ricetta

Risotto alla verza: la ricetta gustosa del primo piatto invernale

Preparazione: 15 Min
Cottura: 20 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Ilaria Cappellacci
15
Immagine
ingredienti
Cavolo verza
300 gr
riso Carnaroli o Vialone Nano
320 gr
Scalogni
2
Vino bianco
1 bicchiere
Brodo vegetale o dado vegetale
1,5 l circa
Parmigiano grattugiato
2 cucchiai colmi
Olio extravergine di oliva
q.b.
Sale
q.b.
pepe
q.b.

Il risotto con la verza è un primo piatto ideale da gustare durante la stagione invernale, una via di mezzo tra un risotto e una minestra. Tipico della cucina povera, è originario del nord Italia, ma si prepara in tutta la penisola: anche a Napoli troviamo il riso con la verza, conosciuto come virz e rise. Per l'ottima riuscita della ricetta, è importante usare la verza fresca, con foglie croccanti e ben sode che vanno tagliate a striscioline e stufate in padella con un soffritto di olio extravergine di oliva e scalogno.

Il riso viene tostato a parte e, dopo averlo sfumato con il vino bianco, va aggiunto alla verza e si prosegue la cottura versando un mestolo di brodo vegetale caldo man mano che questo viene assorbito. Al termine, viene mantecato con parmigiano grattugiato e una macinata di pepe nero, per un risultato cremoso e avvolgente. Saporito e nutriente, è ottimo da servire ben caldo per un pranzo in famiglia, una cena con gli amici o per ritemprarsi in una fredda serata d'inverno.

Nella nostra ricetta abbiamo scelto di utilizzare il riso Carnaroli, ma a piacere puoi optare per il Vialone nano o l'Arborio, varietà altrettanto adatte per questo genere di preparazioni.

Scopri come prepararlo seguendo passo passo procedimento e consigli. Prova anche verza e ceci e la verza alla salentina.

Come preparare il risotto alla verza

Prepara il brodo vegetale e tienilo in caldo 1.

Togli le foglie esterne più dure dal cappuccio di verza 2.

Sfoglia la verza staccando bene le foglie 3.

Elimina il torsolo 4.

Taglia la verza a listerelle 5.

Lava accuratamente la verza sotto l'acqua corrente fredda e mettila a scolare 6.

Taglia finemente lo scalogno 7.

Versa un filo di olio extravergine di oliva in una pentola e aggiungi lo scalogno 8.

Fai soffriggere per qualche minuto a fiamma bassa finché lo scalogno non appassisce 9.

Aggiungi la verza 10.

Mescola con un cucchiaio di legno per far insaporire la verza con il soffritto 11.

Aggiungi il sale e il pepe e copri con il coperchio 12.

Lascia stufare la verza a fiamma bassa per circa 5 minuti 13; se tende ad asciugarsi troppo, aggiungi un mestolo di acqua calda.

Nel frattempo versa  un filo di olio extravergine di oliva in una padella 14.

Aggiungi il riso 15.

Mescola con un cucchiaio e lascia tostare il riso a fiamma bassa 16.

Versa il vino bianco 17 e alza la fiamma per farlo evaporare.

Versa un mestolo di brodo bollente 18.

Mescola con un cucchiaio e tieni sul fuoco per un paio di minuti 18.

Aggiungi il riso alla verza 19.

Mescola 20.

Inizia a versare il brodo vegetale un po' alla volta, man mano che viene assorbito dal risotto alla verza 21.

Continua a mescolare il riso e ad aggiungere il brodo 22.

Porta il risotto alla verza a cottura 23.

Togli il risotto dal fuoco e aggiungi il formaggio grattugiato 24.

Manteca il risotto mescolandolo delicatamente con una paletta di legno 25.

Il risotto alla verza è pronto per essere servito 26.

Distribuisci il risotto alla verza nei piatti individuali, aggiungi ancora una spolverizzata di formaggio grattugiato e di pepe macinato al momento e servi in tavola 27.

Consigli

Per un piatto ancora più ricco, puoi sostituire il brodo vegetale con del brodo di carne di pollo o di manzo. Al posto dello scalogno, puoi utilizzare l'aglio.

Se vuoi renderlo più gustoso, puoi aggiungere al soffritto della pancetta a cubetti e mantecare poi il risotto con un formaggio che si fonde come la fontina o il taleggio. Per una piacevole nota croccante, completa il piatto con mandorle a lamelle o nocciole tostate, tritate grossolanamente.

Conservazione

Il risotto alla verza va consumato caldo al momento, altrimenti va conservato in frigorifero in un contenitore ermetico per massimo 2 giorni.

Al momento di scaldarlo si consiglia l'aggiunta di brodo vegetale caldo.

15
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Primi piatti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
15