ingredienti
  • Per l'impasto
  • Uova 5 • 15 kcal
  • Zucchero 350 gr • 21 kcal
  • Liquore Strega 200 ml
  • Farina 00 500 gr • 750 kcal
  • Farina manitoba 200 gr • 750 kcal
  • Limone 1 • 43 kcal
  • Olio di mais 80 ml
  • Acqua 80 ml • 21 kcal
  • Lievito per dolci 32 gr • 50 kcal
  • Estratto di vaniglia 1 cucchiaino • 750 kcal
  • Burro q.b. • 380 kcal
  • Per la glassa
  • albume 1 • 600 kcal
  • Zucchero a velo 200 gr • 380 kcal
  • Confetti colorati q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La pigna di Pasqua è un dolce tipico delle festività pasquali, diffuso in diverse regioni d'Italia, soprattutto del Centro-Sud. Cambia il nome, talvolta la forma e qualche ingrediente, ma la sostanza decisamente no: che la si chiami crescia, schiacciata, casatiello dolce o appunto pigna, resta il fatto che è una delizia dal gusto semplice e mai stucchevole, che si conserva soffice per più giorni. Cotta nello stampo a forma di ciambella, viene decorata, una volta fredda, con una candida glassa di albume e zucchero e tanti confettini colorati. Scoprite come realizzarla seguendo passo passo la nostra ricetta e gustatela a colazione o merenda, insieme a una tazza di tè caldo.

Come preparare la pigna di Pasqua

pigna-di-pasqua_montare_uova_1

Rompete le uova in una ciotola capiente, aggiungete lo zucchero e montate con le fruste elettriche per 5-6 minuti (1), fino a ottenere un composto gonfio e spumoso.

pigna-di-pasqua_aggiungere_limone_2

Aggiungete la scorza grattugiata e il succo del limone (2). Profumate con la vaniglia.

pigna-di-pasqua_unire_olio_3

Versate l'acqua, l'olio (3) e il liquore, quindi mescolate delicatamente con una frusta a mano.

pigna-di-pasqua_setacciare_farina_4

Aggiungete poco per volta anche le farine, setacciate insieme al lievito (4), e amalgamate il tutto fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo.

pigna-di-pasqua_versare_nello_stampo_5

Versate l'impasto in uno stampo a ciambella da 26-28 cm di diametro, imburrato e infarinato. Livellate con il dorso di un cucchiaio (5) e infornate a 170 °C per circa un'ora. Trascorso il tempo di cottura, sfornate la ciambella e lasciate raffreddare su una gratella per dolci.

pigna-di-pasqua_glassare_6

Preparate la glassa mescolando energicamente l'albume con lo zucchero a velo, fino a ottenere un composto liscio e privo di grumi. Versatela sulla superficie della ciambella (6), decorate con i confettini colorati e lasciate rapprendere.

pigna di pasqua

Appena la glassa si sarà rappresa, portate in tavola la pigna di Pasqua e servitela ai vostri ospiti (7).

Consigli

Per verificare la cottura della vostra pigna di Pasqua, fate comunque la prova stecchino: infilzatelo al centro del dolce e, nel caso in cui ne esca pulito, vuol dire che è pronto; viceversa, se ancora umido, proseguite per altri 5-10 minuti.

Potete sostituire il liquore Strega con della grappa, del vermouth o del limoncello.

Prima di versare la glassa sopra il dolce, si consiglia di farlo raffreddare perfettamente: in questo modo non si scioglierà eccessivamente, rovinando l'effetto scenografico. Per una glassa più soda e di colore bianco opaco, aggiungete uno o due cucchiai di zucchero a velo in più.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche il casatiello dolce e la ciambella di Pasqua.

Conservazione

La pigna di Pasqua si conserva a temperatura ambiente per 3-4 giorni, avvolta con un foglio di pellicola trasparente. Potete anche congelarla, meglio ancora a fette, e consumarla entro 1-2 mesi.