ricetta

Arrosticini: la ricetta dei tipici spiedini di carne abruzzesi

Preparazione: 20 Min
Cottura: 15 Min
Riposo: 30 minuti
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Raffaella Caucci
23
Immagine
ingredienti
carne di pecora (o castrato)
1 kg
Rosmarino
q.b.
Olio extravergine di oliva
q.b.
Sale
q.b.

Gli arrosticini sono un piatto tipico della cucina abruzzese. Si tratta di spiedini composti da piccoli cubetti di carne di pecora, di 1-2 cm di lato, conditi con un pizzico di sale e cotti alla brace sulla rustellara, una particolare griglia stretta e lunga appositamente concepita per farli cuocere sul fuoco, preservandone la parte in legno che altrimenti brucerebbe.

La ricetta tradizionale prevede dunque l’utilizzo del bbq ma, visto che in cucina necessità fa virtù e non tutti hanno a disposizione lo strumento, qui abbiamo realizzato una versione casalinga e saporita che si avvale semplicemente di una griglia ben calda e qualche aroma. La carne, una volta tagliata a cubetti delle stesse dimensioni, viene impilata, 8 pezzetti alla volta, su uno spiedo di circa 20 cm di lunghezza, lasciata insaporire con un filo d’olio e qualche rametto di rosmarino, e poi cotta sulla piastra: il risultato sarà un secondo semplice e molto gustoso, da accompagnare con pane casereccio e un buon bicchiere di vino rosso, che conquisterà anche i piccoli di casa.

Per una versione più fedele all’originale puoi omettere la fase della marinatura e cuocere gli spiedini direttamente sulla bistecchiera, condendoli semplicemente con un pizzico di sale. In fase di cottura, per non correre il rischio di bruciarli, fai attenzione però a non alzare troppo la fiamma.

I veri arrosticini si preparano con carne di castrato o di ciavarra, termine dialettale per indicare una pecora giovane che non ha mai partorito. Quelli artigianali, assemblati manualmente, hanno un aspetto più irregolare rispetto a quelli venduti nella grande distribuzione, riconoscibili per il taglio netto e preciso, tuttavia il loro sapore è decisamente migliore perché i cubetti vengono sapientemente scelti uno per uno, alternando le parti grassi e magre dell’animale. In base al tipo di lavorazione (industriale o artigianale) il loro peso varia dai 20 ai 35 gr per pezzo: se hai ospiti a cena, e non hai cucinato altro, considera mediamente 10-15 arrosticini per commensale.

Scopri come preparare gli arrosticini seguendo passo passo procedimento e consigli. Se ti è piaciuta questa ricetta cimentati anche con gli spiedini al forno.

Come preparare gli arrosticini

Taglia la carne a strisce larghe circa 2 cm e, con l'aiuto di un coltello, ricava tanti cubetti delle stesse dimensioni.

Infilza 8 cubetti in uno spiedino di legno 2, avendo l'accortezza di alternare parti grasse e magre, e prosegui in questo modo fino a esaurimento della carne.

Disponi gli arrosticini su un vassoio 3.

Sistema tra uno spiedino e l'altro dei rametti di rosmarino 4.

Irrora con un filo d'olio 5 e ungi bene gli arrosticini da entrambi i lati; quindi lasciali marinare a temperatura ambiente per una mezz'ora.

Trascorso il tempo di marinatura, scalda una piastra sul fuoco e, quando sarà rovente, disponi gli arrosticini 6. Abbassa leggermente la fiamma e lascia cuocere per una decina di minuti.

A metà cottura, gira gli arrosticini 7 per farli cuocere in maniera uniforme; quindi alza la fiamma e lasciali rosolare per qualche istante.

Trasferisci gli arrosticini bollenti in un piatto da portata e aggiusta di sale 8.

Porta in tavola e servi  ben caldi 9.

Conservazione

Si consiglia di consumare gli arrosticini ben caldi al momento. In alternativa si conservano in frigorifero, in un contenitore ermetico, per 2 giorni massimo.

23
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Ricette
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
23