Migliori mattarelli: classifica e opinioni del 2022

I mattarelli sono degli attrezzi utilizzati in cucina per stendere gli impasti. Disponibili in diversi materiali, è possibile acquistare i classici modelli con impugnature, quelli senza manici e quelli incisi. Ecco quali sono i migliori.

A cura di Quale Compro Team
0

Immagine

I mattarelli sono degli strumenti da cucina a forma di cilindro utilizzati per stendere qualsiasi tipologia di impasto. Si tratta di strumenti antichi originariamente realizzati esclusivamente in legno ma che, attualmente, sono disponibili  in silicone, in acciaio inox, in plastica e in marmo. Vengono utilizzati per preparare non solo la base per la pizza, le tagliatelle o qualsiasi altra tipologia di pasta fresca, ma anche per stendere la pasta di zucchero o il marzapane per realizzare torte e dolci. I modelli più diffusi in commercio sono quelli classici dotati di manici, i mattarelli francesi, costituiti da un unico cilindro privo di impugnature laterali, più adatti per chi ha dimestichezza con il suo utilizzo, e quelli incisi. Questi ultimi sono realizzati in legno, di faggio o di acero, e presentano delle incisioni sulla superficie utile per decorare gli impasti, soprattutto quelli per i biscotti. Date le diverse tipologie disponibili scegliere un mattarello perfetto per le proprie esigenze può rivelarsi complicato.

Scopriamo insieme quali sono i migliori, quali sono i fattori da considerare prima di acquistarne uno e come utilizzarlo correttamente.

I migliori mattarelli del 2022

Ecco la lista contenete i migliori di quest'anno. Abbiamo scelto i mattarelli che hanno ricevuto un maggior numero di recensioni positive da parte degli utenti che hanno acquistato online.

1. Mattarello in legno di faggio di Hofmeister

Immagine

Dalla forma tradizionale a due manici e realizzato in legno di faggio, il mattarello classico di Hofmeister si contraddistingue per la robustezza e per la facilità di utilizzo. Risulta, infatti, molto maneggevole anche grazie al materiale utilizzato per realizzarlo, che permette di muoverlo senza compiere particolari sforzi e senza troppa fatica. I manici sono si impugnano senza difficoltà, mentre la superficie perfettamente liscia consente di pulirlo in pochi passaggi. È lungo 40 cm e ha un diametro di 35 mm.

Pizza mattarello
17,18 € Spedizione Gratuita
Vedi su eBay

2. Mattarello in acciaio inossidabile di SveBake

Immagine

Lungo 40 cm e con un diametro di 3,8 cm, questo in acciaio inossidabile di SveBake scivola con molta facilità si qualsiasi tipologia di impasto. L'acciaio inox, inoltre, lo rende facile da pulire sia a mano che in lavastoviglie, grazie alla superficie liscia, igienico ed impedisce che l'utensile assorba gli odori o gli aromi degli impasti che vengono lavorati. Risulta leggero e facile da maneggiare nonostante non siano presenti i manici laterali per impugnarlo. Si tratta, infatti, di un mattarello francese, nome con il quale si indica un utensile di questo tipo privo di manici.

3. Mattarello con cuscinetti a sfera di Dr. Oetker

Immagine

Questo modello proposto da Dr. Oetker è così comodo e pratico che utilizzarlo risulta piacevole e divertente. Si caratterizza per la presenza sull'asse metallico di alcuni cuscinetti a sfera che facilitano ed agevolano i movimenti perché pensati per far scorrere fluidamente i manici. Anche questo utensile è realizzato in resistente e robusto legno di faggio. Il diametro di ben 6,3 cm ha una dimensione tale da stendere con facilità la pasta e, di conseguenza, da ridurre il tempo per la preparazione. È lungo 44 cm.

