ingredienti
  • cavolfiore giallo 170 gr
  • Cavolfiore bianco 170 gr
  • Cavolfiore viola 170 gr
  • Cipolla bianca 1 • 661 kcal
  • Olive nere snocciolate 100 gr • 79 kcal
  • Vino rosso 1 bicchiere • 79 kcal
  • Pecorino romano 50 gr
  • Olio extravergine d’oliva 50 gr • 0 kcal
  • Acciughe sott’olio o sotto sale 5 gr
  • Sale q.b. • 286 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il cavolfiore affogato è un contorno semplice e sorprendente, dedicato agli amanti di questa verdura dalle tante proprietà benefiche. Tipico della tradizione siciliana, è un piatto facile, a patto di seguire qualche piccolo accorgimento, e dal sapore rustico: le cimette del cavolfiore, qui scelto in più varietà di colori, viene arricchito con olive nere, acciughe e cipolla, quindi cotto con l'aggiunta del vino rosso. Il pecorino romano regalerà alla preparazione una sferzata ulteriore di gusto. Preparatelo durante la stagione invernale e servitelo in accompagnamento a un secondo di carne cotto alla griglia. Scoprite come seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come preparare il cavolfiore affogato

Pulite il cavolfiore: eliminate le foglie esterne e ricavate le cimette. Lavatele per bene sotto l'acqua corrente fredda e poi tamponatele con un foglio di carta assorbente da cucina (1).

Sbucciate la cipolla e tagliatela a fettine sottili (2).

Snocciolate le olive nere (3).

Sistemate le cimette di cavolfiore in una casseruola dai bordi alti (4).

Unite le olive e le acciughe (5). Quindi continuate alternando i tre ingredienti: cavolo, olive e acciughe.

Terminati gli strati, cospargete con la cipolla e il pecorino grattugiato (6).

Aggiungete un filo di olio e un bicchiere di vino (8). Mettete sul fuoco e lasciate cuocere a fiamma dolce per circa 40 minuti, avendo cura di non far seccare troppo il cavolfiore.

Una volta cotto, trasferite il cavolfiore nei piatti individuali e servitelo ben caldo (9).

Consigli

Per ottenere dei cavolfiori ben cotti ma ancora sodi e integri, è importante cuocerli a fiamma molto bassa, evitando di mescolarli troppo; non aggiungete altra acqua: coprendo la pentola con il coperchio, il cavolfiore cuocerà nel suo vapore.

Potete optare per delle acciughe sotto sale o per quelle sott’olio. Nel caso in cui utilizziate quelle sotto sale, sciacquatele abbondantemente sotto l'acqua corrente fredda, per eliminarlo, e assaggiate la pietanza prima di aggiungerne altro.

In alternativa al vino rosso, potete utilizzare il vino bianco. Se non amate il sapore deciso del pecorino, potete sostituirlo con il parmigiano grattugiato.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche il cavolfiore al parmigiano e quello sabbioso in padella.

Conservazione

Il cavolfiore affogato può essere conservato per circa 2-3 giorni in frigorifero, chiuso in un apposito contenitore con chiusura ermetica.