ingredienti
  • cespo di scarola 1
  • Olive 80 gr
  • Capperi dissalati 40 gr
  • Aglio 3 spicchi • 79 kcal
  • Peperoncino 1 • 29 kcal
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 901 kcal
  • Sale q.b. • 286 kcal
  • Acciughe sott’olio 4
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La scarola affogata è un contorno semplice e molto gustoso. Appartenente alla tradizione gastronomica campana, vede protagonista una delle insalate più amate e impiegate in tutta la cucina del Sud: tipica della stagione invernale, la scarola si caratterizza per il gusto lievemente amarognolo, che si sposa perfettamente con le olive, i capperi e il peperoncino, gli ingredienti con cui viene preparato il saporito fondo di cottura. Una pietanza semplice e veloce da realizzare, perfetta per accompagnare qualunque secondo piatto a base di carne o di pesce. Ma non solo: se preparata in abbondanza, può essere utilizzare per farcire una torta salata, come la classica pizza di scarola, o per condire una lasagna o un risotto. Scoprite come fare seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come preparare la scarola affogata

scarola affogata

Mondate la scarola, eliminando la parte dura centrale, quindi lavatela accuratamente sotto l'acqua corrente fredda e poi tagliatela grossolanamente (1).

scarola affogata

Fate rosolare l'aglio in una padella con un filo di olio e il peperoncino tritato (2).

scarola affogata

Aggiungete la scarola (3) e lasciatela appassire per qualche minuto, quindi abbassate la fiamma, coprite con il coperchio e fate cuocere finché non sarà morbida.

scarola affogata

Aggiungete le olive, precedentemente snocciolate (4).

scarola affogata

Completate con i capperi dissalati (5) e mescolate con cura.

scarola affogata

Lasciate insaporire per qualche minuto a fiamma vivace (6).

scarola affogata

Trasferite la scarola in un tegame o in un piatto da portata e servitela ben calda, accompagnandola con qualche fettina di pane (7).

Consigli

Per dare un tocco di maggiore sapidità alla preparazione, potete aggiungere qualche acciuga sott'olio nel momento in cui preparate il fondo di cottura con l'olio, l'aglio e il peperoncino.

Per una piacevole nota croccante, tostate i pinoli in una padella antiaderente e poi aggiungeteli alla scarola a cottura ultimata. Potete completare il tutto anche con una manciata di uvetta, precedentemente ammollata in acqua tiepida e poi ben strizzata.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche le frittelle di scarola, un altro irresistibile antipasto di origine napoletana. Sempre di tradizione, ma questa volta pugliese, è invece la minestra maritata, un primo piatto molto ricco e gustoso.

Conservazione

La scarola affogata si conserva in un contenitore con chiusura ermetica per 2-3 giorni in frigorifero.