ingredienti
  • Farina di mandorle 75 gr • 600 kcal
  • Farina 00 35 gr • 36 kcal
  • Burro 100 gr • 380 kcal
  • Zucchero a velo 150 gr • 380 kcal
  • Albumi 130 gr • 43 kcal
  • Scorza di limone q.b. • 43 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

I Financieres al limone sono un piccolo peccato di gola davvero irresistibile: dolcetti tipici francesi che risalgono alla fine dell’800. Originari della pasticceria "les Financieres" sono preparati con farina di mandorle, burro, zucchero a velo e albumi. Una ricetta semplice per pasticcini mono porzione dalla forma allungata, delicati ed eleganti: gustateli a colazione, o per una merenda d'estate, accompagnati da una spremuta d'arancia fresca. Ecco come prepararli alla perfezione.

Come preparare i Financieres al limone

In una ciotola unite la farina 00 con la farina di mandorle e lo zucchero a velo. Aggiungete gli albumi a temperatura ambiente e mescolate con un cucchiaio perché vengano assorbiti dalle polveri, per ottenere un composto omogeneo (1). Portate sul fuoco un pentolino con il burro tagliato a cubetti e grattugiare della scorza di limone (2). Fatelo sciogliere a fiamma dolce, fino a fonderlo ma facendo attenzione a non bruciarlo. Lasciate raffreddare il burro qualche istante, poi incorporatelo al resto degli ingredienti.

Preriscaldate il forno a 240 °C. Imburrate e infarinate leggermente gli stampini per i Financieres e versate l'impasto in maniera uniforme, cercando di livellarlo (3). Infornate gli stampi e lasciate cuocere per circa 5 minuti. Abbassate la temperatura del forno a 175 °C e fate cuocere le tartine per un'altra decina di minuti, o fino a quando saranno gonfi e leggermente dorati in superficie. Sfornate quando diventano leggermente dorati e lasciare raffreddare del tutto. Rimuovete i Financieres dagli stampi e decorate con una spolverata di zucchero a velo.

Consigli

Se non avete gli appositi stampini per Financieres, potete utilizzare dei classici stampi per plumcake, per muffin o quelli per le Madeleine a forma di conchiglia. Se invece non avete stampi mono porzione, potete comunque preparare i Financieres in uno stampo grande e poi ricavare le tortine tagliandolo in piccoli rettangoli. Naturalmente, con uno stampo più grande cambieranno anche i tempi di cottura: infornate l'impasto per 7 minuti a 240 °C, poi abbassate a 175 °C e proseguite la cottura per altri 12-13 minuti.

Non cedete alla tentazione di aprire il forno prima di aver terminato la cottura, per evitare che i Financieres si sgonfino perdendo calore. Aspettate gli ultimi minuti e fate la prova stecchino: se esce asciutto e senza residui dall'impasto, significa che sono cotti.

Storia e varianti

Secondo la tradizione, l'origine dei Finanzieri (così sono conosciuti in Italia) risale alla fine dell'800, quando un pasticciere francese li preparò nel suo forno per venire incontro, appunto, alle richieste dei finanzieri della borsa di Parigi, che ogni giorno passavano di lì in cerca di qualcosa di dolce, ma che non sporcasse le mani. Non a caso i Financieres hanno la forma di un lingotto.

Questi biscotti francesi famosi perché  si sciolgono in bocca al primo morso, ricordano molto un altro grande classico della pasticceria francese, le Madeleine, delle quali esiste una freschissima versione al limone. Provate tutte le varianti dei Financieres al pistacchio, al cioccolato, al cocco, le possibilità sono davvero infinite.

Conservazione

I Financieres possono essere conservati per due o tre giorni a temperatura ambiente, in un luogo fresco e asciutto. Chiudeteli in un contenitore ermetico, o semplicemente conservateli sotto ad una campana di vetro.