ingredienti
  • patate bianche o gialle 1 kg
  • Latte 200 ml • 63 kcal
  • Burro 70 gr • 899 kcal
  • Parmigiano grattugiato 30 gr • 380 kcal
  • Noce moscata q.b.
  • Sale q.b. • 0 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il purè di patate è un contorno classico della cucina italiana: cremoso e avvolgente, può essere considerato un vero e proprio comfort food. Adatto alle stagioni più fredde, è ideale per accompagnare pietanze a base di carne, pesce e anche vegetariane. Di facile esecuzione, è a base di patate lesse, latte, burro e parmigiano grattugiato. Per un risultato davvero impeccabile, scegliete delle patate a pasta bianca o gialla piuttosto farinose e asciutte, tra le più indicate per questa preparazione, ma anche per gnocchi e sformati, poiché assorbono meglio i liquidi; inoltre, devono essere vecchie, ma comunque integre, senza germogli e con la buccia liscia.

Una volta lessate le patate, vi consigliamo di ridurle in purea con uno schiacciapatate, evitando l'utilizzo del mixer a immersione o del robot da cucina: il rischio è di ottenere una consistenza collosa e poco piacevole al palato. Dopodiché la purea di patate viene stemperata con il latte caldo, aromatizzato con un pizzico di noce moscata, e poi cotta dolcemente sul fuoco per pochi istanti, o comunque fino a ottenere la consistenza desiderata. Il burro e il parmigiano grattugiato, aggiunti al termine di cottura, renderanno la pietanza saporita e irresistibilmente cremosa e mantecata.

Quella che vi proponiamo noi è la ricetta classica del purè di patate, ma ne esistono numerose varianti: potete provare anche la versione senza latte oppure aggiungere un mix di formaggi diversi, per renderlo ancora più ricco e goloso. Nel caso in cui abbiate i minuti contati, invece, vi consigliamo di sbucciate le patate, tagliarle a tocchetti e poi lessarle in acqua salata: in questo modo velocizzerete i tempi di cottura. Accompagnatelo a un sontuoso arrosto al forno e servitelo in occasione di un bel pranzo domenicale in famiglia. Seguite passo passo la nostra ricetta.

Come preparare il purè di patate

Lavate accuratamente le patate, sistematele in una pentola capiente con acqua salata (1) e poi lessatele. Sceglietele di dimensioni piuttosto omogenee in modo che la cottura sia uniforme. Dovranno cuocere circa 45 minuti, infilzatele comunque con una forchetta per verificare la cottura.

Una volta cotte, scolate le patate e fatele intiepidire (2).

Sbucciate le patate (3).

Trasferite le patate in una pentola capiente e schiacciatele con uno schiacciapatate fino a ridurle in purea (4).

Aggiungete un pizzico di sale (5).

Versate il latte in un pentolino e profumate con un pizzico di noce moscata (6).

Mettete sul fuoco e fate scaldare (7).

Appena il latte inizierà a sobbollire, versatelo sulle patate (8) e mescolate energicamente con una frusta a mano, per evitare la formazione di grumi.

Fate cuocere il purè per pochi istanti sul fuoco, quindi spegnete e incorporate il burro a tocchetti (9).

Aggiungete il parmigiano grattugiato (10).

Mescolate ancora per amalgamare il tutto (11).

Portate in tavola e servite ben caldo (12).

Consigli

Nel caso in cui il purè abbia una consistenza troppo liquida, aggiungete una patata lessa in più oppure alzate leggermente la fiamma e proseguite la cottura fino ad addensamento; se invece desiderate che sia più cremoso e meno compatto, diluitelo con un goccio di latte caldo in più.

Per una preparazione ancora più golosa, sostituite una parte di latte con della panna fresca e arricchite il composto con dei cubetti di formaggio e di salume, oppure con un mix di pecorino e parmigiano grattugiati.

Nel caso in cui vi sia avanzato del purè, realizzate questi golosi tortini di patate.

Conservazione

Il purè di patate si conserva perfettamente per circa 3 giorni in frigorifero, in un contenitore chiuso ermeticamente. Prima di servirlo, sarà sufficiente scaldarlo con un goccio di latte.