ingredienti
  • Per la sfoglia
  • Farina tipo 0 250 gr • 349 kcal
  • Acqua bollente 150 gr
  • Per il ripieno
  • gamberi sgusciati 200 gr
  • Lonza di maiale 100 gr
  • Cipollotto 1 • 750 kcal
  • Zenzero fresco grattugiato 1 cucchiaino
  • Salsa di soia 2 cucchiai • 750 kcal
  • Olio di sesamo (o di arachidi) 2 cucchiai
  • Amido di mais 1 cucchiaino • 380 kcal
  • Per la decorazione
  • Carote grattugiate q.b.
  • pisellini q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Gli xiao mai sono i classici ravioli cotti al vapore, ripieni di gamberi e carne di maiale, tipici della cucina cinese. Si tratta di "cestinetti" di sfoglia, stesa sottilmente e sigillata ad arte con la pressione delle dita, che accolgono al loro interno una farcia dal gusto delicato e al tempo stesso avvolgente, decorati infine con carote grattugiate e pisellini. Un grande classico della tradizione orientale, reso ancora più saporito e fragrante dalla salsa di soia, lo zenzero fresco e il cipollotto. Buonissimi appena cotti e ancora caldi, sono perfetti da servire come antipasto o primo piatto in occasione di una cena a tema etnico con gli amici più cari. Scoprite come eseguirli alla perfezione seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come si preparano gli xiao mai

preparare impasto

Preparate l'impasto: in una ciotola versate la farina e aggiungete in un colpo solo l'acqua bollente (1).

far riposare impasto

Mescolate con una forchetta, trasferite il composto su un piano di lavoro e proseguite a impastare per qualche minuto, fino a ottenere una palla morbida, liscia e uniforme (2). Avvolgete con pellicola trasparente e fate riposare per 30 minuti.

preparare ripieno

Tritate al coltello la lonza di maiale e i gamberi, già sgusciati e puliti (3).

insaporire ripieno

Trasferite il battuto di carne e pesce in una terrina capiente e insaporite con il cipollotto tritato finemente, la salsa di soia (4), l'olio di sesamo, l'amido di mais e lo zenzero grattugiato.

stendere impasto

Stendete la pasta con un matterello fino a ottenere una sfoglia spessa pochi mm. Ritagliate dei cerchi di circa 6-7 cm di diametro con un coppapasta (5).

farcire

Aggiungete un cucchiaino di ripieno al centro di ogni cerchio (6) e ripiegate verso il centro le estremità, pizzicando leggermente come a voler formare un fiorellino.

posizionare ravioli

Decorate la superficie con la carota grattugiata e qualche pisellino. Foderate la vaporiera (possibilmente di bambù) con un disco di carta forno, quindi sistemate i ravioli distanziandoli almeno 1 cm l'uno dall'altro (7).

cuocere i ravioli

Chiudete la vaporiera (8), posizionatela su una pentola con poca acqua in ebollizione e cuoceteli per circa 15 minuti.

Xiao mai

Una volta cotti, trasferite i ravioli in un piatto da portata e servite, accompagnando con la salsa di soia (9).

Consigli

Per assicurare una cottura impeccabile, è importante che la sfoglia venga stesa molto sottilmente; se possibile, utilizzate una vaporiera in bambù e foderatela con un foglio di carta forno, tagliato a misura, o qualche foglia di verza fresca. In alternativa, potete usare una classica pentola adatta alla cottura al vapore.

Per la sfoglia, al posto della farina 0, potete utilizzare quella di riso: in questo caso i ravioli saranno adatti anche a chi è celiaco o intollerante al glutine.

A seconda dei gusti, potete variare la percentuale di carne e pesce nel ripieno e scegliere di utilizzare più lonza di maiale e meno gamberi, o viceversa. Per comodità potete preparare i ravioli con polpa di maiale già macinata.

Potete utilizzare l'erba cipollina al posto del cipollotto, lo zenzero in polvere al posto di quello fresco e, per un tocco più agrodolce, aggiungere un cucchiaino di zucchero al ripieno. Per una piacevole croccantezza, potete mettere anche una foglia di cavolo verza tritata all'interno del ripieno.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche i gyoza brasati e i ravioli cinesi al vapore.

Conservazione

I ravioli di gamberi al vapore vanno consumati subito. Si possono congelare da crudi, se avete utilizzato tutti ingredienti freschi e non decongelati.