ingredienti
  • Per la sfoglia
  • Farina 00 120 gr • 901 kcal
  • Acqua bollente 90 gr
  • Fecola di patate q.b. • 380 kcal
  • Per il ripieno
  • Macinato di maiale 100 gr
  • cavolo cappuccio bianco 80 gr
  • Cipollotti 30 gr • 79 kcal
  • Zenzero fresco grattugiato q.b.
  • Salsa di soia 10 gr • 750 kcal
  • Sakè 10 gr
  • olio di sesamo (preferibilmente tostato) 10 gr
  • Sale q.b. • 0 kcal
  • pepe q.b. • 79 kcal
  • Per la salsa
  • Salsa di soia 50 gr • 750 kcal
  • Aceto di riso 40 gr • 10 kcal
  • olio piccante al peperoncino q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

I gyoza brasati sono i ravioli di carne tipici della tradizione culinaria nipponica e derivano dai jiaozi cinesi. Sono dei fagottini di pasta, stesa sottilmente e sigillata ad arte con la pressione delle dita, ripieni di macinato di maiale, cavolo cappuccio, cipollotti, zenzero fresco e salsa di soia, ingredienti che rendono il loro sapore unico e inconfondibile. Vengono rosolati in padella, per ottenere la crosticina dorata, e poi cotti al vapore con la tecnica della brasatura, aggiungendo un poco di acqua e chiudendo con il coperchio. Si servono solitamente come antipasto, intinti nella salsa di soia o agrodolce, e sono perfetti da realizzare in casa per stupire gli ospiti in occasione di un aperitivo o una cena speciale. Scoprite come fare seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come preparare i gyoza brasati

1_versare acqua calda_gyoza©Gooduria lab

Preparate la pasta: portate a ebollizione 90 gr di acqua e versatela in una ciotola con la farina; iniziate a impastare con una forchetta (1).

3_impastare_gyoza©Gooduria lab

Quando la temperatura dell’impasto si sarà abbassata, trasferitelo su un piano di lavoro, spolverizzato con un po' di fecola di patate, e impastate con le mani per circa 10 minuti (2).

4_riposare pasta_gyoza©Gooduria lab

Formate un panetto sodo e omogeneo, trasferitelo in una ciotola, copritelo con un telo da cucina e lasciatelo riposare per circa 30 minuti (3).

5_tritare cavolo_gyoza©Gooduria lab

Pulite il cavolo e il cipollotto, quindi tritateli finemente (4).

8_saké e salsa soia_gyoza©Gooduria lab

Trasferite il trito in una ciotola, aggiungete il macinato e profumate con un po' di zenzero grattugiato; condite con l’olio di sesamo, la salsa di soia, il sakè (5), un pizzico di sale e di pepe, quindi amalgamate per bene. Coprite e lasciate riposare il ripieno ottenuto.

9_lavorarre pasta_gyoza©Gooduria lab

Spolverizzate il piano di lavoro con un po' fecola di patate, trasferitevi l’impasto e lavoratelo fino a ottenere un cilindro di circa 2 cm di diametro (6).

11_fare palline_gyoza©Gooduria lab

Tagliate il cilindro di pasta in pezzetti da circa 10 gr l'uno e realizzate delle palline con le mani (7).

12_schiacciare palline_gyoza©Gooduria lab

Schiacciate le palline con il palmo della mano per ottenere dei dischetti di circa 2-3 cm di diametro (8).

13_stendere dischi pasta_gyoza©Gooduria lab

Stendete ciascun dischetto con un piccolo matterello, girando man mano la pasta, fino a ottenere delle sfoglie piuttosto sottili del diametro di circa 6 cm (9).

14_farcire ravioli_gyoza©Gooduria lab

Farcite ciascun dischetto di pasta con un cucchiaio di ripieno, quindi chiudetelo e piegatelo a mezzaluna; sigillate il bordo, pizzicandolo con le dita, fino a ottenere la tipica forma a fagottino (10).

15_rosolare ravioli_gyoza©Gooduria lab

Fate scaldare 2 cucchiai di olio di semi di sesamo in una padella, disponete i ravioli e lasciateli cuocere per qualche secondo, finché la superficie non sarà dorata e croccante (11).

16_aggiungere acqua_gyoza©Gooduria lab

Versate un goccio di acqua, fino a coprire la base dei ravioli, chiudete con il coperchio e proseguite la cottura a fuoco moderato per circa 10 minuti (12).

17_preparare salsa_gyoza©Gooduria lab

Intanto amalgamate in una ciotola la salsa di soia, l’aceto di riso e un poco di olio piccante (13).

18_aggiungere olio sesamo_gyoza©Gooduria lab

Appena i ravioli saranno morbidi, togliete il coperchio e lasciate asciugare il fondo di cottura; condite ancora con un filo di olio di sesamo e fate insaporire per qualche istante (14).

19_gyoza pronti_gyoza©Gooduria lab

Trasferite i ravioli nei piatti da portata e serviteli, accompagnandoli con la salsa, messa in una ciotolina a parte (15).

Consigli

Lavorate la pasta seguendo il metodo orientale, stendendo un pezzo alla volta e con calma; man mano che procedete, coprite le altre palline con la pellicola trasparente, per evitare che possano seccarsi. Per dare ai vostri ravioli una forma il più possibile regolare, potete ritagliarli utilizzando un apposito coppapasta da 6 cm di diametro.

A piacere, potete anche realizzare delle versioni diverse di ripieno: potete sostituire una parte di macinato di maiale con quello di vitello o di pollo, e il cappuccio bianco con quello verza. Potete anche cuocerli semplicemente al vapore, friggerli in olio bollente, oppure piastrarli sulla griglia, servendoli cosparsi con un po' di semi di sesamo in superficie.

Per rendere i vostri ravioli ancora più aromatici e croccanti, si consiglia di utilizzare l'olio di semi di sesamo tostati.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche i gyoza di gamberi e gli yakitori.

Conservazione

I gyoza brasati si conservano per 1 giorno in frigorifero, chiusi in un apposito contenitore ermetico. Se avete utilizzato ingredienti freschi e non decongelati, potete anche metterli in freezer da crudi.