ingredienti
  • Pasta corta 350 gr • 390 kcal
  • Cozze 1 kg • 58 kcal
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 29 kcal
  • Aglio uno spicchio • 79 kcal
  • Per il pesto di rucola
  • Rucola 50 gr • 16 kcal
  • Pinoli 30 gr o mandorle o nocciole • 595 kcal
  • Olio extravergine di oliva 45 gr • 29 kcal
  • Parmigiano Reggiano 20 gr • 374 kcal
  • Aglio 1/3 di spicchio • 79 kcal
  • Pecorino 25 gr di romano • 332 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La ricetta di oggi, una pasta con pesto di rucola e cozze, è quanto di più buono io abbia cucinato negli ultimi tempi. Come pasta vi consiglio di usarne una varietà corta, che siano penne o mezze maniche poco importa (io ho usato quest'ultime) l'importante è che sia di buona qualità (ancor meglio se integrale e biologica).
Nella pasta cozze e pesto di rucola il pesto è l'ingrediente principe ma non l'unico protagonista; la particolarità del piatto – infatti – sta nel perfetto connubio che si ottime masticando in un sol boccone un filo di pasta condita e una cozza sgusciata. La ricetta del pesto di rucola è la stessa che uso per il pesto alla genovese, l'unica variante è – ovviamente – che nella pasta cozze e pesto di rucola sostituisco ugual peso di basilico con della rucola lavata e ben asciugata.
Le cozze, infine, devono essere fresche, anzi vive. Non voglio nemmeno prendere in considerazione l'idea che voi, per preparare questo piatto, pensiate di comprare delle cozze surgelate e/o già sgusciate. Nel caso vi venisse in mente, semplicemente, accantonate idea e ricetta e preparatevi un piatto di pasta con burro e salvia. O un panino, fate voi!
In ultimo, prima di descrivervi nei minimi particolari la ricetta, ci tengo a farvi una precisazione: nella foto-guida della pasta cozze e pesto di rucola non troverete la foto delle cozze ancora da pulire. Questo perchè tendo ad acquistarle solamente in pescherie che ho la sicurezza me le possano pulire con il macchinario specifico; come mai? semplice, penso che la vita sia troppo breve per sprecare il tempo a grattar via incrostazioni da un chilo di cozze crude.

Come si fa la pasta con pesto di rucola e cozze

Come vi ho detto comprate delle cozze pulite, strappate via solo il filetto che spunta dal guscio di ogni cozza e lavatele sotto acqua fredda. Mettetele in una padella ampia dove avrete fatto soffriggere uno spicchio di aglio in tre cucchiai di olio evo e fatele aprire cuocendole lentamente coperte. L'unico inconveniente che presenta l'acquisto di cozze già pulite è il fatto che queste, dopo esser state nel macchinario che ne scrosta il guscio, finiscono per aprirsi entro poco tempo e morire, per questo occorre – perentoriamente – cucinarle prima possibile, diciamo entro un paio di ore dall'acquisto.

Quando tutte le cozze saranno cotte toglietele dalla padella, lasciatele freddare e mettete da parte un bicchiere di acqua di cottura.

Intanto preparate il pesto di rucola. Lavate e asciugate delicatamente la rucola, mettetela in un contenitore

insieme alla frutta secca (io ho scelto delle nocciole, obiettivamente meno costose dei pinoli)

all'olio evo e all'aglio.  Tagliate a dadini i formaggi e uniteli al resto degli ingredienti.

Tritate velocemente il tutto con un frullatore ad immersione o con un tritatutto elettrico fino ad ottenere una crema densa ma non per forza omogenea anzi, se rimane qualche pezzetto non tritato, questo donerà un aspetto più granuloso e il pesto ne guadagnerà.

Sgusciate le cozze che si saranno oramai freddate e lasciatene solo alcune intere, diciamo tre a persona, che userete per decorare i piatti

Cuocete la pasta al dente in abbondante acqua calda salata e scolatela

fuori dal fuoco unite alla pasta il pesto di rucola e tutte le cozze sgusciate, a bisogno utilizzate qualche cucchiaio di acqua di cottura delle cozze per allungare i condimenti

amalgamate quindi bene il tutto.

Impiattate la pasta cozze e pesto di rucola e decorate con le cozze intere. Servite subito. Buon appetito!