Per garantire una corretta digestione è importante bilanciare al meglio non solo i pasti ma anche gli ingredienti all'interno di ogni piatto, in modo da favorire una naturale e veloce assimilazione di tutti i nutrienti. Uno degli errori più comuni che commettiamo a tavola è consumare nello stesso pasto alimenti che il nostro corpo digerisce in tempi e modi diversi: così, senza saperlo, ci troviamo ad affaticare e rallentare il naturale processo di digestione o, peggio, a impedire al nostro organismo di assumere tutti i nutrienti necessari alla nostra salute. Amidi e proteine? Frutta e insaccati o carne e uova? Molti degli abbinamenti più comuni si potrebbero rivelare non proprio salutari: probabilmente feriremo i vostri sentimenti culinari e sfateremo antiche e granitiche convinzioni, correremo comunque questo rischio e, se seguirete i nostri consigli, probabilmente la vostra digestione vi ringrazierà.

1. Pomodoro e mozzarella

Forse non tutti sanno che il pomodoro non è una verdura, bensì un tipo di frutta: e quindi, direte voi? Se a questa informazione aggiungete il fatto che la frutta non dovrebbe essere accostata a proteine animali, capirete perché la coppia pomodoro e mozzarella non è proprio una grande idea, a meno che l'obiettivo non sia mettere a dura prova il vostro stomaco. Sappiamo bene che questo significa affermare che l'insalata caprese e gli gnocchi alla sorrentina siano in realtà il frutto di un accostamento sbagliato ma, lasciatecelo dire: ambasciator non porta pena.

2. Latte e banana

Saranno anche la base del frappè più buono del mondo ma, spiace dirlo, banana e latte insieme sono una vera e propria bomba a orologeria per la nostra digestione. La banana e il latte, se assunti insieme, appesantiscono lo stomaco e possono danneggiare la flora intestinale perché vengono digeriti in tempi e modi diversi, affaticando e rallentando così il naturale processo. Nei casi peggiori, sembra che la coppia latte – banana possa causare allergie o forme di tosse e raffreddore.

3. Pomodoro e cetriolo

In estate abbondano sulle nostre tavole eppure pomodori e cetrioli non dovrebbero essere abbinati o consumati nello stesso pasto. Presi separatamente sono incredibilmente nutrienti, oltre che gustosi, ma insieme possono procurare qualche fastidio alla nostra povera digestione: il cetriolo infatti contiene un enzima che impedisce il naturale assorbimento della vitamina C, presente in abbondanza nei pomodori e così facendo limita l'assunzione di nutrienti da parte del nostro corpo. Se poi soffrite di reflusso, non osate mai e poi mai metterli nello stesso piatto, lo diciamo per il vostro bene.

4. Amidi e proteine

Amidi e proteine hanno tempi di digestione molto diversi fra loro: questo significa che assumere nello stesso pasto pane e formaggio, o pasta e carne, può allietare i nostri palati ma affaticare decisamente il nostro sistema digerente e in particolare il nostro stomaco. Pane, pasta e patate, se consumate insieme a latticini, uova o carne (le polpette rientrano nella carne, non imbrogliate) tenderanno a fermentare e diventare indigesti: se proprio non potete o volete farne a meno, le tagliatelle al ragù meglio mangiarle a pranzo, mai la sera prima di andare a dormire.

5. Prosciutto e melone

Gli amanti della cucina anni ’80 potrebbero cadere dalla sedia, ma sentiamo di dover correre questo rischio: abbinare prosciutto e melone e consumarli nello stesso pasto, spiace dirlo, non è affatto una buona idea. Perché? Il motivo è molto semplice: qualunque tipo di frutta accompagnata alle proteine animali come carne o latticini, diventa difficilmente digeribile, appesantisce lo stomaco e mette sotto pressione la nostra flora intestinale. Il miglior modo per gustare la frutta è farlo lontano dai pasti così da favorire la digestione e la corretta assimilazione dei suoi nutrienti.

6. Tè e latte

Diversamente dagli altri accostamenti, il tè e il latte dovrebbero essere consumati separatamente non per facilitare la digestione, quanto per poter godere a fondo dei loro diversi benefici. Proviamo a spiegarci meglio: il tè può avere effetti positivi sulla salute cardiovascolare e sulla pressione sanguigna ma, questi benefici vengono "annullati" nel momento in cui viene bevuto insieme al latte. La "colpa" sembra essere della caseina, in grado di bloccare i principi attivi del tè: non ditelo agli inglesi, per carità.

7. Carne e uova

Prese singolarmente, carne e uova sono ottime fonti di proteine animali ma, consumate insieme nello stesso pasto, possono risultare difficili da digerire. Perché? Mettere nello stesso piatto uova, salsiccia, bacon o succose bistecche significa chiedere al nostro corpo di assumere e digerire un vero e proprio surplus proteico e, come sappiamo, esagerare non fa mai bene, soprattutto a tavola.

8. Lasagne

Senza dubbio un piatto simbolo della nostra tradizione culinaria però, diciamolo, non certamente tra le pietanze più facilmente digeribili: le lasagne contengono carboidrati, vitamine e proteine animali, tutto in un unico piatto. Il pomodoro non si sposa bene con la mozzarella (o besciamella, in base alle possibili varianti), carne macinata e pasta all'uovo saranno anche deliziosi ma, insieme, non troppo amiche del nostro sistema digerente: le lasagne restano un grande classico ma se si mangiano solo nelle occasioni speciali un motivo ci sarà.