apertura cucina greca

Dalla tradizione millenaria, ma al tempo stesso sorprendentemente attuale, la cucina greca e i suoi piatti più tipici sono l'emblema della gastronomia mediterranea. Legati in maniera profonda e strettissima al territorio e ad attività come la pastorizia e la pesca, si fondano su ingredienti semplici e genuini: carne, soprattutto capre e agnelli allevati nei pascoli locali, pesce proveniente dalle sue acque incontaminate e cristalline, tante verdure, come pomodori, melanzane e cetrioli, formaggi (ricchissima la gamma di quelli riconosciuti denominazione di origine protetta) e tanto buon olio extravergine di oliva a condire e profumare il tutto.

Nonostante la natura indiscutibilmente mediterranea, la cucina greca risente di molteplici e raffinate influenze: l'impronta più caratteristica è quella lasciata dal lungo periodo di dominazione turca (ma anche araba e perfino indiana). L'esempio più celebre di questa scuola cuciniera è costituito dal moussakà o mussakà, uno dei piatti fondamentali della cucina di stampo mediorientale. E ancora i dolmades, gli involtini di foglia di vite, una preparazione tipica comune a tutto il Medio Oriente. Fresca e frugale, la tavola ellenica riserva anche un posto d'onore alle insalate miste, segno di come le verdure e i prodotti della terra rivestano un ruolo di tutto rispetto. Tra le insalate predominano quelle a base di cetrioli, talvolta mescolati con lo yogurt e sempre conditi con olio d'oliva e aceto. La più conosciuta, quella estiva classica cosiddetta "greca", vede invece protagonisti non solo i cetrioli ma anche i pomodori, la cipolla, i peperoni verdi, le olive e la feta, un formaggio tradizionale a pasta semidura preparato con latte di capra e di pecora.

Menzione d'onore spetta alla vastissima selezione di dolci, ricchi di aromi speziati, frutta secca, scorze di agrumi, liquori e miele, e talvolta avvolti in croccante pasta fillo: tra questi baklava, kurambiedes, lukumades, melomacarona (i tipici dolcetti natalizi). Una carrellata di sapori e profumi irresistibili che, al primo assaggio, vi porteranno direttamente in terra greca, tra scorci mozzafiato, acque cristalline e atmosfere vacanziere. Siete pronti a partire?

1. Tzatziki

piatti cucina greca

Dalle origine incerte e antichissime, lo tzatziki è una salsa a base di yogurt e cetrioli con cui si accompagna tradizionalmente la pita (il pane greco), l'insalata greca oppure il gyros. Semplice e incredibilmente gustosa, si prepara mescolando la polpa del cetriolo, grattugiata e lasciata colare per circa un'oretta affinché perda il suo liquido di vegetazione, con yogurt di capra o di pecora, un filo di buon olio extravergine di oliva e un pizzico di sale. L'aggiunta dell'aglio e dell'aneto tritati (talvolta anche della menta) le doneranno un sapore deciso e caratteristico. Derivante dalla parola armena cacık, sembrerebbe che lo tzatziki provenga addirittura dall'India: la raita, infatti, un contorno tipico indiano, presenta le medesime caratteristiche di questa salsa greca.

2. Tirokafteri

tirokafteri piatti cucina greca

Dopo lo tzatziki, la tirokafteri è la salsa più consumata in Grecia. Anche questa, proprio come il suo "fratello maggiore", fa parte del meze (parola turca che significa "gusto, "sapore", "condimento"), una selezione di antipasti a base di creme, da accompagnare a pane pita e verdure, serviti tradizionalmente all'inizio del pasto, prima delle portate principali. Letteralmente vuol dire "formaggio piccante" e si prepara mescolando lo yogurt greco con il formaggio feta e il peperoncino piccante fresco. Particolarmente diffusa in tutto il Paese, ne esistono numerose versioni diverse: in alcune manca lo yogurt, mentre in altre il peperoncino fresco viene sostituito da una crema di peperoncino e spezie e talvolta da peperoncino in polvere. La feta resta l'unica e indiscutibile certezza per questa gustosa salsina ideale anche per accompagnare piatti di carne tipici come il gyros e souvlaki.

3. Moussaka

piatti cucina greca moussaka

Si tratta del piatto simbolo della cucina ellenica e uno dei più noti di tutta la cucina mediorientale. Ne esistono numerose versioni differenti, anche libanesi, turche ed ebraiche, ma la moussaka tradizionale greca prevede una ricca preparazione a strati, non dissimile dalla parmigiana di melanzane, a base di patate e melanzane fritte, ragù di carne di agnello macinata, formaggio e besciamella. Ricca e particolarmente sostanziosa, questa vera e propria opera d'arte culinaria è un autentico concentrato di bontà e mediterraneità.