4. Mattarello in plastica di Decora

Immagine

Indicato per chi ama fare dolci in casa, questo mattarello in plastica realizzato da Decora è perfetto per stendere ingredienti come pasta di zucchero e marzapane, ma è utilizzabile anche con qualsiasi altra tipologia di impasto. Tra le sue caratteristiche segnaliamo l'antiaderenza che lo rende molto facile da pulire non solo in lavastoviglie ma anche a mano, utilizzando un semplice panno umido. Risulta, infine, molto facile da maneggiare grazie alla sua struttura solida ma leggera. È lungo 25 cm e ha un diametro di 2,5 cm.

5. Mattarello con incisioni a rilievo di Demiawaking

Immagine

Perfetto per realizzare biscotti, ma anche ricette salate, questo utensile realizzato da Demiawaking si contraddistingue per la presenza di diversi rilievi che richiamano temi natalizi. Dotato di superficie antiaderente, questo mattarello scorre molto velocemente e con una buona fluidità sull'impasto, rendendo molto più facile il suo utilizzo e riducendo il tempo da dedicare alla preparazione della pasta, della pizza o di dolci. I due manici laterali sono abbastanza ampi e hanno una forma ergonomica che facilita la presa. Misura 45 cm di lunghezza.

6. Mattarello in silicone alimentare di Kaiser

Immagine

Realizzato in silicone alimentare con struttura interna in metallo, il mattarello proposto da Kaiser risulta molto morbido al tatto e facile da maneggiare. Il materiale che lo compone si caratterizza per l'ottima resistenza alle alte temperature (fino a 200°) e per la facilità di pulizia. Sono presenti, inoltre, dei cuscinetti che strisciano in modo molto scorrevole e che agevolano il movimento dell'utensile. Anche le impugnature sono in silicone e hanno un'impugnatura pensata per rendere comoda ed agevole la presa. È lungo 25 cm e ha un diametro di 5,5 cm

7. Mattarello regolabile di Fixget

Immagine

Questo realizzato da Fixget è un modello in acciaio inox che permette, utilizzando un unico strumento, di stendere alla perfezione impasti per qualsiasi tipologia di preparazione. Si tratta, infatti, di un modello regolabile che viene venduto insieme a quattro dischetti intercambiabili che consentono di ottenere lo spessore desiderato. I dischetti hanno dimensioni di 2, 3, 6 e 10 mm da utilizzare in base alle diverse esigenze quotidiane. Essendo realizzato in acciaio inox e in resina è un utensile sicuro e igienico, facile da pulire. È lungo 44 cm.

8. Mattarello in marmo di Küchenprofi

Immagine

Il mattarello proposto da Küchenprofi è composto da un mortaio realizzato in marmo e da manici in legno. Questo materiale concede una serie di vantaggi nell'utilizzo dell'utensile perché è naturalmente liscio, non poroso e naturalmente antiaderente. Tutte queste caratteristiche lo rendono facile da utilizzare e da pulire. Essendo un modello abbastanza pesante permette di lavorare facilmente gli impasti elastici. È lungo 47 cm e ha un diametro di ben 6 cm.

Come scegliere il miglior mattarello

Per scegliere il migliore mattarello occorre tenere in considerazione le tipologie disponibili, i materiali, le dimensioni e il peso, la pulizia e il costo.

Tipologie disponibili

In commercio sono attualmente disponibili mattarelli classici, i cosiddetti mattarelli francesi, quelli regolabili e quelli intagliati. I primi sono quelli tradizionali, generalmente realizzati in legno di faggio o di acero, dotati di manici ergonomici per rendere più facile e agevole la presa. La presenza delle impugnature laterali, infatti, consente di muovere con facilità l'utensile sugli impasti, soprattutto quelli più elastici, mentre il materiale pesante e i diametri, che solitamente hanno dimensioni grosse, consentono di lavorarli in meno tempo e con meno fatica.

