ingredienti
  • Gelato al limone 8 cucchiai
  • Vodka 150 ml • 231 kcal
  • Prosecco 100 ml
  • Fette di limone o di lime 4
  • Foglioline di menta q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Lo sgroppino è una bevanda al limone molto diffusa in Veneto, dove è conosciuta come "sgropin". Il termine sgroppino deriva infatti da sgropparsi che significa "digerire". Lo sgroppino è un ottimo fine pasto, che viene servito solitamente in un flûte di champagne per pulire il palato, dopo pietanze di carne e di pesce, o gustato come digestivo nei giorni di festa o nei pranzi importanti. Una bevanda simile al sorbetto al limone, ma che si differenzia per l'aggiunta di alcolici: per preparare lo sgroppino, infatti, occorrono gelato al limone, vodka e prosecco. La preparazione è facilissima, ecco tutti i passaggi.

Come preparare lo sgroppino

Mettete il gelato al limone nel frullatore, aggiungete il prosecco e la vodka e azionate per 1 minuto, così da farlo montare leggermente. Alla fine otterrete una crema liscia e morbida. Versate lo sgroppino in un flute e servitelo subito con una fetta di limone e qualche fogliolina di menta. In alternativa mettetelo in una bottiglia e conservatelo nel congelatore: tiratelo fuori dal freezer un'ora prima di servirlo, agitate la bottiglia per amalgamare tutti i componenti e versate nei flûte.

Consigli

Il gelato al limone non dovrà essere troppo freddo: tiratelo fuori dal freezer 10 minuti prima della preparazione.

Al posto del gelato, potete utilizzare anche il sorbetto al limone e aggiungere un po' di latte o di panna liquida.

Mettete il boccale del frullatore in freezer mezz'ora prima di preparare lo sgroppino, così non si riscalderà troppo durante la preparazione.

Se preferite una preparazione più alcolica, utilizzate solo la vodka.

Se invece volete servire lo sgroppino anche ai bambini, realizzatelo a parte, utilizzando solo il gelato al limone.

Servite lo sgroppino con cucchiaini a manico lungo, per rendere più elegante la presentazione.

Lo sgroppino va consumato subito, dopo averlo versato nel flûte: dopo poco, infatti, la parte alcolica tende a dividersi dal gelato.