video suggerito
video suggerito
31 Gennaio 2021 13:00

Gli strumenti del fornaio: 9 utensili che dovreste avere se amate impastare

Per diventare un buon fornaio sono indispensabili alcuni strumenti di base: a differenza delle ricette salate, i dolci e i lievitati richiedono una dose di precisione non indifferente. Dalle spatole di silicone alle bilance digitali, passando per i matterelli e per la varie tipologie di termometri, ecco cosa non deve mai mancare per diventare ottimi fornai.

A cura di Redazione Cucina
2
Immagine

Che siate fornai alle prime armi o che vogliate solo aggiungere qualche buon utensile alla vostra cucina, ci sono alcuni strumenti indispensabili che ogni buon fornaio dovrebbe acquistare. Dallo scontato (ma non troppo) matterello, alle varie tipologie di termometri, non tutti sanno cosa serve per impastare, fa lievitare e infornare alla perfezione: ecco dunque una guida agli strumenti più utili da avere in casa per preparare pane e dolci.

1. Matterello

Immagine

Il suo vero nome è matterello e non mattarello, come la gran parte delle persone pensano (ma ormai è accettato anche mattarello). La ragione è semplice e sta nella sua etimologia: è il diminutivo di mattero, che significa genericamente bastone ma che era anche un' arma usata dai Celti, simile a un giavellotto; a sua volta, il termine viene da una parola latina, mattaris. Per tradizione i matterelli sono di legno, ma oggi in commercio se ne trovano di tutti i tipi, anche in vetro, metallo, ceramica o marmo. Se non avete un matterello a portata di mano, poetete anche utilizzare una bottiglia di vino pulita (dopo aver rimosso l’etichetta).

2. Termometro

Immagine

Il termometro da cucina è uno strumento indispensabile, non solo per controllare la temperatura di creme e torte, ma anche, ad esempio, per quella degli arrosti. In commercio trovate diverse tipologie di termometri: i termometri a lettura istantanea sono usati per misurare la cottura della carne, ma non possono essere lasciati nel cibo mentre cuoce; i termometri da pasticceria e i termometri per frittura profonda, che di solito sono dotati di una clip di fissaggio che consente di monitorare la temperatura mano a mano che questa sale; infine, il termometro da forno viene utilizzato per determinare la precisione della cottura in forno. Per un fornaio i due più importanti sono un termometro da forno (una temperatura accurata del forno garantirà torte di successo) e un termometro da pasticceria, che aiuterà anche a preparare caramelle morbide, creme, eccetera.

3. Misurini e cucchiai

Immagine

Quando si legge una ricetta magari si pensa che una tazza sia uguale ovunque. Ma in realtà un’unità di misura varia da paese a paese. Per esempio in Australia e in Sud Africa una tazza significa 250 ml, mentre negli Stati Uniti una tazza equivale a 240 ml. Un cucchiaio significa 15 ml, tranne in Australia dove equivale a 20 ml. Quindi cerca e compra misurini e cucchiai in acciaio inossidabile di buona qualità: possono essere lavati in lavastoviglie e non si restringono col tempo, come capita a quelli in plastica le cui misurazioni in rilievo tendono anche a sbiadire.

4. Carta da forno

Immagine

La carta da forno viene utilizzata principalmente per rivestire teglie ed è fatta in modo che i prodotti da forno non si attacchino. Se usate molta carta da forno, magari sarebbe il caso di comprare un tappetino da forno antiaderente in silicone che può essere pulito e utilizzato più volte.

5. Bilancia digitale

Immagine

Una misurazione accurata è il primo passo per ottenere un buon risultato. Nelle ricette salate di solito si può aggiungere qualcosa a occhio senza creare problemi alla ricetta, ma quando si tratta di infornare un dolce o un pane tutti gli ingredienti devono essere dosati con precisione. Comprate dunque una bilancia digitale che abbia misurazioni sia imperiali che metriche, cosa che vi consentirà di seguire le ricette di qualsiasi libro: americano, britannico, australiano o qualsiasi altro paese.

6. Colino

Immagine

Un buon fornaio ha bisogno di almeno due colini di grandezza diversa. Un colino grande per setacciare ingredienti come farina o cacao e uno più piccolo per spolverare lo zucchero a velo. A volte il setaccio più grande viene utilizzato anche per filtrare i grumi d’uovo della crema pasticcera.

7. Ciotole per mescolare

Immagine

Le ciotole per mescolare gli ingredienti sono disponibili in varie dimensioni e materiali. Le più apprezzate sono quelle in vetro e quelle in acciaio inossidabile. Ci sono anche ciotole in plastica, ma usandole molto non dureranno a lungo, quindi è meglio investire in ciotole di buona qualità. Alcune sono addirittura dotate di base in silicone antiscivolo, che le rende molto più facili da usare!

8. Strumenti per mescolare

Immagine

È una buona idea avere cucchiai di legno separati per varie ricette. Spesso i cucchiai in legno assorbono i sapori, quindi è preferibile utilizzare cucchiai diversi per diversi tipi di ricette. Per quanto riguarda le spatole, comprate quelle in silicone di alta qualità: possono resistere alle alte temperature (sono ottime per fare le caramelle), sono lavabili in lavastoviglie e durano molto più a lungo di quelle in plastica.

9. Teglie da forno

Immagine

Sarebbe piuttosto difficile cuocere una torta senza una tortiera. Tanto per cominciare, avrete quindi bisogno di due tortiere da 20 cm (indicata per una torta a strati), di cui una con cerniera removibile, un paio di stampi rettangolari (per pane, focacce e plumcake) e una teglia bassa per i biscotti.

Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
2
api url views