ingredienti
  • Muscolo di manzo 400 gr
  • Vino rosso corposo 200 ml
  • Brodo 300 ml • 661 kcal
  • Cipolla 80 gr • 21 kcal
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 21 kcal
  • Sale q.b. • 0 kcal
  • Pepe nero in grani q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il peposo è una ricetta tipica della tradizione toscana a base di carne, vino rosso e molto pepe (il nome non è casuale). Si tratta di uno stracotto ricco di profumi e sapori: il muscolo di manzo viene tagliato a pezzi non troppo piccoli, sigillato in una casseruola insieme alla cipolla tritata e poi cotto a lungo e a fiamma dolcissima con brodo e vino rosso. Il risultato è un secondo piatto molto gustoso, speziato e dalla consistenza morbidissima, che si scioglie quasi in bocca. Una pietanza perfetta da servire in occasione di un bel pranzo di famiglia, da accompagnare a qualche fettina di pane tostato, preferibilmente "sciapo" come esige la consuetudine locale, per catturare l'irresistibile sughetto di cottura. Ecco come prepararlo seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come preparare il peposo

Pulite la carne e privatela di eventuali scarti o parti grasse (1).

Tagliate la carne a pezzetti non troppo piccoli (2).

In una casseruola dai bordi alti versate un filo di olio e la cipolla tritata (3), quindi mettete sul fuoco e lasciate stufare per qualche minuto.

Aggiungete i pezzetti di carne (4) e fateli rosolare per bene.

Cospargete con una macinata abbondante di pepe (5) e lasciate insaporire avendo cura di mescolare la carne.

Bagnate la carne con il brodo caldo (6).

Aggiungete tre quarti di vino (7), coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fuoco moderato per 4-5 ore. A metà cottura, unite un’altra macinata di pepe e il vino restante.

A cottura ultimata, distribuite nei piatti individuali (8) e servite con qualche fettina di pane tostato.

Consigli

Potete utilizzare un brodo vegetale oppure di carne, a seconda del vostro gusto personale. Mettete da parte un po' di brodo da unire eventualmente alla carne nel caso dovesse asciugarsi troppo in cottura.

Per regalare maggiore profumo alla preparazione, potete insaporire la carne con un battuto di erbe aromatiche fresche (salvia, rosmarino e timo) o con qualche spezia, come una stecca di cannella o uno, due chiodi di garofano.

Servite il vostro peposo ben caldo, accompagnandolo a qualche fettina di pane, tostato in forno e condito con un filo di olio, oppure con della polenta di mais morbida e fumante. Perfetto anche un bel purè di patate cremoso e avvolgente.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche lo stracotto alla fiorentina e quello emiliano.

Conservazione

Il peposo può essere conservato in un apposito contenitore ermetico per 1-2 giorni in frigorifero.