ricetta

Pizzonta: la ricetta dello street food tipico abruzzese

Preparazione: 30 Min
Cottura: 15 Min
Lievitazione: 3 ore
Difficoltà: Facile
Dosi per: 12 pizzonte
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Cookist
A cura di Silvia Ferrau
24
Immagine
ingredienti
Farina 0
450 gr
Acqua
200 ml
Latte
100 ml
Olio extravergine di oliva
30 ml
Lievito di birra fresco
5 gr
Sale
3 gr
Zucchero semolato
1 cucchiaino
Per friggere
olio di semi arachidi
q.b.
ti serve inoltre
Farina 0
q.b.

La pizzonta, o pizz'onta, letteralmente pizza unta, è uno street food tipico abruzzese semplice, ma molto gustoso. Si tratta di una pasta lievitata, tradizionalmente fritta durante le sagre di paese all'interno di grossi calderoni colmi di olio bollente, che è possibile gustare sia nella versione salata, con una spolverizzata di sale grosso, sia nella sua variante dolce, con aggiunta di zucchero semolato nell'impasto e in superficie.

Solitamente servita in accompagnamento a una porzione di arrosticini o a un tagliere di salumi e formaggi, la pizzonta è perfetta da portare in tavola in apertura del pasto, all'ora dell'aperitivo o per uno spuntino sfizioso in spiaggia, sotto l'ombrellone. Farla in casa è molto semplice: ti basterà sciogliere il lievito di birra fresco con il latte, l'acqua tiepida e lo zucchero semolato, versare il liquido nel boccale della planetaria, dove avrai setacciato la farina, e lavorare tutto con il gancio, insieme all'olio extravergine di oliva e a un pizzico di sale.

Il composto omogeneo ottenuto verrà quindi fatto lievitare fino al raddoppio del volume iniziale e suddiviso poi in tante palline da 50-60 gr l'una, da far riposare ancora, coperte con un telo, per circa 1 ora. A questo punto non ti rimarrà che formare con ciascuna porzione d'impasto dei dischetti circolari, da tuffare nell'olio di semi di arachidi e gustare subito, caldi e fragranti, per poterli apprezzare in tutta la loro bontà.

Nata come cibo povero, per riciclare la pasta del pane o della pizza avanzati dalla sera precedente, la pizzonta non ha una vera e propria ricetta codificata, ma ogni famiglia la prepara con leggere variazioni sul tema: c'è chi incorpora al resto degli ingredienti le patate lesse schiacciate, chi la frigge nello strutto o chi, come nella nostra versione, nell'olio di semi a 175-180 °C. Considerata oggi un vero e proprio vanto regionale, non è raro degustarla anche in chiave gourmet, cosparsa con una vellutata crema al pecorino.

Scopri come preparare la pizzonta seguendo passo passo procedimento e consigli. Se ti è piaciuta questa ricetta, prova anche la pizza fritta o le frittelle del luna park.

Come preparare la pizzonta

Raccogli la farina setacciata nel boccale della planetaria 1.

A parte, sciogli il lievito di birra sbriciolato in un bicchiere con il latte, l'acqua tiepida e lo zucchero semolato 2.

Versa il lievito sciolto nella ciotola con la farina 3 e impasta per un minuto.

Aggiungi il sale, versa l'olio extravergine di oliva 4 e lavora ancora con il gancio per un paio di minuti.

Una volta ottenuto un panetto liscio e omogeneo, copri con un foglio di pellicola trasparente 5 e lascia lievitare per un paio d'ore.

Quando l'impasto sarà raddoppiato di volume 6, rovescialo su un piano di lavoro infarinato.

Forma 12 panetti da 50-60 gr ciascuno 7, copri con un canovaccio pulito e fai lievitare ancora un'altra ora.

A questo punto, stendi ciascuna pallina lievitata con le mani e forma tanti dischi di pasta 8.

Friggili in abbondante olio di semi bollente fino a doratura 9.

Man mano che sono pronte, preleva le pizzette fritte con un mestolo forato e lasciale scolare su un foglio di carta assorbente da cucina 10.

Sistema la pizzonta su un piatto da portata 11 e gustala, a piacere, con un tagliere di salumi e formaggi.

Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Antipasti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
24
api url views