utilizzato solo la salsa di soia, ma puoi anche unire un goccino di aceto di vino di riso, per un tocco lievemente più dolciastro, oppure l'aceto di mele, altrettanto delicato. Al posto della cipolla, puoi usare un cipollotto e sostituire il prosciutto cotto con dei gamberi scottati velocemente in padella o con del tofu sbriciolato, per una versione vegetariana.

Una volta pronto, si consiglia di consumare il riso alla cantonese al momento, per gustarlo al meglio; se dovesse avanzare, è comunque possibile conservarlo in frigorifero, ben chiuso in un contenitore ermetico, per 1 giorno al massimo.

Curiosità

Nel nostro paese questa pietanza viene chiamata "riso alla cantonese" perché la maggior parte dei ristoranti cinesi diffusi al mondo sono proprio cantonesi, ovvero ispirati alla cucina della città di Canton. In realtà, però, questo piatto nasce nella città di Yangzhou, nella provincia del Jiangsu, tanto che in Cina assume proprio il nome di Yángzhōu chǎo fàn, ovvero "riso fritto di Yangzhou".

Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Primi piatti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
20
api url views