ingredienti
  • Banane 2 • 90 kcal
  • Olio di semi d’arachide q.b. • 690 kcal
  • Zenzero in polvere q.b. (facoltativo) • 80 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le banane fritte sono facili e veloci da preparare, ottime da servire come snack per un aperitivo, come insolito e delizioso contorno, ma anche come dolce. Una pietanza versatile da preparare senza uova e solo con 2 ingredienti: banane e olio di arachidi. Vi basterà solo tagliare le banane a fette e friggerle in olio ben caldo. Una volta pronte, servitele così come sono o con l'aggiunta di spezie: nel nostro caso abbiamo aggiunto un pizzico di zenzero in polvere. La ricetta si presta comunque ad accompagnare anche pietanza salate a base di carne o di pesce: potete quindi gustarle in tanti modi diversi. Ecco come prepararle.

Come preparare le banane fritte

Sbucciate le banane, sistematele su un tagliere o su un piano di lavoro e tagliatele a fettine di circa 1 centimetro. Friggetene poche alla volta in abbondante olio di arachidi ben caldo fino a doratura: occorreranno circa 5 minuti. Una volta pronte, sollevatele con la schiumarola e adagiatele su un piatto rivestito con carta da cucina, così da eliminare l'olio in eccesso. Spolveratele con un po' di zenzero in polvere, se preferite. Le vostre banane fritte sono pronte per essere gustate sia calde che fredde.

Consigli

Per la preparazione di questa pietanza scegliete bene le banane: non dovranno essere troppo acerbe né troppo mature. Acquistate quelle con la buccia gialla e senza ammaccature.

Chi preferisce potrà lasciare le fettine di banana a macerare nel rum per 10 minuti. Trascorso il tempo necessario, tamponatele con carta da cucina e friggete in olio ben caldo. Ideale se volete rendere le vostre banane fritte più aromatiche.

Le banane fritte si preparano senza l'aggiunta di zucchero o sale: in questo modo potete decidere se gustarle dolci o salate.

Potete sostituire lo zenzero con la curcuma, la cannella o con la spezia che preferite. Se decidete di servirle come dolce, potete aggiungere anche un topping al cioccolato, al caramello o quello che più vi piace.

Se volete realizzare una versione più light potete cuocere le banane in forno: sistemate le fettine di banana su una teglia rivestita con carta forno e cuocete a 200 °C per qualche minuto, fino a quando non saranno dorate.

Varianti

Sono diverse le varianti che potete realizzare in base ai diversi gusti e alle esigenze. Le banane fritte alla brasiliana si preparano passando le fettine di banana nella farina, nell'uovo sbattuto e, infine, nel pangrattato, prima di essere fritte in olio ben caldo. Una volta pronte si spolverizzano con lo zucchero o con la cannella. Ottime da servire come dessert.

Ci sono poi le banane fritte alla cinese, preparate con la pastella. Per realizzarle, mettete in una terrina 2 uova, 2 cucchiai di zucchero, 1 cucchiaio di farina e un po' di rum. Mescolate fino a realizzare un composto cremoso. Tagliate a fettine 3-4 banane e passatele nella pastella. Friggetele in olio di semi ben caldo e servitele caldissime. In questo caso potete preparare anche le banane fritte intere: vi basterà dividerle a metà nel senso della lunghezza, passarle nella pastella e friggerle.

In alternativa potete realizzare le banane fritte africane: in questa ricetta si utilizza solitamente il platano, simile alla banana nell'aspetto ma dal sapore meno dolce, ma potete utilizzare anche la banana. Tagliatela sempre a fettine, condite con zenzero fresco tritato e friggete in abbondante olio di semi ben caldo.

Conservazione

È consigliabile consumare le banane fritte subito dopo la preparazione o, al massimo, in giornata.