I mattarelli francesi, invece, sono quelli composti da un unico cilindro privo di impugnature laterali. Queste tipologie sono realizzate in acciaio inossidabile, in plastica o in legno e sono l'ideale per stendere superfici di pasta abbastanza grandi. Il loro principale vantaggio consiste nel fatto che l'utensile viene mosso attraverso un contatto diretto con il palmo delle mani, caratteristica che permette di scivolare agevolmente sull'impasto. C'è però da dire che per coloro che hanno poca dimestichezza con l'utilizzo di questo utensile occorre fare un po' di pratica prima di impararlo ad utilizzare senza difficoltà.

Quelli regolabili che, attraverso appositi accessori, vengono utilizzati per ottenere diversi formati di pasta. Questi mattarelli presentano dei marcatori di lunghezza e di profondità e vengono venduti con dei dischetti intercambiabili dotati da diverse dimensioni.

Gli ultimi modelli sono quelli intagliati che si caratterizzano per la presenza sulla superficie di rilievi che consentono di decorare l'impasto. Proprio per questa caratteristica, sono mattarelli da scegliere per realizzare principalmente i biscotti.

Materiali

I materiali utilizzati per realizzare questi utensili da cucina sono il legno, l'acciaio inossidabile, il silicone, la plastica e il marmo.

  • Legno: è il materiale utilizzato per realizzare i mattarelli tradizionali. Gli utensili appartenenti a questa categoria sono principalmente realizzati in legno di faggio o di acero, tipologie di legno che, nonostante siano robusti e resistenti, risultano comunque leggeri e facili da maneggiare. Sottolineiamo che si tratta di un materiale molto poroso e che l'impasto tenderà ad attaccarsi sul mortaio se nn viene cosparsa un po' di farina sul piano sul quale si lavora. Non è possibile lavarli in lavastoviglie ma solo a mano.
  • Acciaio inossidabile: si tratta di un materiale antiaderente che non solo è resistente e garantisce durabilità nel corso del tempo, ma anche igienico e sicuro. Questi utensili da cucina si caratterizzano per una superficie particolarmente liscia che impedisce all'impasto di attaccarsi. Di conseguenza anche la pulizia, che può essere eseguita sia a mano che in lavastoviglie, risulta molto facile. Qualli appartenenti a questa tipologia non sono particolarmente leggeri ma scivolano con facilità sulla pasta da lavorare. Sono mattarelli che dovrebbero scegliere chi sa utilizzarli bene e chi si dedica ad una cucina professionale.
  • Silicone: questo materiale si contraddistingue per l'antiaderenza, la facilità di pulizia e  la resistenza alle alte temperature. Caratteristiche indispensabili per utensile da cucina perché permettono di utilizzarlo per un lungo periodo di tempo senza danneggiarsi. Come per la plastica, se si decide di acquistare un modello in silicone è necessario che sia certificato per il contatto alimentare e privo di sostante che potrebbero rivelarsi dannose.
  • Plastica: meno robusta rispetto agli altri materiali, la plastica è uno dei materiali utilizzati per realizzare i mattarelli perché è leggera e antiaderente, due caratteristiche fondamentali per un utensile di questo tipo. Se si decide di optare per un modello di questo tipo è fondamentale assicurarsi che si tratti di una plastica non tossica, sicura e certificata per il contatto alimentare. Anche se possono essere utilizzati per qualsiasi tipologia di impasto, i mattarelli in plastica sono indicati soprattutto per stendere la pasta di zucchero o il marzapane.
  • Marmo: si tratta di un materiale non poroso e antiaderente di natura. Queste caratteristiche permettono di farlo scivolare agevolmente sull'impasto lo rendono facile da pulire. L'unico contro di questo materiale è che può risultare pesante e non facile da maneggiare per chi non ha molta dimestichezza con l'utilizzo di questo utensile. Inoltre i mattarelli in marmo sono più costosi rispetto a quelli precedentemente descritti e più difficili da reperire in commercio.

