ricetta

Polpette alla genovese: la ricetta del secondo goloso e perfetto per la scarpetta

Preparazione: 60 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Raffaella Caucci
175
Immagine
ingredienti
Carne macinata di manzo
500 gr
Parmigiano grattugiato
100 gr
Latte
80 ml
Cipolle ramate
6
Pane in cassetta
3 fette
Peperoncino
1
Olio extravergine di oliva
q.b.
Farina
q.b.
Pangrattato
q.b.
Prezzemolo fresco
q.b.
Sale
q.b.
pepe
q.b.

Le polpette alla genovese sono una golosissima variante del classico piatto di origine partenopea, una preparazione golosa e perfetta per la scarpetta, ma anche per condire un bel piatto di pasta. Le polpette, tradizionalmente cotte in un sughetto a base di pomodoro, in questa ricetta sono in bianco, ma il loro fondo di cottura a base di cipolle morbide, quasi disfatte, è legato grazie a una leggera infarinatura della carne, per un risultato umido e cremoso che non vi farà ripiangere il condimento tradizionale. Mentre la genovese classica richiede diverse ore di cottura, le polpette alla genovese hanno una preparazione più rapida e veloce. Servitele come secondo o piatto unico, insieme a un contorno di verdure e a qualche fettina di pane caldo, in occasione di un bel pranzo in famiglia. Scoprite come farle seguendo le nostre indicazioni.

Come preparare le polpette alla genovese

Raccogliete in una ciotola il pane, spezzettato, e mettetelo in ammollo nel latte. Aggiungete l'uovo, la carne, il parmigiano, il prezzemolo tritato e un pizzico di sale e di pepe. Amalgamate con una forchetta 1 e correggete eventualmente con poco pangrattato.

Formate le polpette grandi quanto dei mandarini e disponetele man mano su un tagliere infarinato 2.

Mondate e affettate sottilmente le cipolle, quindi raccoglietele in una padella capiente 3, aggiungete 1/2 bicchiere d'acqua, coprite con il coperchio e fate cuocere per una decina di minuti; levate il coperchio e lasciate asciugare leggermente.

Aggiungete un generoso filo di olio 4, una macinata di pepe e il peperoncino affettato. Rimettete sul fuoco e fate dorare, mescolando di tanto in tanto.

Infarinate leggermente le polpette e aggiungetele alle cipolle 5. Coprite con il coperchio e fate cuocere su fuoco basso per 30 minuti, girando le polpette di tanto in tanto.

Levate dal fuoco e completate con una spolverizzata di prezzemolo fresco 6.

Servite le polpette alla genovese aggiungendo una macinata di pepe e un filo di olio a crudo 7.

Consigli

Per questa ricetta il consiglio è di utilizzare la cipolla ramata di Montoro, un'eccellenza presidio Slow Food coltivata tra la provincia di Avellino e quella di Salerno; di forma globosa e leggermente schiacciata, si caratterizza per il sapore dolciastro, la grande delicatezza e l'aroma intenso. Particolarmente ricercata e apprezzata, può essere consumata sia cruda sia cotta; è ideale per la preparazione di minestre, zuppe e sughi, soprattutto del tipico ragù alla genovese.

Gustate le polpette alla genovese come secondo piatto, da accompagnare a un contorno di stagione, e utilizzate le cipolle, morbide e cremose, per condire un bel piatto di pasta, tipo gli ziti.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche le polpette di carne e patate e quelle in bianco in umido.

Conservazione

Le polpette alla genovese si conservano chiuse in un contenitore ermetico per 1-2 giorni in frigorifero. Al momento del consumo, riscaldatele in pentola oppure direttamente nel forno a microonde.

175
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Secondi piatti
Lascia un commento
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
175