ingredienti
  • Farina di mandorle 250 gr • 600 kcal
  • Cioccolato bianco 200 gr • 532 kcal
  • Amido di mais 60 gr • 750 kcal
  • Uova 5 • 0 kcal
  • Zucchero semolato 150 gr • 600 kcal
  • Lievito in polvere per dolci 8 gr • 600 kcal
  • Limoni 2 • 43 kcal
  • Olio extravergine di oliva 100 ml • 0 kcal
  • Zucchero a velo q.b. • 380 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La caprese al limone è la variante delicata e fragrante del celebre dolce al cioccolato, tipico della tradizione campana. Come la ricetta originale è a base di mandorle tritate, mescolate in questa versione al cioccolato bianco e alla scorza di limone grattugiata, che regalerà al dolce un aroma inebriante e un gusto inconfondibile. Umida all'interno, ma con un irresistibile crosticina esterna, è perfetta da gustare a colazione, come pausa pomeridiana o da servire a fine pasto in occasione di un invito speciale, accompagnandola a un bicchierino di limoncello fresco fatto in casa. Scoprite come realizzarla seguendo passo passo procedimento e consigli.

Come preparare la caprese al limone

unire amido

Miscelate in una ciotola la farina di mandorle, la scorza di limone grattugiata, l'amido di mais e il lievito per dolci (1).

aggiungere zucchero

Aggiungete lo zucchero (2) e miscelate per bene.

aggiungere cioccolato

Tritate finemente il cioccolato bianco al coltello e aggiungetelo agli ingredienti secchi (3).

montare uova

Rompete le uova in una ciotola capiente e montatele con l’aiuto delle fruste elettriche (4), fino a ottenere un composto chiaro e spumoso.

unire composti

Versate a poco a poco gli ingredienti secchi nelle uova (5) e mescolate delicatamente, con movimenti dal basso verso l'alto, per evitare di smontare il composto.

unire olio

Versate l’olio a filo e incorporatelo perfettamente (6).

riversare in uno stampo

Imburrate e infarinate uno stampo a cerniera da 26 cm di diametro, quindi versate l’impasto (7) e infornate a 170 °C per circa 40 minuti.

caprese al limone

Trascorso il tempo di cottura, sfornate la torta e fatela raffreddare, quindi sformatela e cospargete la superficie con abbondante zucchero a velo. Decorate con qualche fettina di limone e servite (8).

Consigli

Se amate la croccantezza delle mandorle, cospargete la superficie con un'altra manciata di frutta secca, tritata grossolanamente al coltello, quindi infornate il dolce.

Nel caso in cui non troviate la farina di mandorle, potete utilizzare le mandorle intere e frullarle in un mixer da cucina, azionandolo a intermittenza, fino a ridurle in polvere. Per una versione alternativa, potete sostituire le mandole con le nocciole o i pistacchi.

Acquistate dei limoni biologici freschissimi e non trattati chimicamente, quindi ricavatene la scorza con l'apposita grattugia, facendo attenzione a non prelevare anche la parte bianca del frutto, responsabile del retrogusto lievemente amarognolo.

Se desiderate ottenere una fragranza ancora più spiccata, potete aggiungere una fialetta di essenza di limone o un bicchierino di limoncello. Potete anche caramellare delle scorzette di limone in acqua e zucchero, quindi aggiungerle all'impasto. Potete aggiungere anche dell'aroma di vaniglia o dei semini di una bacca intera.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche la torta caprese all'arancia e quella di nocciole.

Conservazione

La torta caprese può essere conservata a temperatura ambiente, sotto una campana di vetro o in un apposito contenitore ermetico, per circa 3-4 giorni.