Maggiorana: proprietà, benefici e come usarla al meglio in cucina

Un profumo intenso, dalle chiare note balsamiche, e un sapore pungente ma non troppo, leggermente tendente all'amaro: parliamo della maggiorana, un'erba aromatica largamente usata nella cucina mediterranea e non solo. Perfetta per insaporire la carne, cruda o cotta, ma anche il pesce, è spesso usata nelle insalate, nelle marinate e nelle salse. Ecco tutto quello che dovete sapere sulla maggiorana: da dove viene, quali sono le sue caratteristiche e i suoi benefici, come usarla al meglio in cucina.

Maggiorana: da dove viene e com'è fatta

La maggiorana, più correttamente origano maggiorana (Origanum majorana L.) è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Lamiaceae; è originaria dell’Africa nord orientale e dell’Asia orientale, dove cresce spontaneamente, ma cresce anche in Italia, sia in maniera spontanea sia coltivata, in Spagna, Penisola Balcanica, Ucraina, Turchia e Maghreb. Viene spesso confusa con l'origano perché simili nella forma, ma non nel sapore, dal momento che la maggiorana ha un gusto più delicato e una nota balsamica più evidente: le sue foglie sono usate sia fresche sia essiccate.

Maggiorana: proprietà, benefici e come usarla al meglio in cucina

Proprietà e benefici della maggiorana

La maggiorana è prevalentemente composta da fibre, ma contiene buone quantità di vitamine C e vitamine del gruppo B, e livelli discreti di vitamina A, E, K. È ricca di sali minerali, in particolare ferro, sodio e magnesio. Il suo olio essenziale è ricco inoltre di antiossidanti come carotenoidi e flavonoidi, oltre che terpeni e tannini, responsabili delle sue proprietà aromatiche.

La maggiorana ha proprietà antibatteriche, antinfiammatorie, che la rendono una sorta di antibiotico naturale, oltre che capacità sedative e calmanti ed è quindi indicata in caso di stati di stress, ansia o insonnia; è ottima per aiutare la digestione e la buona funzionalità del tratto gastrointestinale.

Come coltivare la maggiorana a casa

La maggiorana si può coltivare anche sul balcone o sul davanzale della finestra, basta seguire alcune accortezze. Il periodo ideale per la semina è dalla fine dell'inverno fino all'inizio della primavera, mentre la fioritura arriva in estate: predilige un suolo fresco, drenato e ricco di sostanze nutritive: ha bisogno di una posizione soleggiata, non ama la siccità ma subisce ancora di più l’umidità. Per coltivarla scegliete un vaso capiente in cui mettere dei trucioli sotto, in modo da assicurarvi il drenaggio dei liquidi e scegliete un terriccio che sia un misto di sabbia e torba; bagnate la pianta non troppo frequentemente, evitando di abbondare.

Maggiorana: proprietà, benefici e come usarla al meglio in cucina

Come usare la maggiorana in cucina

La maggiorana è usata per insaporire molti piatti diversi; è perfetta per esaltare il sapore delle grigliate e, più in generale, delle carni come manzo e pollo, ma anche quelle del pesce a forno come orate, spigole o pesce spada: se la usate in cottura fatelo solo negli ultimi minuti e a fuoco basso, per evitare di rovinare le sue virtù aromatiche.

Maggiorana: proprietà, benefici e come usarla al meglio in cucina

Si può utilizzare per arricchire una frittata, sulle verdure grigliate, per portare in tavola vellutate di verdure o legumi profumate; ingrediente fondamentale del ripieno dei ravioli capresi, si utilizza anche per preparare salse stuzzicanti, un pesto per condire la pasta: è ottima anche per preparare gustose marinate o per dare maggiore carattere alle vostre insalate.