Dimensioni e peso

Il fattore dimensioni dipende molto dalle esigenze personali. Ovviamente più l'utensile è di grosse dimensioni, più aumenterà il suo peso. Coloro che vogliono scegliere un mattarello per preparare torte e dolci dovrebbero acquistarne uno non troppo lungo e con spessore di grosse dimensioni, mentre chi è intenzionato a preparare pasta fatta in casa dovrebbe sceglierne uno lungo e abbastanza sottile. Per quanto riguarda il fattore peso uno leggero è più facile da maneggiare rispetto ad uno pesante. C'è però da dire che quelli con un peso maggiore permettono di stendere più velocemente e con meno fatica gli impasti.

Pulizia

La pulizia è una componente fondamentale da considerare prima di acquistarne uno. Si tratta, infatti, di un utensile che entra in stretto contatto con gli alimenti che poi saranno ingeriti.

Prima di procedere con la manutenzione e con la pulizia è necessario assicurarsi, attraverso la lettura delle indicazioni contenute sulla confezione o sul libretto di istruzioni, che il materiale che lo compone sia lavabile sia a mano che in lavastoviglie. Scegliere un mattarello che è possibile pulire in entrambi i modi è la soluzione ideale.

Generalmente la maggior parte dei mattarelli realizzati in acciaio inossidabile, silicone e plastica possono essere puliti in entrambi i modi. Discorso diverso va fatto per quelli in legno e in marmo, che possono essere puliti esclusivamente a mano. Per quanto riguarda i primi è necessario rimuovere accuratamente dalla superficie tutti i residui di impasto e di utilizzare un panno inumidito. Sconsigliamo di utilizzare direttamente l'acqua corrente: il legno è un materiale molto poroso e che, se non viene asciugato accuratamente, rischia di marcire accuratamente.

I modelli in marmo, invece, vanno puliti semplicemente utilizzando un panno, acqua calda ed un comune detergente.

Costo

I mattarelli sono degli utensili economici e che non hanno un prezzo elevato, qualunque sia il materiale che lo compone. Possiamo sintetizzare dicendo che quelli con un prezzo inferiore sono sicuramente quelli in legno, mentre quelli in marmo hanno un costo più elevato e sono più difficili da trovare in commercio.

Come utilizzare un mattarello

Prima di utilizzare il classico mattarello occorre infarinare sia il piano di lavoro, che dovrebbe essere preferibilmente in marmo o in legno, sia l'utensile, per evitare che l'impasto resti attaccato e che diventi difficile da rimuovere.

Per stendere correttamente l'impasto, invece, il suggerimento è quello di partire con le mani unite al centro del mattarello e di muoverle facendole arrivare fino alle estremità. Una volta giunte dove si trovano le impugnature laterali, è possibile ritornare al centro dell'utensile, eseguendo sempre lo stesso movimento. Durante questo passaggio è importante esercitare sulle mani una leggera pressione per iniziare ad assottigliare la pasta da lavorare. Quando inizia a diventare sottile è possibile arrotolare la pasta intorno al mattarello, aggiungendo di tanto in tanto un po' di farina. A questo punto l'impasto può iniziare ad essere girato con una certa frequenza spingendo sempre verso l'alto e non cambiando mai verso.

Una volta utilizzato un mattarello in legno è importante procedere con una corretta manutenzione per avere sempre a disposizione un attrezzo perfettamente pulito ed igienizzato. Il primo suggerimento è quello di pulirlo con un panno umido e di asciugarlo accuratamente utilizzandone un altro pulito. Per mantenere il legno sempre "sano" ed evitare che si danneggi, consigliamo di applicare qualche goccia di olio su un canovaccio e di distribuirlo su tutta la lunghezza. Questo piccolo procedimento proteggerà l'utensile dall'umidità e dai piccoli danni, come le scheggiature, perché lo rende più resistente.

0
I contenuti Quale Compro sono redatti da un team di esperti, esterni alla redazione Cookist, che analizza, seleziona e descrive i migliori sconti, prodotti e servizi online in maniera affidabile ed indipendente. In alcune occasioni, viene percepita una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti nel testo, senza alcuna variazione del prezzo finale.

Per eventuali informazioni o segnalazioni scrivere a qualecompro@ciaopeople.com

Immagine
quale compro

La tua guida per lo shopping

Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
0