video suggerito
video suggerito
ricetta

Torta ricotta e amaretti: la ricetta del dolce casalingo semplice e goloso

Preparazione: 15 Min
Cottura: 40 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 8 persone
A cura di Silvia Ferrau
14
Immagine

ingredienti

Per la frolla
Farina 00
400 gr
Zucchero semolato
100 gr
Burro morbido
100 gr
Uova
2
Lievito per dolci
8 gr
Limone
1/2
Per il ripieno
Ricotta
500 gr
Amaretti
100 gr
uovo
1

La torta ricotta e amaretti è un dolce casalingo semplice e goloso, composto da un involucro di friabile pasta frolla al burro che racchiude al suo interno un ripieno cremoso e aromatico. Si tratta di una ricetta facile e veloce, da proporre come lieto fine pasto al termine del pranzo domenicale o gustare a colazione con una tazza di infuso bollente, per iniziare la giornata con il piede giusto.

Per portarla in tavola, ti basterà lavorare in una ciotola il burro morbido a tocchetti con lo zucchero, unire poi le uova e incorporare la farina e il lievito, fino a ottenere un composto bricioloso. Si distribuisce una parte di questo in uno stampo, rivestito con carta forno, si farcisce con la crema a base di ricotta fresca, ben sgocciolata dal suo siero, uovo e amaretti, e si copre il tutto con le briciole della frolla restante.

Dopo una breve cottura in forno statico, otterrai un dolce croccante all'esterno e con un cuore scioglievole e irresistibile. Per un sapore più delicato, puoi usare la ricotta vaccina, mentre se preferisci una resa più decisa e corposa, puoi optare per quella di pecora o di bufala. Puoi preparare la torta in anticipo e, dopo il raffreddamento, lasciarla qualche ora in frigorifero: avrà modo di assestarsi e risultare ancora più gustosa e profumata.

In sostituzione della farina 00, puoi usare la farina di riso e realizzare una frolla gluten free; a piacere, puoi speziare la crema con un pizzico di cannella o, per una nota leggermente alcolica, aromatizzarla con un goccino di liquore all'amaretto. Servila al naturale, spolverizzata con uno strato impalpabile di zucchero a velo, o guarnita con una pallina di gelato malaga: conquisterà il palato di grandi e piccini.

Scopri come preparare la torta ricotta e amaretti seguendo passo passo procedimento e consigli. Se ti è piaciuta questa ricetta, prova anche la torta di mele e amaretti, la crostata con crema e amaretti e la torta russa, direttamente dalla tradizione veronese.

Come preparare la torta ricotta e amaretti

Riunisci lo zucchero e il burro morbido, ridotto a tocchetti, in una ciotola capiente 1.

Con l'ausilio delle fruste elettriche alla massima velocità, monta i due ingredienti per circa 1 minuto 2.

Sguscia le uova nel composto 3.

Versa la farina e il lievito, precedentemente setacciati con un colino 4.

Amalgama per bene tutti gli ingredienti, mescolando con una spatola 5.

Lavora il tutto fino a ottenere un composto bricioloso 6.

Stendi metà delle briciole di frolla in una tortiera da 22 centimetri di diametro, rivestita di carta forno 7, e riponi in frigorifero. Inizia a preriscaldare il forno in modalità statica a 180 °C.

Dedicati alla crema: sistema in un recipiente la ricotta e l'uovo 8.

Mescola per bene, in modo da incorporarli perfettamente 9.

Inserisci gli amaretti nel boccale di un mixer da cucina 10 e frulla per ottenere una farina.

Unisci gli amaretti sbriciolati al composto di ricotta 11.

Amalgama il tutto con un cucchiaio 12.

Riprendi la frolla dal frigorifero e farciscila con la crema di ricotta e amaretti 13.

Livella la farcia con il dorso del cucchiaio, per garantire uno spessore uniforme 14.

Sbriciola la frolla tenuta da parte sulla superficie 15.

Cuoci la torta a 180 °C per 40 minuti; sfornala quando sarà ben dorata 16, quindi lasciala raffreddare completamente prima di sformarla.

Trasferisci la torta ricotta e amaretti su un piatto da portata e servi 17.

Conservazione

La torta ricotta e amaretti si conserva in frigorifero, ben chiusa in un contenitore ermetico o avvolta da pellicola trasparente, per 2 giorni al massimo.

Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Dolci
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
api url views