Finocchio: proprietà, benefici e usi in cucina

Il finocchio è un ortaggio ricco di proprietà benefiche e digestive, un vero toccasana per il nostro corpo: come snack spezza fame per chi segue una dieta ipocalorica, ma anche come protagonista di ricette semplici e sfiziose. Il finocchio è un grande alleato del nostro intestino e del nostro fegato per le sue proprietà depurative. Conosciuto fin dai tempi degli antichi egizi, del finocchio troviamo due varietà: il finocchio selvatico, anche detto "finocchina", dal gusto più deciso e aromatico, oppure il finocchio coltivato, quello che utilizziamo più spesso in cucina. In ogni caso del finocchio non si butta niente, dai fiori ai semi tutto può essere utilizzato in cucina. Consigliato per chi soffre di disturbi intestinali, di digestione o di ritenzione idrica o per chi semplicemente ha voglia di un tisana depurativa, il finocchio è poverissimo di calorie e ricco di fosforo, calcio e vitamine.

Proprietà del finocchio

I finocchi sono composti per circa il 90% da acqua, da 0.2 grammi di grassi, da 2,6 grammi di carboidrati per un livello calorico pari a 30 kcal per 100 grammi. Ecco cosa contengono nel dettaglio:

  • sono poveri di carboidrati e ricchi di fibre, cosa che aiuta la regolarità intestinale; contengono anche un buon livello di sali minerali che aiutano la regolare funzione renale.
  • contengono un buon quantitativo di calcio, fosforo, potassio e vitamina C, che hanno una funzione antiossidante e di sostegno al sistema immunitario.
  • sono discretamente ricchi di flavonoidi che stimolano e aiutano la funzione epatica, ma contrastano anche l'azione dei radicali liberi.

Benefici del finocchio

Il finocchio ha numerosi benefici sul nostro corpo, vediamoli nel dettaglio:

  • Aiuta la digestione: il finocchio è un alleato prezioso del nostro stomaco e del nostro intestino, ha un'azione disintossicante e, laddove ci fossero patologie, aiuta a contrastare gonfiore addominale e dolori causati da spasmi.
  • Ha un effetto diuretico: la grande quantità di acqua presente nei finocchi li rende dei veri e propri diuretici naturali, disintossicanti e spezza fame.
  • Stimola e aiuta la funzione epatica: la presenza dei flvonoidi permette una regolare funzione epatica, soprattutto quando si utilizzano i semi (anche detti acheni) per preparare infusi e tisane.
  • Rafforza le difese immunitarie e le ossa: il finocchio è ricco di potassio, calcio e vitamine che aiutano a rinforzare il sistema immunitario.
  • Aiuta e stimola un dimagrimento naturale: l'effetto diuretico a lungo termine favorisce il contrasto alla ritenzione idrica e stimola quindi un dimagrimento naturale.
  • Aiuta l'equilibrio ormonale femminile: flavonoidi e fitoestrogeni presenti nel finocchio favoriscono un buon equilibrio ormonale.

Usi in cucina

Ottimi crudi come snack tra un pasto e l'altro, come bastoncini da immergere in golosi pinzimoni, i finocchi possono essere anche protagonisti di tantissime ricette: possono essere brasati e fritti, ma anche cotti al forno o in padella; ottimi perché poco calorici, forse non tutti sanno che de finocchi non si butta nulla: con i semi ad esempio si possono preparare tisane depurative e ricche di profumi, con le foglie del finocchio selvatico poi possiamo preparare deliziosi liquori e perfino creme per la pelle. E in cucina? Quando abbiamo voglia di un contorno gustoso, amiamo preparare i finocchi gratinati anche nella versione light senza besciamella; se invece avete voglia di sperimentare ricette alternative e stupire i vostri ospiti potete provare la nostra ricetta della parmigiana di finocchi, leggera ma davvero gustosa.