ricetta

Salsa tartara: la ricetta della salsa morbida dal gusto ricco e intenso

Preparazione: 10 Min
Riposo: 60 minuti
Difficoltà: Media
Dosi per: 4 persone
A cura di Carlotta Falletti
241
Immagine
ingredienti
Tuorli sodi
2 medie
Olio di semi
100 gr
Maionese
180 gr
Capperi dissalati
1 cucchiaio abbondante
Cetriolini sott’aceto
5 non troppo grandi
Prezzemolo
q.b
Dragoncello
q.b
Sale fino
q.b
Pepe nero
q.b
Aceto di vino bianco
1 cucchiaio

La salsa tartara è una salsa ricca e morbida a base di tuorli d'uovo sodi, che vengono montati con l'olio di semi a filo: una maionese fresca, caratterizzata dall'aggiunta di cetriolini sott'aceto tritati, capperi dissalati tritati, prezzemolo, dragoncello e aceto. In alcune ricette è contemplata anche l'aggiunta di olive verdi tritate, cipolline, rafano ed erba cipollina.  Si tratta di una ricetta dalle origini francesi che viene usata prevalentemente per accompagnare piatti di pesce, ma anche di carne, oppure all'interno di panini con hamburger e sulle tartare. Il nome deriva dal fatto che a fine Ottocento, quando fu inventata, fu associata ai Tatari, popolo nomade proveniente dalla Siberia: non è chiaro chi sia stata a inventarla.

La sua preparazione è molto semplice, basta seguire alcuni piccoli accorgimenti, come ad esempio evitare di aggiungere troppo olio tutto insieme, o quella di far girare il mixer sempre nello stesso verso. Anche nel caso in cui dovesse impazzire, per rimediare basterà versare un tuorlo in un’altra ciotola e frullarlo unendo un filo d’olio, per poi unire man mano il resto della salsa, correggendola.

Se ti è piaciuta questa preparazione, prova anche la ricetta della salsa bernese o quella della salsa olandese: due salsine sfiziose ideali per i tuoi antipasti.

Come preparare la salsa tartara

Per prima cosa rassoda le uova partendo da acqua fredda e cuocile per 10 minuti; fai raffreddare per bene le uova, dunque separa gli albumi dai tuorli e trasferisci i tuorli in ciotola, schiacciandoli delicatamente. Infine, aggiungi l'aceto 1.

Aggiusta di sale 2 e pepe.

Inizia a montare i tuorli con le fruste elettriche 3 sempre nello stesso senso e aggiungendo l'olio a filo.

Il composto sarà pronto quando risulterà ben montato e spumoso 4. Se la salsa dovesse impazzire, versa un tuorlo in un’altra ciotola e frullalo aggiungendo gradualmente un filo d’olio; unisci un cucchiaio della salsa impazzita e mescola lentamente sempre nello stesso verso; aggiungi il resto della salsa man mano.

Aggiungi la maionese 5.

Aggiungi i capperi dissalati e tritati finemente e i cetriolini tritati al coltello 6.

Aggiungi il prezzemolo tritato 7 e il dragoncello tritato.

Mescola delicatamente la salsa 8 incorporando per bene ogni ingrediente.

Trasferisci la salsa in frigo per circa 1 ora 9 coprendola con pellicola a contatto per non farla ossidare.

Trasferisci la tua salsa tartara in una ciotolina 10, decora con qualche rondella di cetriolino e un ciuffetto di dragoncello e portala in tavola per condire il tuo pesce o la tua carne bianca.

Conservazione

Ti consigliamo di consumare la tua salsa tartara sul momento, ma puoi comunque conservarla in frigo, coperta con pellicola a contatto, per 24 ore.

241
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Ricette
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
241