ricetta

Hot dog: la ricetta del tipico street food americano

Preparazione: 20 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Redazione Cucina
7
Immagine
ingredienti
Panini per hot dog
4
Wurst
4
Ketchup
q.b.
Senape
q.b.
Maionese
q.b.

Gli hot dog sono una tipica ricetta americana celebre in tutto il mondo: uno street food goloso e amato da tutti, da mangiare con le mani, ideale per una cena informale con gli amici, da accompagnare, magari, con una fresca birra artigianale.

Si tratta di un piatto composto dal tipico panino morbido semidolce per hot dog, che viene leggermente grigliato e riempito con dei würst – o würstel che dir si voglia – che possono essere a loro volta grigliati, oppure bolliti. Il panino viene poi farcito con le classiche salse come ketchup, senape o maionese; alla ricetta base, inoltre, è possibile aggiungere anche altri ingredienti come insalata, cetriolini, pomodori, cipolle crude o cotte, crauti, bacon o formaggio tipo cheddar. Negli Stati Uniti esistono anche speciali macchine "cuoci hot dog "che scaldano il pane e praticano un foro di forma appropriata per contenere il würst: in questo modo può essere inserito nel pane senza che sia necessario tagliarlo.

Non si conoscono esattamente le origini di questo piatto, ma è noto che le prime versioni di hot dog siano stato introdotte negli States da immigrati tedeschi: il würst sottile e dalla forma allungata usato nel panino era il frankfurter, mentre oggi si usano soprattutto i wiener (viennesi). La leggenda vuole che gli hot dog siano stati inventati da un venditore di salsicce americano di origini tedesche: per proporre in modo più pratico i suoi prodotti allo stadio, dove erano molto consumati, li inserì in lunghi e morbidi panini, così da rendere il pasto più comodo da distribuire e da mangiare. La salsiccia veniva poi condita con un salsa rossa piccante: per questo furono chiamati "red hots".

Per quanto riguarda il nome, si narra che fu modificato e diffuso da un vignettista del New York Journal, Tard Dorgan, che disegnò un fumetto in cui i venditori ambulanti che gridavano "Hot Dachshund!" (la parola Dachshund si riferisce a una razza canina fino ad allora poco conosciuta, il bassotto, introdotto all'epoca in USA sempre dagli immigrati tedescofoni). Non sapendo però scrivere la parola, il vignettista scrisse appunto "Hot dog".

Nella nostra preparazione li cuoceremo in modo tradizionale: prima leggermente lessati insieme a birra e cipolle e poi passati sulla griglia. Se preferisci puoi prepararli direttamente alla griglia, facendo attenzione a non cuocerli troppo a lungo per evitare di seccarli, oppure bollirli semplicemente. Il würst dovrà avere la giusta grandezza per riempire bene il panino: scegli quindi delle salsicce che abbiano una lunghezza di almeno 18 cm e una circonferenza di 3-4 cm.

Se ti è piaciuta questa specialità prova anche la ricetta dei currywurst, altra goloso street food di origine tedesca, oppure la ricetta degli hamburger, piatto americano per eccellenza.

Come preparare gli hot dog

Metti le cipolle in una teglia di alluminio sopra il barbecue 1.

Versa la birra 2.

Metti i würst nella teglia 3, parzialmente coperti dalle cipolle. Cuci fino a far bollire il liquido.

Una volta che la birra è arrivata al bollore, metti la teglia sul lato più freddo del barbecue (4).

Apri le prese d'aria della griglia, togli gli hot dog dalla teglia con le cipolle e cuocili per 5 minuti, prima con il coperchio per 2-3 minuti, poi senza (5).

Capovolgili, quindi cuocili per altri 5 minuti 6.

Metti i panini per hot dog sul lato caldo della griglia per circa 2 o 3 minuti, in modo da farli dorare 7.

Metti gli hot dog nei panini, inserisci le farciture che preferisci e completa con ketchup, maionese e senape a piacere. Servi gli hot dog subito 8.

Conservazione

Per apprezzare appieno il gusto degli hot dog ti suggeriamo di gustarli appena pronti: ma è possibile comunque conservarli in frigo, avvolti da pellicola, per 1-2 giorni al massimo.

7
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Secondi piatti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
7