ricetta

Pomodori verdi fritti: la ricetta facile del celebre antipasto estivo

Preparazione: 10 Min
Cottura: 5 Min
Riposo: 30 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Cookist
A cura di Ilaria Cappellacci
18
Immagine
ingredienti
Pomodori verdi
3
Uova
4
Farina di mais fioretto
q.b
Sale
q.b.
pepe
q.b.
Olio di semi di arachidi
q.b.
ti serve inoltre
dressing allo yogurt (o altro a piacere)
q.b.

I pomodori verdi fritti sono un antipasto semplice e goloso, perfetto da portare in tavola in apertura di un pranzo estivo o gustare come contorno ricco in accompagnamento a secondi di ogni tipo. Si tratta di una preparazione divenuta popolare grazie al film pomodori verdi fritti alla fermata del treno diretto da Jon Avnet, una trasposizione cinematografica del romanzo del 1987 di Fannie Flagg, pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop, che rese questo piatto celebre in tutto il sud degli Stati Uniti.

Prepararli è molto semplice: ti basterà tagliare a fette i pomodori verdi, passarli poi in una doppia panatura a base di uova sbattute e farina di mais, e tuffarli quindi nell'olio di semi bollente fino a doratura: il risultato sarà uno stuzzichino croccante fuori e morbido al cuore, da irrorare con una salsa al latte, come tradizione vuole, o proporre all'ora dell'aperitivo insieme a un dressing fatto in casa. Per una riuscita impeccabile sarà importante raccogliere i pomodori a fette in un colapasta con un pizzico di sale, in modo da fargli perdere tutto il liquido di vegetazione, sciacquarli poi sotto l'acqua corrente e tamponarli infine con carta assorbente da cucina: così facendo ti assicurerai un fritto asciutto e fragrante, a cui sarà difficile resistere.

Ma cosa si intende per pomodori verdi? Spesso erroneamente confusi con i pomodori acerbi, quelli verdi sono in realtà una varietà a sé caratterizzata dalla polpa soda e dalla pressoché totale assenza di semi. Consumati quasi sempre cotti, sono ottimi gratinati, farciti, sott'olio, ma anche sotto forma di confettura: da servire, per un'accoppiata vincente, in abbinamento a un tagliere di formaggi stagionati.

Piccola curiosità: alla fine del famoso libro l'autrice riporta la ricetta originale del Whistle Stop Cafe secondo cui, i pomodori verdi fritti, andrebbero cotti nel grasso della pancetta. Noi abbiamo preferito un più leggero e tradizionale olio di semi di arachidi ma, i meno attenti alla linea, potranno sperimentare anche la variante americana.

Scopri come preparare i pomodori verdi fritti seguendo passo passo procedimento e consigli. Se ti è piaciuta questa ricetta, prova anche i pomodori ripieni e in padella, oppure cimentati con la zuppa di pomodoro.

Come preparare i pomodori verdi fritti

Lava i pomodori e asciugali con cura con un canovaccio pulito 1.

Tagliali quindi a fette di circa 1 cm di spessore 2.

Raccogli i pomodori all'interno di un colapasta, sistemato sopra a un piatto fondo, cospargili con un cucchiaino di sale 3 e lasciali riposare per una mezz'ora, in modo da eliminare tutta l'acqua di vegetazione.

Trascorso il tempo di riposo, lava i pomodori sotto l'acqua corrente e tamponali delicatamente con un foglio di carta assorbente da cucina 4.

A questo punto, immergi le fette di pomodoro nelle uova 5, precedentemente sbattute con un pizzico di sale e di pepe.

Panale con la farina di mais 6.

Passale nuovamente nell'uovo sbattuto 7.

Procedi con una seconda panatura nella farina di mais 8 e prosegui in questo modo, fino a esaurimento degli ingredienti.

Man mano che sono pronti, sistema i pomodori verdi panati su un piatto da portata 9.

Scalda abbondante olio di semi in un pentolino dai bordi alti, friggi i pomodori verdi, pochi pezzi alla volta e fino a doratura, e prelevali con un mestolo forato 10.

Lascia scolare i pomodori su un foglio di carta assorbente da cucina 11.

Porta in tavola i pomodori verdi fritti e intingili, a piacere, nel dressing allo yogurt 12.

Gusta i pomodori verdi fritti 13.

Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Antipasti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
18