video suggerito
video suggerito
ricetta

Braciole messinesi: la ricetta degli involtini di carne dal cuore saporito e filante

Preparazione: 20 Min
Cottura: 6 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Eleonora Tiso
18
Immagine

ingredienti

Fettine di vitello tagliate sottili
12
Provolone piccante
150 gr
Pangrattato
100 gr
Pecorino grattugiato
30 gr
Aglio
1 spicchio
Erbe aromatiche secche (rosmarino, timo, salvia)
1 cucchiaio
Olio extravergine di oliva
q.b.
Sale
q.b.
pepe
q.b.
per accompagnare
Insalata mista
q.b.

Le braciole messinesi sono un secondo tipico siciliano, ideale da portare in tavola per il pranzo della domenica in famiglia o una cena veloce ma molto gustosa in compagnia di amici. Si tratta di golosi involtini di vitello panati, farciti internamente con pezzettini di provolone piccante e una miscela a base di pangrattato, pecorino, aglio grattugiato ed erbette aromatiche che, una volta fatti dorare in padella, vengono infilzati con uno spiedo di legno e serviti poi ben caldi: per un risultato fragrante fuori e filante al cuore davvero irresistibile.

Solitamente per questo tipo di preparazione viene utilizzato il lacerto, meglio conosciuto come girello o magatello, un taglio magro e molto pregiato ricavato dal quarto posteriore dei bovini. In alternativa, andrà benissimo anche la fesa o la noce ma l'importante, per una riuscita ottimale, sarà procurarsi delle fettine di vitello tagliate molto sottili o battute leggermente con il batticarne: in questo modo cuoceranno sul fuoco in pochissimi minuti, risultando tenere, scioglievoli in bocca e niente affatto asciutte.

A piacere, puoi servire le braciole con un'insalatina mista di stagione, una porzione di verdurine gratinate o delle croccanti patate al forno, oppure puoi proporle come godurioso finger food per un buffet in piedi insieme a un calice di vino rosso.

Di questa ricetta esistono diverse varianti in tutta l'Isola, tra le più note quella degli "spiedini di involtini palermitani": realizzati con un procedimento molto simile, in questo caso i rotolini vengono farciti internamente con una mollica cunzata, ovvero condita in dialetto siculo, con cipolla appassita, pinoli, uvetta e formaggio grattugiato, e intervallati poi, tra un bocconcino di carne e l'altro, da foglioline di alloro e fettine di cipolla cruda.

Scopri come preparare le braciole messinesi seguendo passo passo procedimento e consigli. Se ti è piaciuta questa ricetta, prova anche le braciole napoletane e gli involtini di carpaccio, oppure cimentati con altri piatti tipici della cucina siciliana.

Come preparare le braciole messinesi

Raccogli in un piatto il pangrattato con un pizzico sale, il mix di erbette aromatiche e il pecorino e l'aglio grattugiati 1.

Spezia con una macinata di pepe e miscela gli ingredienti con i rebbi di una forchetta 2.

Sistema le fettine di vitello su un tagliere 3.

Condisci ciascuna fettina al centro con un cucchiaio abbondante di panatura aromatica 4.

Aggiungi un paio di pezzetti di provolone 5.

Sovrapponi leggermente la carne sul ripieno 6.

Arrotola le fettine a partire dal lato corto e forma tanti involtini 7.

Spennella le braciole con poco olio extravergine di oliva e lasciale rotolare nella panatura aromatica rimanente 8.

Man mano che sono pronte, infilza 2 o 3 braciole sugli spiedini di legno 9.

Sistema gli spiedini in una padella antiaderente dove avrai scaldato un filo d'olio extravergine di oliva e lascia rosolare per bene la carne per 2-3 minuti per lato 10.

Quando saranno dorate e fragranti, disponi le braciole alla messinese sui piatti individuali e servile, a piacere, con una porzione d'insalata mista 11.

Consigli

Nella nostra ricetta abbiamo profumato il pangrattato con un trito di salvia, timo e rosmarino ma, in alternativa, puoi scegliere qualsiasi altra erbetta aromatica di tuo gradimento, come prezzemolo, basilico, origano secco…

A piacere puoi sostituire il provolone piccante con uno dolce, con il caciocavallo o con altro formaggio filante semi-stagionato, oppure puoi arricchire il ripieno con un battuto di olive o con filetti di alici sott'olio.

Se desideri puoi disporre le braciole alla messinese su una teglia con carta forno, irrorarle con un giro d'olio extravergine di oliva e cuocerle in forno caldo a 180 °C per circa 20 minuti mentre, se disponi dell'elettrodomestico, puoi metterle nel cestello della friggitrice ad aria senza aggiunta di grassi e azionare poi lo strumento alla stessa temperatura per un quarto d'ora, avendo però l'accortezza di rigirare gli spiedini a metà cottura.

Le braciole alla messinese andrebbero consumate calde e fragranti non appena tolte dal fuoco. Se dovessero avanzare, puoi conservarle in frigo, in un contenitore a chiusura ermetica, per 1 giorno massimo oppure, se preferisci, puoi congelarle da crude dopo averle fatte rotolare nel pangrattato.

Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Ricette
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
api url views