ricetta

Spaghetti con i moscardini: la ricetta di un grande classico della cucina mediterranea

Preparazione: 40 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Eleonora Furlani
750
Immagine
ingredienti
Spaghetti trafilati al bronzo
400 gr
Moscardini
500 gr
Pomodorini corbarini
Vino bianco
1/2 bicchiere
Peperoncino
q.b.
Prezzemolo fresco
q.b.
Olio extravergine di oliva
Sale

Gli spaghetti con i moscardini sono un primo piatto gustoso e sempre vincente. La parola chiave è la semplicità: pochi ingredienti, selezionati tra il meglio che il territorio nostrano ha da offrirci, e in un attimo si dà vita a una preparazione saporitissima e che profuma di mare. In questa ricetta gli spaghetti abbracciano e catturano un delizioso sughetto preparato con moscardini e pomodorini corbarini in conserva; quest'ultimi, molto utilizzati nella cucina partenopea, assorbono l'aroma penetrante dei frutti di mare e ci regalano un piatto dal profumo inebriante. Perfetto per deliziare i nostri ospiti in occasione di una cena in terrazza.

Come preparare gli spaghetti con i moscardini

Pulite accuratamente i moscardini e tagliatene una parte in piccoli pezzi conservandone alcuni interi 1.

Fate soffriggere l'aglio con 2 cucchiai generosi di olio in un tegame 2.

Rimuovete l’aglio, quindi aggiungete i moscardini 3 e lasciate insaporire per un paio di minuti.

Bagnate con il vino 4 e lasciate sfumare.

A questo punto aggiungete la conserva 5.

Profumate con il peperoncino 6 e fate cuocere a fiamma moderata per almeno 30 minuti controllando che il sugo non si asciughi troppo.

Lessate la pasta in acqua bollente e leggermente salata 7.

A questo punto profumate il sugo con il prezzemolo tritato 8.

Scolate la pasta al dente, quindi versatela nel tegame e mantecate il tutto aggiungendo un goccio di acqua di cottura e un filo di olio a crudo 9.

Distribuite la pasta nei piatti da portata e servite immediatamente 10.

Consigli

In questa ricetta è previsto l’uso della conserva di pomodorini corbarini: molto utilizzata nella cucina campana, assorbe l'aspro salmastro marino e conferisce ai sughi l'aroma penetrante dei frutti di mare. In alternativa, potete utilizzare i pomodori pelati in conserva, meglio se San Marzano.

Per conferire maggiore cremosità al piatto, conservate pochissima acqua di cottura della pasta e aggiungetela durante la fase di mantecatura finale insieme a un filo di olio extravergine messo a crudo.

Perfetta per ogni occasione, questa ricetta costituisce un piatto unico ricco e ben bilanciato; aumentando, invece, la quantità di moscardini è possibile utilizzare il sughetto con il pesce anche come seconda portata da accompagnare a una bella insalata fresca di stagione.

Per dare maggiore fragranza al piatto potete aggiungere, oltre al prezzemolo, anche del basilico o del timo fresco e un po' di scorzetta di limone grattugiata. A piacere, potete aromatizzare il sughetto anche con un pizzico di pepe nero macinato al momento.

Tra gli ingredienti tipici della cucina povera, i moscardini, detti anche “polpi di sabbia”, sono ideali per realizzare tantissime pietanze a base di pesce gustose e irresistibili: in umido, bolliti in insalata, cucinati con le patate, fritti e così via.

Conservazione

Gli spaghetti con i moscardini sono ottimi gustati caldi al momento. Potete preparare in anticipo il sugo e conservarlo in frigorifero per massimo 1-2 giorni, chiuso in un apposito contenitore con chiusura ermetica (o, in alternativa, congelarlo in freezer e utilizzarlo al bisogno).

750
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Primi piatti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
750