23 Gennaio 2024 11:00

Tutto su “latte” di soia: benefici, controindicazioni, usi in cucina

Sono sempre di più le persone che scelgono di sostituire il latte vaccino con alternative vegetali. Tra tutte, il latte di soia è certamente il più utilizzato: merito dei suoi molti benefici e della sua grande versatilità.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Cookist
A cura di Martina De Angelis
39
Immagine

Il latte è un ingrediente fondamentale per la nostra alimentazione, ma sempre più questa bevanda nutriente e gustosa viene sostituita, nella vita quotidiana, da alternative vegetali. Tra tutte, il latte di soia – ma sarebbe più corretto dire bevanda vegetale a base di soia – è indubbiamente una di quelle maggiormente consumate. Questa bevanda è una valida sostituzione al latte vaccino, ed è adatta a tutti: a chi evita prodotti animali per questioni etiche, a chi è intollerante al lattosio o a chi, semplicemente vuole provare qualcosa di nuovo.

Il latte di soia, infatti, è ricco di proprietà benefiche che prende dai semi di soia, pianta da cui viene tratto, e come tutti i prodotti a base di soia è un'opzione molto salutare perché contiene molte proteine ed è privo di colesterolo.

Cos'è il latte di soia? Le differenze con il latte vaccino

Il latte di soia è una bevanda di origine vegetale che si ottiene dai semi di soia, che vengono macerati in acqua, macinati, filtrati e infine bolliti. Si tratta di uno dei moltissimi derivati della soia, un legume molto versatile e nutriente da cui si possono ricavare tantissimi prodotti, che vanno dal nostro latte alla farina, fino anche al particolare vino di soia.

Comunemente viene chiamato latte di soia, anche se in realtà secondo la legislazione UE può essere commercializzato solo come "bevanda di soia": questo affinché sia ben chiaro che questo tipo di bevanda proviene da un processo ben diverso dalla mungitura con cui si ottiene il latte vaccino.

Immagine

Il latte di soia si differenzia dal latte animale non solo per il modo in cui si produce, ma anche dal punto di vista del sapore – la soia rimane più amara – ma anche per quanto riguarda l'apporto calorico. Non lasciatevi ingannare però: il latte di soia è più leggero solo rispetto al latte intero, mentre contiene più calorie rispetto al latte scremato.

Le differenze si riscontrano anche nei nutrienti presenti nelle due bevande: il latte di soia abbonda di vitamine, mentre è più carente dal punto di vista della presenza di calcio e fosforo.

Latte di soia: tutti i suoi benefici

Il fatto che sia meno nutriente rispetto al latte animale non vuol dire che il latte di soia non faccia bene al nostro organismo: la bevanda, infatti, ha tantissime proprietà benefiche. Per esempio, è ricca di proteine di origine vegetale, e proprio per questo risulta nutriente tanto quanto il latte vaccino.

Ha un basso apporto calorico ed è un alimento molto equilibrato, che contiene un buon dosaggio di fibre, minerali e vitamine, in particolare del gruppo A, B ed E. Il latte di soia aiuta a equilibrare la flora batterica dell'intestino, e grazie alla presenza di grassi come omega 3 e 6 è molto utile per aumentare il colesterolo buono.

Trattandosi di un prodotto completamente vegetale, è privo di lattosio e quindi adatto per chi ha intolleranze, e inoltre presenta una valida alternativa per chi decide di evitare i prodotti di origine animale per motivi etici. Anche in questo caso, però, devi informarti a dovere sulla questione.

Una denuncia di Greenpeace, infatti, racconta di come in realtà anche la coltivazione di soia presenta dei problemi etici, in quanto per fare posto ai campi vengono cancellate grandi porzioni delle foreste più grandi del mondo. Cerca dunque di preferire il latte di soia certificato, meglio se biologico, proveniente da coltivazioni sostenibili.

Immagine

Il latte di soia ha controindicazioni? Tutto quello che devi sapere

Nel corso degli anni si è creato un grande dibattito riguardo al consumo del latte di soia e della soia in generale, a lungo accusate di avere effetti rischiosi: tra i più gravi si credeva che un forte consumo potesse portare problemi di tiroide, di fegato e persino tumori al seno e problemi di sterilità.

Secondo Airc e Fondazione Umberto Veronesi non c'è però nessuna teoria o prova scientifica a sostegno di queste accuse, anzi negli anni si è dimostrato come in realtà la soia sia un alimento benefico. Puoi quindi consumare il latte di soia senza paura, ma ovviamente sempre con parsimonia.

Ricorda sempre anche che il latte di soia, pur essendo una buona fonte di vitamine, grassi buoni, proteine e fosforo, non contiene le stesse quantità dei nutrienti presenti nel latte vaccino. Devi quindi assicurarti che l'organismo assuma le eventuali mancanze integrandole nell’alimentazione oppure scegliendo prodotti arricchiti di calcio e vitamine.

Immagine

Come usare il latte di soia in cucina

Il latte di soia è un valido sostituto del latte vaccino non solo per la colazione della mattina, ma anche come ingrediente in cucina: tutto quello che si può fare con il latte, infatti, può essere fatto anche sostituendolo con il latte di soia.

In commercio si trova sia nella versione zuccherata che in quella senza zucchero, e quindi è perfetto per essere utilizzato in ogni tipo di ricetta sia dolce che salata. Tra le preparazioni più golose e divertenti in cui puoi cimentarti c'è, per esempio, il gelato vegano, oppure la ricotta vegana, o ancora tutta una serie di dolci vegan che piaceranno anche a chi non è vegano.

Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
39
api url views