video suggerito
video suggerito
ricetta

Acarajé: la ricetta dello street food tipico della cucina afrobrasiliana

Preparazione: 20 Min
Cottura: 8 Min
Riposo: 24 ore
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4-6 persone
A cura di Silvia Ferrau
8
Immagine
ingredienti
per le frittelle
fagioli secchi
250 gr
Cipolla
1
Sale
q.b.
pepe
q.b.
Per il ripieno
Gamberetti
200 gr
Latte di cocco
70 ml
Farina di manioca
2 cucchiai
Anacardi
1 cucchiaio
Cipolla
1/2
Sale
q.b.
pepe
q.b.
Per la frittura
Olio di semi di arachidi
q.b.
per la finitura
gamberetti già sgusciati
q.b.
Peperone verde
q.b.

L'acarajé è uno street food tipico della cucina afrobrasiliana, solitamente venduto a San Salvador de Bahia dalle baiane, le donne ambulanti con indosso i tradizionali costumi bianchi. Si tratta di un piatto rituale della religione candomblé, la cui commercializzazione è sottoposta a una precisa normativa e, sebbene consumato anche in contesti "profani", viene tutt'oggi considerato un cibo sacro agli dei: motivo per cui la sua ricetta, che dovrebbe essere preparata solo dalla casta più alta del clero, i cosiddetti filhos-de-santo, non può essere in alcun modo modificata.

Per portarlo in tavola, ti basterà mettere in ammollo i fagioli secchi, ridurli in crema nel boccale di un mixer insieme alle cipolle affettate sottili e friggere quindi l'impasto a cucchiaiate nell'olio di semi bollente. Una volta ottenute delle frittelle asciutte e croccanti, non ti rimarrà che farcirle con un composto frullato a base di gamberetti, anacardi, latte di cocco, manioca, sale e pepe macinato al momento, e servire gli acarajé, caldi e fragranti, in apertura del pasto o all'ora dell'aperitivo.

La versione originale richiede l'utilizzo di fagioli con l'occhio e della manioca, conosciuta anche come farina di tapioca mentre, per la frittura, viene impiegato l'olio di palma, qui sostituito con un buon olio di semi di arachidi. In alternativa puoi optare per dei fagioli cannellini, da mettere rigorosamente a bagno in acqua fredda per almeno 24 ore, e scegliere poi come addensante un amido di mais, una farina di riso o della fecola di patate: tutti ugualmente privi di glutine e adatti anche a soggetti celiaci.

Se desideri, puoi speziare la preparazione con un pizzico di peperoncino in polvere, oppure puoi unire qualche stelo di erba cipollina o altre erbette aromatiche a tua scelta.

Scopri come preparare gli acarajé seguendo passo passo procedimento e consigli. Se ti è piaciuta questa ricetta, prova anche la farofa e la coxinha.

Come preparare gli acarajé

Per prima cosa metti a bagno i fagioli secchi in un recipiente 1 e lasciali in ammollo per 24 ore.

Trascorso il tempo, sciacqua i legumi sotto l'acqua corrente, sgocciolali con cura e raccoglili nel boccale di un mixer 2.

Unisci un cucchiaio di acqua e frulla accuratamente i legumi fino a ottenere una consistenza cremosa 3.

Unisci quindi la cipolla tritata al coltello 4 e frulla ancora.

Trasferisci la crema di fagioli e cipolla in una ciotola e aggiusta di sale 5.

Spezia con una macinata di pepe 6.

In una padella capiente fai scaldare abbondante olio di semi, quindi preleva con l'aiuto di un paio di cucchiai delle quenelles d'impasto e friggile per 3-4 minuti per lato 7, o fino a quando non saranno dorate e fragranti.

Man mano che sono pronte, preleva le frittelle con un mestolo forato e lasciale asciugare su un foglio di carta assorbente da cucina 8.

Prepara il ripieno: sistema nel bicchiere di un frullatore i gamberetti già sgusciati, gli anacardi, il latte di cocco, la cipolla e la farina di manioca, e aggiusta di sale e di pepe 9.

Frulla bene il tutto fino a ottenere una salsa liscia e vellutata 10.

Farcisci le frittelle con la crema a base di gamberi e anacardi e guarnisci, a piacere, con un gamberetto sgusciato e una listerella di peperone verde. Distribuisci gli acarajé su un piatto da portata 11, porta in tavola e servi.

Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Antipasti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
8
api url views