4. Pastitsio

pastitsio_piatti_cucina_greca

Preparazione dalla storia antica e legata alla tradizione popolare di questo paese, il pastitsio è un piatto classico della cucina greca, di cui ne esistono numerosissime ricette e versioni differenti a seconda della zona e delle usanze famigliari (nell’isola di Cipro, per esempio, si prepara durante il periodo pasquale). Si tratta di un pasticcio di pasta, arricchito con ragù di carne di manzo e agnello, formaggio feta e besciamella, e poi cotto in forno. Il formato di pasta ideale sono i maccheroni, degli spaghetti piuttosto grossi tipici della gastronomia ellenica.

5. Dolmades

dolmades piatti cucina greca

Preparazione tipica delle cucine greca e turca, i dolmades (al singolare dolma) sono degli involtini di riso, conditi con erbette, spezie e carne (solitamente agnello), arrotolati in foglie di vite scottate in acqua e infine cotti in forno con olio extravergine di oliva, brodo, succo di limone e semi di coriandolo. Ne esiste anche una versione senza carne, arricchita da diversi aromi: oltre alla menta, anche finocchietto selvatico tritato, prezzemolo e cumino nero. I dolmades fanno parte dei tradizionali mezedes, gli antipasti tipici greci, e vengono accompagnati da un bicchiere di ouzo, il caratteristico distillato a base di anice.

6. Pita greca

pita piatti cucina greca

È il pane nazionale greco, anche se, a onor del vero, si tratta di una specialità tipica di tutto il Medio Oriente e del Nord Africa. Conosciuta anche come pane arabo, la pita è una focaccia bassa e rotonda che si prepara con farina di grano e acqua. Croccante fuori e morbida all'interno, viene consumata tradizionalmente come antipasto, insieme a tante gustose salsine (soprattutto lo tzatziki), oppure come accompagnamento a pietanze di carne come il gyros. Non sapete di cosa si tratta? Leggete di seguito allora.

7. Gyros

gyros cucina greca

Assai simile al kebab turco, il gyros è lo street food greco più amato dai turisti di tutto il mondo. Consumato come spuntino oppure servito al piatto nelle tipiche osterie e taverne, il gyros è una preparazione a base di carne di maiale che, precedentemente marinata e speziata, viene cotta su uno spiedo verticale e poi tagliata a fettine. Queste vengono infine sistemate all'interno del pane pita e condite con salsa tzatziki, pomodori, insalata, patatine e cipolla. Una goduria che, da sola, vale il viaggio.

8. Domatokeftedes

Domatokeftedes cucina greca

Anche conosciute come frittelle di pomodoro alla greca, le domatokeftedes sono delle sfiziose specialità tipiche della gastronomia ellenica e in particolare dell'isola di Santorini. A base di pomodori, cipolla e menta fresca, sono semplicissime da preparare: si tagliano le verdure a cubetti molto piccoli, si aggiunge la menta tritata e la farina e si mescola il tutto fino a ottenere una pastella dalla consistenza densa e omogenea; quindi si scalda abbondante olio di semi e si friggono queste frittelline, versando un cucchiaio di impasto alla volta, finché non saranno dorate e croccanti. Tradizionalmente accompagnate alla salsa tzatziki, sono perfette per essere servite come irresistibile antipasto.

9. Horiatiki

horiatiki cucina greca

Meglio conosciuta come insalata greca, l'horiatiki (ovvero "del villaggio") è probabilmente il piatto simbolo della cucina ellenica e, al tempo stesso, uno dei più inflazionati (non c'è menu di un bar in cui non compaia) e, ahinoi, sottovalutati. Sì perché – gustata in quei luoghi e preparata utilizzando gli eccezionali prodotti delle sue terre – è tutta un'altra storia. I pomodori, succosi e maturati al sole, vengono mescolati a cetrioli saporiti e croccanti, olive nere, cipolle dolci a rondelle, feta (quella autentica) e in alcune zone anche peperoni verdi e poi conditi con olio extravergine di oliva e origano selvatico di montagna. Ed ecco che si dà vita alla ricetta perfetta per l'estate.

10. Baklava

baklava cucina greca

Diffusa nella maggior parte delle cucine arabe e mediterranee, la baklava è un dessert composto da sottili sfoglie di pasta fillo (da un minimo di 7 a un massimo di 33), imburrate, stratificate e farcite con noci tritate, mandorle e pistacchi, e imbevute con uno sciroppo di miele e limone. Specialità della pasticceria mediorientale, tra le più apprezzate al mondo, ha origini antichissime e piuttosto controverse: sebbene nel 2013 l'Unione Europea abbia riconosciuto l'indicazione geografica protetta alla versione turca, la sua paternità è ancora oggi contesa tra Grecia e Turchia. Al di là di chi sia stato il primo a realizzarla, ai greci è sicuramente attribuito il merito di aver perfezionato la ricetta originaria, con la creazione di una tecnica di impasto innovativa che ha consentito di ottenere una sfoglia perfetta: la pasta fillo, per l'appunto, che in greco significa "foglia", in riferimento a quanto fosse sottile e leggera.