ingredienti
  • Aglio uno spicchio • 79 kcal
  • Farina tipo 00 1 cucchiaino • 750 kcal
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 79 kcal
  • Pollo 4 cosce e sovra cosce • 110 kcal
  • Scalogno 2 • 29 kcal
  • Curry 1 cucchiaio (in polvere)
  • Latte parzialmente scremato 200 ml • 49 kcal
  • Sale q.b. • 21 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il pollo al curry è una ricetta originale asiatica, dal carattere forte e dal sapore esotico, che si accompagna al riso basmati. Il petto di pollo al curry si prepara unendo un mix di spezie con il latte oppure con il latte di cocco per aumentare la cremosità. Particolarmente saporita e gustosa, è una ricetta che nasce in India ma che si è diffusa, negli anni, in tutto il mondo.

Come si prepara il pollo al curry (step by step)

  1. Sciacquate più volte il pollo senza lasciarlo in ammollo.
  2. Prendete un coltello ben affilato e disossate il pollo per ricavare più carne possibile. Eliminate la pelle e il grasso sottocutaneo che troverete.
  3. Ricavate dei bocconcini da ogni pezzo di pollo tagliandolo a cubetti.
  4. Preparate la salsa al curry: mischiate, in una ciotolina, il cucchiaino di farina, un pizzico di sale e il cucchiaio di curry con il latte.
  5. Amalgamate bene il tutto usando una frusta a mano facendo attenzione a togliere tutti i grumi che potrebbero formarsi.
  6. Mettete in un wok o in una padella un paio di cucchiai di olio extra vergine di oliva, l'aglio intero e gli scalogni tagliati a rondelle. Fate appassire il tutto e togliete l'aglio quando inizierà a scurirsi.
  7. A questo punto aggiungete i dadini di pollo, mescolate bene il tutto e fatelo rosolare qualche minuto a fiamma media.
  8. Aggiungete la salsa al curry, mescolate bene in modo da insaporire tutto il pollo e fate cuocere a fuoco moderato.
  9. Quando il pollo sarà cotto avrà creato una densa cremina profumata. Spegnete il fuoco prima che questa cremina si rapprenda del tutto.
  10. Servite caldo, da solo oppure accompagnatelo con il riso.

Dove posso trovare il curry?

Nei supermercati italiani vendono tre tipi di curry, in base al grado di piccantezza e alla quantità di peperoncino:

  • mild, il curry più leggero
  • hot, cioè piccante
  • very hot, che è veramente per stomaci forti

In quanti modi può essere fatta la cottura del pollo al curry?

Il pollo al curry può essere cotto, non solo in padella o nel wok, ma anche in forno o nel microonde. Alcuni portano a cottura il pollo nella pentola a pressione dove va cotto per soli dieci minuti, a partire dal sibilo.

Si può congelare?

Certo. Si può congelare in monoporzioni ma, una volta scongelato, va consumato subito.

Che contorno abbinare?

Il pollo al curry può essere accompagnato da verdure come le zucchine, fatte alla julienne, oppure carote saltate in padella.

Varianti

Molti sono soliti condire il pollo al curry con yogurt, usando lo stesso yogurt in cottura, insieme al curry, per condire e ottenere la famosa cremina. Io preferisco farlo con latte di cocco, più delicato e meno intenso dello yogurt. Potete, inoltre, accompagnarlo con del riso al vapore. La migliore scelta è quella di utilizzare il riso basmati, una varietà di riso a chicchi lunghi e sottili, molto profumato, che – con il suo intenso aroma di sandalo – si sposa benissimo con il pollo al curry. La crema che si forma in cottura inoltre, è ideale per condire questo riso, creando un mix di sapori davvero invitanti.

Vediamo adesso qualche altra variante significativa:

  • in agrodolce: Il pollo a bocconcini al curry e in agrodolce è una buona variante: si usa la salsa di soia, il sale e lo zucchero;
  • con ananas: un secondo piatto alternativo, esotico, da accompagnare con insalata verde;
  • con uvetta, pinoli e anacardi: basta pochissimo e un cucchiaino di maizena per dare più cremosità al piatto e per creare una cena;
  • con asparagi: una variante di questa ricetta asiatica non per tutti i gusti;
  • Pollo al curry verde con avocado: oltre agli ingredienti già detti, anche pomodoro, lime, cipolla e peperoncino: una variante sudamericana, anche in versione vegetariana senza il pollo;
  • con le mele: una variante deliziosa che consiglio a tutti dove il profumo del curry incontra la polpa della mela;
  • Pollo al curry cinese: al posto della farina userete la fecola di patate, poi petto di pollo, cognac, cipollotti e olio di semi. Tutto fritt;
  • Pollo al curry freddo: sapete che questa ricetta può essere fatta anche "all'insalata" con la maionese?
  • Curry thailandese: Non è semplice preparare un curry thailandese originale, poiché gli ingredienti di questa ricetta non sono reperibili in Italia e le versioni variano di regione in regione. Si utilizzano zenzero e limone, negli ingredienti, ma anche prodotti come il lemongrass;

Origini

Il pollo al curry è un piatto di origine indiana ed è molto simile al Chicken tikka masala che consiste in pezzi di carne di pollo cotti in padella serviti con una salsa speziata arancione molto cremosa. Secondo alcuni, deriva addirittura da alcune colonie britanniche, secondo altri potrebbe provenire da un ristorante bengalese del Regno Unito. Tanti paesi si sono fatti avanti per rivendicare le origini di questo piatto ma, al momento, sono ancora incerte.